Ricostruzione di un volto del medioevo
Ricostruzione di un volto del medioevo
Cultura, Eventi e Spettacolo

Il volto e la storia di una donna del Medioevo sepolta a Bitonto tornano a vivere con ArcheoExplora

Il progetto Officina del Tempo, con FabLab, sarà presentato oggi alla cittadinanza

Una piccola rivoluzione per proporre un'idea dell'archeologia e dell'antropologia più vicina alla gente grazie al supporto della tecnologia. È questa l'idea di fondo del progetto di ArcheoExplora e FabLab Poliba, che sarà presentato il prossimo 13 aprile al Fablab Poliba, in viale delle Nazioni, a Bitonto, nella zona artigianale. Un modo per sperimentare esperienze innovative alla scoperta di un Medioevo multietnico in terra di Bari, attraverso i 7 laboratori interattivi con cui sarà possibile entrare a far parte del pool di ricerca impegnato nell'ambizioso obiettivo di ricostruire, partendo dai resti trovati nella sua sepoltura, il volto e la vita di una vera donna, vissuta in epoca medievale e sepolta a Lama Misciano, tra Bitonto e Modugno.

Le attività laboratoriali, pensate sia per i grandi che per i più piccoli, sono aperte a tutti in maniera gratuita e le prenotazioni sono partite già alcuni giorni fa.
Sette, come detto, i laboratori previsti:
quello di Antropologia (1° sessione ore 16.00 e 2° sessione ore 19.00), che è un'esperienza diretta di ricostruzione del profilo biologico sui resti scheletrici rinvenuti;
quello di Ricostruzione Manuale, pratiche di ricostruzione manuale del volto attraverso lo studio attento dei resti scheletrici;
quello di Fotogrammetria, durante il quale si effettua la scansione tridimensionale dei resti della sepoltura mediante fotogrammetria digitale;
quello di Realtà Virtuale, in cui si potranno vivere esperienze di virtual reality in ambiente archeologico;
quello di ArcheoGiochiamo, riservato ai più piccoli, impegnati in vere e proprie esperienze di scavo archeologico;
quello di Stampa in 3D, di manifattura digitale con stampanti 3D a FDM e SLA per la riproduzione dei resti scheletrici;
quello di Illustrazione Digitale, su fondamenti di grafica e pittura digitale applicate al tema del cranio su postazione Wacom Cintiq.


«L'idea di organizzare un open day di archeologia – spiega Michaela Ciocia, archeologa bitontina di ArcheoExplora – nasce dalla volontà di sfatare un preconcetto, perchè solo attraverso un approccio multidisciplinare l'archeologo può ricostruire in maniera verosimile il passato. Lo scopo è accendere l'attenzione su contesti archeologici finora trascurati, come il caso di Lama Misciano. L'obiettivo è però lo stesso: valorizzare, tutelare e conservare la memoria storica e territoriale».

«Qui al FabLab – tiene a precisare il professor Nicola Parisi, direttore del Centro Tecnologico di Fabbricazione Digitale FabLab Poliba - intendiamo aggiornare gli statuti tradizionali del sapere. Per questo è stato un grande piacere lavorare sull'antropologia: crediamo che qualsiasi disciplina scientifica debba andare verso il futuro attraverso i nuovi strumenti del mondo digitale».

Il progetto sarà presentato nel dettaglio, come detto, sabato 13 aprile, a partire dalle 16, in una conferenza aperta a tutti alla quale interverranno Michele Abbaticchio - Sindaco della città di Bitonto, il professor Eugenio Di Sciascio - Magnifico Rettore del Politecnico di Bari e Luigi La Rocca - soprintendente SAPAB della Città Metropolitana di Bari. Seguiranno gli interventi del professor Nicola Parisi - Politecnico di Bari, del professor Sandro Sublimi - Università degli Studi di Bari, della dottoressa Elena Dellù - SAPAB Città Metropolitana di Bari, della dottoressa Michaela Ciocia - Archeoexplora, del professor Maurizio Michilli - Università di Sassari.

"Officina del Tempo" nasce da un'idea dell'associazione Archeoexplora e del Centro Tecnologico Fablab Poliba, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica e dell Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari, il Comune di Bitonto, il Laboratorio di Antropologia dell'Università degli Studi di Bari e libere professionalità.
Per iscriversi alle attività di "Officina del Tempo", tutte gratuite, è possibile utilizzare la pagina facebook Archeoexplora o scrivere all'indirizzo info@archeoexplora.com .

  • Archeologia
  • ArcheoExplora
Altri contenuti a tema
Bambini in viaggio nel tempo “Sulle tracce della preistoria” a Bitonto Bambini in viaggio nel tempo “Sulle tracce della preistoria” a Bitonto Con Archeoexplora laboratori per i più piccoli alla scoperta dei cacciatori del paleolitico e degli agricoltori del neolitico
La rivoluzione dell'archeologia parte da Bitonto La rivoluzione dell'archeologia parte da Bitonto Con 'Officina del tempo' di ArcheoExplora la tecnologia svela il Medioevo multietnico in terra di Bari
1 Archeologi alla ricerca dei resti delle mura medievali di Bitonto in piazza XX settembre Archeologi alla ricerca dei resti delle mura medievali di Bitonto in piazza XX settembre Il comune a caccia di fondi per il restyling è candidato a un bando da 1,5 milioni di euro
Scoperto insediamento neolitico tra Palese e Bitonto durante i lavori all’aeroporto Scoperto insediamento neolitico tra Palese e Bitonto durante i lavori all’aeroporto La proposta dell’Associazione Ecomuseale del Nord Barese: «Un arcipelago archeologico metropolitano tutelato dall’Unesco»
Reperti preistorici in Lama Balice: la scoperta durante il trekking urbano Reperti preistorici in Lama Balice: la scoperta durante il trekking urbano Decine di frammenti ceramici concentrati in particolare attorno al Maria Cristina. E forse anche i resti di una struttura
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.