Tribunale Bari x
Tribunale Bari x
Enti locali

Tribunale di Bari inagibile: udienze con imputati detenuti spostate nell’aula bunker di Bitonto

Secondo il comune di Bari sarebbe ‘a rischio crollo’

Prima è stato fatto di tutto per chiudere, il più fretta possibile, tutte le sezioni distaccate dei tribunali civili e penali – comprese quelle di Bitonto e Modugno- e riunirle in un'unica struttura, nel capoluogo, in ottica di "razionalizzazione di costi". Una volta raggiunto l'obiettivo però si accorgono che la sede del Tribunale di Bari è inagibile e le udienze vanno spostate altrove.
Ennesimo teatro dell'assurdo a Bari dove gli uffici comunali hanno ritirato l'agibilità alla struttura di via Nazariantz dove si preparano, nel giro di appena tre giorni, a un clamoroso dietrofront che porterà alla riapertura, quantomeno temporanea, delle ex sedi distaccate del Tribunale Penale e Civile di Modugno e Bitonto.

La decisione del Comune arriva dopo la lunga relazione del procuratore Giuseppe Volpe che aveva spiegato come «la platea di fondazione del palazzo» non fosse «solida» e poggiasse «su terreno limoso e argilloso». «Il calcestruzzo di pilastri, solai e muri – aveva inoltre denunciato Volpe - è di pessima qualità e non risponde neanche ai parametri minimi antisismici». Il procuratore ha anche evidenziato come i tecnici abbiano sottolineano che «l'insicurezza sussista anche in assenza di scosse sismiche» e che «gli interventi di consolidamento eseguiti dall'Inail nel 2012 sono stati inutili».

Il risultato è che il presidente del Tribunale di Bari, Domenico De Facendis, ha disposto il rinvio di tutte le udienze previste da oggi a sabato nelle aule del Palagiustizia di via Nazariantz ad eccezione di direttissime, riesami, udienze preliminari con detenuti e convalide degli arresti. Le udienze di Riesame e misure di prevenzione di domani e le direttissime di venerdì e sabato saranno celebrate nell'aula della Corte di Assise. Le convalide degli arresti di oggi, domani e dopodomani si svolgeranno in altre aule della sede di piazza De Nicola e le udienze preliminari con imputati detenuti nell'aula bunker di Bitonto.

Il tutto in vista di un molto probabile sgombero dell'immobile, con conseguente «trasferimento del complesso dei beni strumentali e dei documenti indispensabili per l'esercizio delle funzioni giudiziarie, che coinvolgono interessi di rilevanza costituzionale e che pertanto non possono essere improvvisamente interrotte».
Il pericolo del fabbricato è emerso dalla relazione del professor Amedeo Vitone, commissionata dall'Inail (proprietaria dello stabile) a cui il Comune ha chiesto di far sapere entro cinque giorni quali interventi intende adottare per fronteggiare i rischi.
Sulla vicenda la procura ha deciso di aprire un'inchiesta, la terza sull'argomento: le prime due hanno portato ad alcune blande condanne di primo grado, mentre la posizione della maggior parte degli indagati è stata archiviata o gli eventuali reati passati in prescrizione.
  • Tribunale Bitonto
Altri contenuti a tema
Nel Tribunale di Bitonto le udienze preliminari Nel Tribunale di Bitonto le udienze preliminari Gli uffici giudiziari penali baresi si trasferiranno negli uffici di via Planelli, almeno fino alla primavera 2019
2 Sentenze pilotate in Tribunale: condannati i giudici di pace di Bitonto Sentenze pilotate in Tribunale: condannati i giudici di pace di Bitonto Concluso il primo grado del processo che li vede coinvolti insieme ad altri 12 imputati dei tribunali di Bari, Modugno, Corato, Altamura e Bitetto
1 Dopo la chiusura del Tribunale, a Bitonto uno «sportello di prossimità» Dopo la chiusura del Tribunale, a Bitonto uno «sportello di prossimità» L'annuncio è del ministro della Giustizia Andrea Orlando
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.