Officina del tempo
Officina del tempo
Vita di città

La rivoluzione dell'archeologia parte da Bitonto

Con 'Officina del tempo' di ArcheoExplora la tecnologia svela il Medioevo multietnico in terra di Bari

Nasce come una vera e propria piccola rivoluzione il progetto di ArcheoExplora e FabLab Poliba di Bitonto che dà proprio oggi il via alle prime prenotazioni. E se le rivoluzioni della storia avevano tutte come obiettivo quello di riportare il potere nelle mani del popolo, con "Officina del Tempo" il potere che viene riportato al popolo è quello della conoscenza, che diventa alla portata di tutti grazie alla tecnologia.

Si tratta di un progetto che propone esperienze innovative alla scoperta di un Medioevo multietnico in terra di Bari. La presentazione è fissata per il 13 aprile 2019 alle 16, al Fablab Poliba, in viale delle Nazioni, a Bitonto, nella zona artigianale, ma già da oggi sarà possibile iscriversi a uno dei 7 laboratori interattivi gratuiti, pensati sia per i grandi che per i più piccoli.
Con "Officina del Tempo" archeologia e antropologia si fondono con nuove tecnologie in un'esperienza unica nel suo genere. Un vero e proprio viaggio nel tempo con cui tutti i partecipanti, assieme ai docenti universitari, agli archeologi, alla Soprintendenza e ai tecnici diventeranno il pool di ricerca impegnato nell'ambizioso obiettivo di ricostruire, partendo dai resti trovati nella sua sepoltura, il volto e la vita di una donna, vissuta in epoca medievale e sepolta a Lama Misciano, tra Bitonto e Modugno.

Per farlo sono stati disposti 7 diversi laboratori interattivi, aperti a tutti in maniera gratuita.
Quello di Antropologia (1° sessione ore 16.00 e 2° sessione ore 19.00), che è un'esperienza diretta di ricostruzione del profilo biologico sui resti scheletrici rinvenuti.
Quello di Ricostruzione Manuale, pratiche di ricostruzione manuale del volto attraverso lo studio attento dei resti scheletrici.
Quello di Fotogrammetria, durante il quale si effettua la scansione tridimensionale dei resti della sepoltura mediante fotogrammetria digitale.
Quello di Realtà Virtuale, in cui si potranno vivere esperienze di virtual reality in ambiente archeologico.
Quello di ArcheoGiochiamo, riservato ai più piccoli, impegnati in vere e proprie esperienze di scavo archeologico.
Quello di Stampa in 3D, di manifattura digitale con stampanti 3D a FDM e SLA per la riproduzione dei resti scheletrici
Quello di Illustrazione Digitale, su fondamenti di grafica e pittura digitale applicate al tema del cranio su postazione Wacom Cintiq.

Il progetto sarà presentato nel dettaglio in una conferenza, aperta a tutti e in programma alle 18 sempre del 13 aprile, alla quale interverranno Michele Abbaticchio - Sindaco della Città di Bitonto, il professor Eugenio Di Sciascio - Magnifico Rettore del Politecnico di Bari e Luigi La Rocca - Soprintendente SAPAB Città Metropolitana di Bari. Seguiranno gli interventi del professor Nicola Parisi - Politecnico di Bari, del professor Sandro Sublimi - Università degli Studi di Bari, della dottoressa Elena Dellù - SAPAB Città Metropolitana di Bari, della dottoressa Michaela Ciocia - Archeoexplora, del professor Maurizio Michilli - Università di Sassari.

"Officina del Tempo" nasce da un'idea dell'associazione Archeoexplora e del Centro Tecnologico Fablab Poliba, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica e dell Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari, il Comune di Bitonto, il Laboratorio di Antropologia dell'Università degli Studi di Bari e libere professionalità.
Per iscriversi alle attività di "Officina del Tempo", tutte gratuite, è necessario attraverso la pagina facebook Archeoexplora o scrivendo all'indirizzo info@archeoexplora.com
  • Michele Abbaticchio
  • FabLab
  • Centro Tecnologico per la Fabbricazione Digitale FabLab
  • Archeologia
  • ArcheoExplora
Altri contenuti a tema
Cittadella del Bambino a Bitonto, Abbaticchio: «Ricuciamo la periferia al centro» Cittadella del Bambino a Bitonto, Abbaticchio: «Ricuciamo la periferia al centro» Soddisfatto anche il sindaco metropolitano Decaro: «Occupiamo con la bellezza gli spazi degradati»
Oggi Emiliano e Decaro a Bitonto per inaugurare la Cittadella del Bambino Oggi Emiliano e Decaro a Bitonto per inaugurare la Cittadella del Bambino Conclusi i lavori per il parco esterno: esposte anche le sculture della mostra di Franco Sannicandro
Sul ponte della Bitonto-Palo arriva la luce Sul ponte della Bitonto-Palo arriva la luce Collaudi ok per i lavori di illuminazione dell'intersezione. Abbaticchio: «Grazie alla Città Metropolitana e a Decaro»
Si dimette l'assessore all'Ambiente del comune di Bitonto Si dimette l'assessore all'Ambiente del comune di Bitonto Motivi personali e professionali alla base della scelta. Abbaticchio: «È una parte importante della nostra storia»
Furto alla scuola Spinelli di Bitonto, Abbaticchio: «Una porcheria rubare nella casa dei bambini» Furto alla scuola Spinelli di Bitonto, Abbaticchio: «Una porcheria rubare nella casa dei bambini» Rubati colori, matite, fogli e apparecchi elettronici. È il secondo nel giro di un mese
Un tratto a 4 corsie e tre rotatorie a Bitonto sulla Sp231 Un tratto a 4 corsie e tre rotatorie a Bitonto sulla Sp231 Approvati lavori di messa in sicurezza per quasi 8milioni di euro. Abbaticchio: «Tutti hanno fatto la loro parte»
Allarme processionaria a scuola: chiuso a Bitonto il liceo scientifico Allarme processionaria a scuola: chiuso a Bitonto il liceo scientifico Abbaticchio: «Decisione necessaria attesa di interventi immediati dalla Città Metropolitana»
Abbaticchio: «Si inserisca Bitonto nel nome dell'aeroporto» Abbaticchio: «Si inserisca Bitonto nel nome dell'aeroporto» Il sindaco diserta l'inaugurazione della nuova pista: «Per la nostra città tanti disagi e pochissimi vantaggi»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.