BEE BOT
BEE BOT
Scuola e Lavoro

La robotica nelle scuole di Bitonto: imparare con Bee-Bot

Presentato sabato a il PON di robotica educativa e coding della Scuola Caiati

Quando si pensa alla robotica, generalmente, affiorano alla mente meccanismi complicatissimi, utilizzati da figure professionali altamente specializzate, utili alla progettazione e allo sviluppo dei robot. È una delle ultime avanguardie ingegneristiche, che allontanandosi dai laboratori sta entrando in maniera prorompente nella quotidianità dell'uomo.
Da qualche anno si sente parlare persino di robotica educativa. A sperimentarla, sono stati alcuni bambini delle classi 1°, 2° e 3° elementare della Scuola G. Caiati di Bitonto, in un progetto formativo incentrato sulla scoperta della robotica e del linguaggio del coding, presentato sabato mattina nel plesso di Via Abbaticchio, dalla docente esperta del Pon, Lucia Barile e dalla docente tutor Annamaria Achille.
Imparare giocando attraverso la robotica rappresenta una novità didattica, un metodo più semplice che facilita l'apprendimento creativo. Protagonista del percorso è stata l'amica "Bee-Bot", l'ape robot, con la quale gli alunni hanno sperimentato il linguaggio della programmazione, attraverso azioni volte a sviluppare il pensiero computazionale, ovvero quel processo mentale che consente di risolvere problemi in maniera efficace e veloce. Servirsi di un robot ha permesso ai bambini di esplorare il mondo con semplici comandi e aiutarli a muoversi nello spazio. Infatti Bee-Bot presenta nella parte superiore tasti direzionali, che si possono attivare premendoli. L'ape è dotata di un sistema di programmazione e può memorizzare sino a 40 mosse. Una volta stabilito il percorso da seguire, l'ape esegue esattamente i comandi impartiti dai piccoli programmatori. Attraverso l'esperienza di simulazione pratica, effettuata con alcuni giochi, come per esempio il gioco dell'Oca o la fiaba di Biancaneve, i bambini hanno sviluppato capacità logiche e matematiche, rafforzando il concetto di lateralizzazione, ovvero la capacità di saper distinguere la destra dalla sinistra. A disposizione dei bambini anche "Mind-Designer" il robot parlante che sa disegnare, e "Cubetto" il robot di legno indicato per i primi anni della scuola dell'infanzia.

«Insegnare coding è stato stimolante ed entusiasmante perché mi ha appassionata, e ha arricchito la mia esperienza, la mia conoscenza di questa nuova sfida didattica. La reazione dei bambini a questo nuovo modo di apprendere è stata colta come un'opportunità eccezionale che ha permesso loro di imparare divertendosi» ha detto l'insegnante responsabile del PON Lucia Barile.
Durante la presentazione del PON i bambini hanno effettuato tutte le attività di gioco svolte durante l'anno, illustrando ai genitori anche il software Bee Bot, una sorta di videogioco che consente di muovere virtualmente l'ape robot sulla lavagna interattiva. Hanno poi eseguito, a conclusione dell'appuntamento, la Danza dell'Ape, una coreografia pensata con i movimenti dei robot.
  • scuola
  • Scuole Bitonto
Altri contenuti a tema
Sicurezza edifici pubblici: risorse in ballo anche per Bitonto Sicurezza edifici pubblici: risorse in ballo anche per Bitonto Dal Governo 12,5 milioni di euro. Ruggiero(M5S): «Priorità alle scuole. Fondi anche per Province e Città metropolitane»
Decine di accessi nel primo anno del progetto contro la dispersione scolastica a Bitonto Decine di accessi nel primo anno del progetto contro la dispersione scolastica a Bitonto A chiedere sostegno genitori e alunni. L'assessore Saracino: «Problema sottovalutato»
1 Mangiare sano sin da piccoli con la guida del Pastaio Maffei Mangiare sano sin da piccoli con la guida del Pastaio Maffei Porte aperte allo stabilimento di Barletta per le visite delle scolaresche
Concorso “Vitale Giordano”: giovedì la premiazione dei vincitori con Massimo Temporelli Concorso “Vitale Giordano”: giovedì la premiazione dei vincitori con Massimo Temporelli L'iniziativa promuove la divulgazione scientifica tra gli studenti
Per la Giornata Internazionale della “Francofonia” in scena a Bitonto lo spettacolo “Moi, Je Suis Francophone” Per la Giornata Internazionale della “Francofonia” in scena a Bitonto lo spettacolo “Moi, Je Suis Francophone” Protagonisti alunni e docenti del comprensivo Modugno-Rutigliano-Rogadeo
Mensa scolastica rinnovata a Bitonto: prodotti biologici, più scelta e si paga anche col POS Mensa scolastica rinnovata a Bitonto: prodotti biologici, più scelta e si paga anche col POS Cambiano anche i costi: 1 euro in più al mese per le fasce più basse. L'assessore Saracino: «Variazioni concordate coi genitori»
Gli alunni del comprensivo Modugno-Rutigliano-Rogadeo in scena contro eccidi ed estremismi Gli alunni del comprensivo Modugno-Rutigliano-Rogadeo in scena contro eccidi ed estremismi Uno spettacolo di studenti e docenti nell’ambito della rassegna teatrale del comune di Bitonto “Memento”
Contro la dispersione scolastica a Bitonto sportelli di ascolto ed sms ai genitori sulle assenze Contro la dispersione scolastica a Bitonto sportelli di ascolto ed sms ai genitori sulle assenze Assessore Saracino: «Fondamentale la collaborazione di famiglie e docenti»
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.