Rifiuti senza fine sulla strada provinciale 88
Rifiuti senza fine sulla strada provinciale 88
Territorio e Ambiente

Campagne trasformate in discariche: l'allarme di Coldiretti Puglia

Chiesto il potenziamento del controllo sul territorio da parte della Polizia Locale

Lo smaltimento illegale dei rifiuti è diventata una delle principali attività delle ecomafie che in Puglia fa registrare il 28,7% delle infrazioni accertate nel ciclo dei rifiuti sul totale nazionale, secondo i dati dell'Osservatorio sulla criminalità nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare promosso da Coldiretti che riferisce come, sulla base degli accertamenti della magistratura, negli ultimi 20 anni in Puglia siano stati sversati, tombati o bruciati rifiuti di ogni genere.

È quanto denuncia Coldiretti Puglia che plaude all'attività delle forze dell'ordine, in riferimento al blitz dei militari della Guardia di Finanza di Foggia e i Carabinieri di Bari, con le indagini coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Bari, che ha portato a numerosi arresti per traffico e smaltimento illecito di rifiuti in aree non autorizzate.

«È inaccettabile che le nostre aree rurali vengano utilizzate come discariche a cielo aperto, depauperando un territorio curato e produttivo, inquinando la terra e il sottosuolo, arrecando un danno ingente all'imprenditore agricolo che spesso è chiamato a rimuovere i rifiuti sversati da altri, se non riesce a dimostrare di non averli prodotti», è la denuncia di Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

«Si tratta di un fenomeno grave ed in escalation, dove a sversare rifiuti di ogni genere non sono più soltanto i gruppi criminali, ma anche residenti che scaricano nelle aree rurali ogni genere di rifiuto, oltre a materiale edilizio abbandonato, senza il minimo rispetto della proprietà privata degli agricoltori e arrecando un danno ambientale e di immagine incalcolabile», prosegue ancora Muraglia.

«Nel 2015 la Regione Puglia ha pubblicato un bando a favore dei Comuni - ricorda Muraglia - che aiutava le amministrazioni comunali nell'attività di rimozione e smaltimento di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche, soprattutto in campagna».

«Sarebbe opportuno che ci fossero altri provvedimenti in tale direzione, perché gli agricoltori non possono restare sommersi dai rifiuti. Così come chiediamo che venga potenziato il controllo su territori assai vasti da parte della Polizia Locale dei differenti Comuni dove il fenomeno è particolarmente allarmante», conclude Muraglia.
  • Rifiuti Bitonto
  • Polizia Locale Bitonto
Altri contenuti a tema
A Bitonto si scaricano mobili e poltrone: così nasce una discarica A Bitonto si scaricano mobili e poltrone: così nasce una discarica Scoperta una enorme catasta di rifiuti. La denuncia delle Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale
Stanziati 100mila euro per ripulire le campagne di Bitonto dai rifiuti Stanziati 100mila euro per ripulire le campagne di Bitonto dai rifiuti Abbaticchio: «I rifiuti abbandonati nelle nostre campagne sono veleno per tutti»
Onda Civica: «Dubbi sull'operato dell'Amministrazione su Asv» Onda Civica: «Dubbi sull'operato dell'Amministrazione su Asv» Il gruppo politico contesta le scelte sull'approvazione delle tariffe Tari senza un Piano Economico e Finanziario della partecipata
1 La Sanb Bitonto ripulisce dai rifiuti il ponte su Lama Balice La Sanb Bitonto ripulisce dai rifiuti il ponte su Lama Balice «Qualcuno lo usa come un'enorme pattumiera a cielo aperto»
1 Differenziata sotto il 30% a Bitonto, Onda Civica: «Passi indietro» Differenziata sotto il 30% a Bitonto, Onda Civica: «Passi indietro» Critiche anche sulla mancata approvazione del PEF: «Cittadini penalizzati senza decurtamento costi»
Centro raccolta differenziata a Mariotto: indetta la gara Centro raccolta differenziata a Mariotto: indetta la gara La struttura comunale sarà realizzata su via Le Mattine, non distante dal campo sportivo
Incendi a raffica in via Amm.Vacca: Bitonto invasa dai fumi tossici Incendi a raffica in via Amm.Vacca: Bitonto invasa dai fumi tossici A fuoco cumuli di immondizia e rifiuti pericolosi. I residenti: «Siamo senza tutele»
Raccolta differenziata: a Bitonto peggiorano le percentuali Raccolta differenziata: a Bitonto peggiorano le percentuali Il dato scende sotto il 30% per il 2020 dopo un biennio in sostanziale equilibrio
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.