Archeologi in piazza XX Settembre
Archeologi in piazza XX Settembre
Lavori pubblici

Archeologi alla ricerca dei resti delle mura medievali di Bitonto in piazza XX settembre

Il comune a caccia di fondi per il restyling è candidato a un bando da 1,5 milioni di euro

L'imponente Torre dell'Annunziata con l'annessa "Porta nova" e quel che restava delle mura medievali della città furono demolite nel 1883, ma presto potrebbero essere individuati e forse recuperati almeno i resti di quelle possenti strutture difensive all'interno di un progetto di riqualificazione dell'intera piazza. Archeologi al lavoro in piazza XX Settembre, a Bitonto, dove l'amministrazione ha deciso di candidare il Comune a un bando da 1,5 milioni di euro, in scadenza a dicembre, per ottenere i fondi necessari al restyling dell'intera piazza.

Per questo sin da ieri alcuni tecnici, armati di georadar e altre strumentazioni per individuare strutture sotterranee, sono al lavoro sullo slargo, a caccia di dati utili per guidare i lavori che potrebbero partire nel caso il comune fosse ammesso a finanziamento. Il progetto prevede il ribasolamento in pietra dello spazio compreso fra piazza XX Settembre e piazza Sant'Egidio, al momento ricoperte da asfalto e cemento armato, riportando tutto su un unico livello e trasformando poi la zona in un'altra grande area pedonale, con accesso consentito solo ai residenti. Ma per portare a compimento questo progetto sarà necessario analizzare il sottosuolo.

L'idea è quella di individuare i resti delle fortificazioni della città - che in quel punto furono demolite per consentire l'allineamento di via Matteotti - per capire cosa ne sia rimasto e se in qualche modo siano almeno in parte recuperabili. In base a quello che sarà rinvenuto le strade da percorrere saranno due. Se i resti risulteranno di modesta entità allora si procederà a ribasolare l'area facendo in modo però di rendere visibile una specie di "Percorso della memoria" che tracci l'antico percorso murario con l'esatta ubicazione della torre, della porta e delle mura. Se invece dovessero essere rinvenuti elementi interessanti dal punto di vista storico-archeologico saranno lasciati in qualche modo "a vista", magari con l'utilizzo di speciali lastre trasparenti e un'illuminazione ad hoc.
Tutto dipenderà però da quanto di quelle antiche strutture si sia salvato e sia rimasto preservato nelle viscere del sottosuolo.
  • Michele Abbaticchio
  • Archeologia
Altri contenuti a tema
Danni da grandine: la Regione chiede al Governo finanziamenti straordinari Danni da grandine: la Regione chiede al Governo finanziamenti straordinari Intanto il comune di Bitonto invita imprese e privati a segnalare i danneggiamenti subiti per chiedere risarcimenti
«Nessun 'grande' politico parla più di mafia» «Nessun 'grande' politico parla più di mafia» La denuncia di Italia in Comune nell'anniversario della morte di Paolo Borsellino. Il 5 settembre, intanto, una marcia per ricordare il sindaco Vassallo
Ponte Lama Balice: 2,4 milioni di euro per il ripristino della stabilità Ponte Lama Balice: 2,4 milioni di euro per il ripristino della stabilità Ok ai lavori dalla Città Metropolitana. Abbaticchio: «Dimostrazione concreta dell'importanza della sicurezza per questa amministrazione»
Degrado in via Amm. Vacca: «A due anni dalle segnalazioni ancora silenzio dal comune di Bitonto» Degrado in via Amm. Vacca: «A due anni dalle segnalazioni ancora silenzio dal comune di Bitonto» Sotto accusa un terreno privato lasciato alla mercé di topi, rettili e immondizia
È Bitonto la miglior tappa-ristoro della Milano-Taranto 2019 È Bitonto la miglior tappa-ristoro della Milano-Taranto 2019 L'accoglienza della città dell'ulivo premiata dalla storica maratona per moto d’epoca
Lampade votive: Comune di Bitonto a caccia di un nuovo gestore Lampade votive: Comune di Bitonto a caccia di un nuovo gestore Approvato un progetto di finanza per il miglioramento del servizio che potrebbe riportare la luce nei cimiteri
A Bitonto la Zona artigianale diventa Area Produttiva Paesaggisticamente ed Ecologicamente Attrezzata A Bitonto la Zona artigianale diventa Area Produttiva Paesaggisticamente ed Ecologicamente Attrezzata Il 26 luglio un open day per la coprogettazione delle linee guida
Musica e attività nel centro storico: stop a karaoke, Dj e tavolini selvaggi Musica e attività nel centro storico: stop a karaoke, Dj e tavolini selvaggi Orari più ampi invece per le iniziative musicali della Bitonto Estate
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.