ND
ND
Cronaca

Quelle giostre rubate ai bambini, vergogna senza limiti

Il furto è avvenuto in una villa, indagano i Carabinieri. L'appello del proprietario: «Per noi sono tutto, ce le restituiscano»

Due giostre ruotanti in vetroresina su base metallica zincata, barchette, cavallucci ed elefantini colorati, oltre ad una moto elettrica per bambini ed una bicicletta. Anche i giochi d'infanzia possono essere rubati.

È accaduto in una villa rurale, lungo la strada provinciale 88, l'arteria che collega Giovinazzo a Bitonto, in località Cozzica. I soliti ignoti, dopo aver rotto due paletti e tagliato ben due reti di recinzione, si sono introdotti all'interno della località privata portando via tutte le giostre presenti all'interno. «Un gesto grave - le parole del proprietario, un ruvese residente in paese - perché rubare delle giostre significa rubare ai nostri figli il diritto alla gioia e alla felicità».

«Un atto - ha aggiunto - contro i bambini, che sono la parte più indifesa, e incolpevole della nostra comunità». E poi possibile che nessuno si sia accorto di quei movimenti strani e abbia sentito il dovere di fare una telefonata, anche anonima, per avvisare le forze dell'ordine? Trattandosi di refurtiva ingombrante è probabile che sia stato utilizzato un camion per portare via le giostre.E proprio le Guardie Campestri, nel corso degli approfonditi rilievi, hanno individuato delle tracce di pneumatici, probabilmente di un mezzo pesante con ruote gemellari posteriori, sul terreno, mentre sul vile episodio i Carabinieri della locale Stazione, a cui l'uomo ha denunciato il furto, stanno esaminando le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza di cui è dotata l'abitazione rurale.

La speranza è che questi ladri delle giostre leggano queste righe e, capita la gravità del gesto, le riportino lì: «Mi hanno rubato le giostre e il sorriso perché per i miei figli erano sinonimo di divertimento. La speranza è che chi ha fatto questo - conclude il proprietario - torni sui suoi passi e restituisca tutto».
  • Furti Bitonto
Altri contenuti a tema
Furto in un capannone nella zona industriale di Bitonto: arrestato un 43enne Furto in un capannone nella zona industriale di Bitonto: arrestato un 43enne È stato tradito dalle telecamere di videosorveglianza che aveva provato a sabotare
Furto d’auto a Palo: mezzo ritrovato a Bitonto 4 giorni dopo. Ma è cannibalizzato Furto d’auto a Palo: mezzo ritrovato a Bitonto 4 giorni dopo. Ma è cannibalizzato La vettura è stata ritrovata dai Carabinieri della locale stazione
Furti d’auto: provincia di Bari seconda nella classifica nazionale Furti d’auto: provincia di Bari seconda nella classifica nazionale In vetta la provincia BAT. Puglia regina incontrastata
Tentano furto in deposito di capi firmati a Bitonto: arrestati in 3 Tentano furto in deposito di capi firmati a Bitonto: arrestati in 3 Recuperato bottino da decina di migliaia di euro. Sono stati sorpresi da un carabiniere libero da servizio
Ruba energia all'Enel. Denunciato dai Carabinieri Ruba energia all'Enel. Denunciato dai Carabinieri Operazione anti-frode da parte dei militari della Stazione di Bitonto
Rubano 10 quintali di uva. 4 bitontini arrestati a Rutigliano Rubano 10 quintali di uva. 4 bitontini arrestati a Rutigliano I ladri, già noti alle forze dell'ordine e imparentati tra loro, sono stati ristretti ai domiciliari
Furto di mandorle sventato dalle Guardie Campestri Furto di mandorle sventato dalle Guardie Campestri L'episodio in località Macchia delle Prugne. Ladri in fuga, recuperata la refurtiva: oltre 100 chili
Il ladro è troppo maldestro, il colpo finisce malissimo Il ladro è troppo maldestro, il colpo finisce malissimo Un bitontino, in trasferta a Molfetta, si è impossessato di un Fiat Scudo, per poi finire contro una fioriera
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.