Monumento ai caduti di Cifariello
Monumento ai caduti di Cifariello
Vita di città

Un nuovo monumento per onorare i bitontini caduti in guerra con il concorso di idee del Centro Ricerche

Potrebbe essere collocato in una piazza centrale della città

Elaborare il progetto di un nuovo monumento per commemorare i bitontini morti durante la Prima Guerra Mondiale, grazie alle indicazioni di tutti i cittadini. È questo l'obiettivo del concorso di idee con cui il Centro Ricerche di Storia e Arte bitontini, con il patrocinio dell'amministrazione comunale, ha deciso di celebrare i cento anni dalla conclusione della Grande Guerra, «che ha visto perire sul campo di battaglia – raccontano dal Centro Ricerche - e marcire nei campi di concentramento il fiore della gioventù del primo Novecento, per quella che fu definita "una inutile strage».

«Tanto si rende ancora più necessario – spiegano i responsabili dell'associazione culturale - in considerazione che la città di Bitonto pur possedeva un grandioso monumento, opera dello scultore Filippo Cifariello, collocato al centro della città e immortalato in mille foto. Un monumento, storicamente collocato e plasticamente efficace a significare la vittoria dei fanti italiani nel primo conflitto mondiale. Per una serie di eventi tale monumento di bronzo, inaugurato pur tra forti polemiche nel 1925, nel 1940 fu scomposto e donato alla Patria per farne armi. L'idea di porre un argine a quella ferita è stata coltivata nel tempo con una prima installazione nel 1978, non molto gradita alla cittadinanza che ora richiede con insistenza un qualcosa di significativo che riporti alla memoria delle presenti e future generazioni i sacrifici di molti bitontini che in maniera diversa hanno dovuto pagare con la vita il servizio alla Patria».
Il tema da sviluppare è: «Memoria e Onore alle vittime della guerra e della violenza».

«I partecipanti – si legge nel bando scaricabile, insieme alla modulo per la partecipazione sul sito del Centro Ricerche - dovranno provvedere alla elaborazione grafica del bozzetto di un monumento. Tale elaborato, unitamente alla domanda di partecipazione redatta secondo lo schema allegato al presente bando, dovrà pervenire alla sede del Centro Ricerche di storia e arte Bitonto, via Santi Medici 7, 70032 Bitonto, entro il 30 settembre 2018. I lavori o tramite raccomandata o per via diretta dovranno pervenire presso la sede del Centro Ricerche improrogabilmente tra il 15 e il 30 settembre 2018».

«La scelta dei materiali da indicare – specifica il bando - per la realizzazione del monumento e le dimensioni sono lasciate alla libera interpretazione del concorrente, purché compatibili con l'ambiente circostante e fortemente legati alla tradizione locale. L'elaborato potrà essere realizzato con qualsiasi tecnica artistica e su supporto grafico tradizionale nelle dimensioni massime di 60X80 cm».
Al concorso di idee potranno partecipare quanti, artisti, ingegneri, architetti, studenti dell'Accademia, ecc., ritengono opportuno cimentarsi in questo ambito.

Gli elaborati pervenuti presso la sede del Centro Ricerche entro il termine previsto dall'art.3, corredati da una scheda sintetica che descriva l'opera, saranno sottoposti al giudizio di una apposita giuria composta dal presidente Stefano Milillo e due rappresentanti del Centro Ricerche, dal sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, dalla direttrice della Galleria nazionale De Vanna, Nuccia Barbone e da uno storico dell'arte. La giuria si riunirà entro il 10 ottobre e in mancanza dei requisiti qualitativi minimi degli elaborati pervenuti, potrà riservarsi di non assegnare il premio.

«Per la realizzazione dell'elaborato – specifica ancora il bando - il Centro Ricerche fissa la somma di € 1.500,00 per il vincitore. Il Centro Ricerche si riserva di assegnare un ulteriore premio di minore consistenza a seguito della votazione eseguita dai visitatori alla Mostra degli elaborati che sarà tenuta nel mese di novembre presso la Galleria Nazionale "De Vanna". Nel prossimo numero della rivista Studi Bitontini (n. 105) sarà riservata apposita sezione agli elaborati pervenuti.
Per ogni informazione e delucidazione è possibile rivolgersi al Referente del concorso, arch. Antonio Stellacci (toninostellacci@libero.it) o direttamente alla Segreteria del Centro ricerche (info@centroricerchebitonto.com)
  • Centro Ricerche Storia e Arte - Bitonto
  • I Guerra Mondiale
Altri contenuti a tema
"Quando la virtù è donna", il 7 giugno un evento a Bitonto "Quando la virtù è donna", il 7 giugno un evento a Bitonto L'organizzazione a cura dell'Arciconfraternita di Santa Maria del Suffragio, in collaborazione con il Centro Ricerche di Storia e Arte
“Di Venerdì”, il Centro Ricerche e Valentino Romano ricordano Gaetano Salvemini “Di Venerdì”, il Centro Ricerche e Valentino Romano ricordano Gaetano Salvemini Appuntamento al 3 giugno, alle 18.30, nella chiesa dell'Annunziata
“Di Venerdì”. Viaggio nella Bari del 1799 con il giornalista Giuseppe Di Matteo “Di Venerdì”. Viaggio nella Bari del 1799 con il giornalista Giuseppe Di Matteo Il 29 aprile, secondo appuntamento con la storia, a cura del Centro Ricerche di Bitonto e della fondazione De Palo - Ungaro
Al via la rassegna ‘Di Venerdì’, 5 appuntamenti con la Storia Al via la rassegna ‘Di Venerdì’, 5 appuntamenti con la Storia Dal 22 aprile al 3 giugno. Ospiti gli autori di recenti pubblicazioni a tema
Il Centro Ricerche celebra Dante Alighieri, il padre della lingua italiana Il Centro Ricerche celebra Dante Alighieri, il padre della lingua italiana Martedì 22 marzo si terrà un momento di riflessione nella Chiesa dell'Annunziata
Tentativo di danneggiamento obelisco in piazza Cattedrale a Bitonto Tentativo di danneggiamento obelisco in piazza Cattedrale a Bitonto Una nota del Centro ricerche di storia e arte indirizzata al primo cittadino per mettere in luce quanto accaduto
Centro Ricerche. La nuova tessera 2022 rende omaggio a San Filippo Neri Centro Ricerche. La nuova tessera 2022 rende omaggio a San Filippo Neri Nel quarto centenario dalla canonizzazione, si invoca il restauro della scultura lignea e si ricorda il dipinto trafugato
A Bitonto archeologia, storia e cultura diventano un festival A Bitonto archeologia, storia e cultura diventano un festival Sarà incentrato sul tema del lavoro in ogni epoca e abbraccerà anche pittura e fotografia
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.