Il Padiglione Ventafridda
Il Padiglione Ventafridda
Vita di città

Padiglione Ventafridda conteso a Bitonto

Il Comune vuole inserirlo tra i beni pubblici. La Fondazione Villa Giovanni XXIII ne riafferma la proprietà

" … re Cappecciòine: ajire, recovere de cristièune siule, de povriidde pe necessetèute e de segnìure sfertenèute lassèute da parìinde ngagnèute", Tonino Bulzis.

Un tempo era un ricovero per i poveri della città e per i "signori caduti in disgrazia", in seguito trasformato in carcere temporaneo, poi scuola e infine struttura sanitaria per malati cronici. Adesso è un bene storico conteso fra il Comune di Bitonto e la Fondazione Villa Giovanni XXIII. Si tratta del Padiglione Cronici Giuseppe Ventafridda, addossato alla facciata principale del convento dei Cappuccini e da tempo abbandonato a se stesso. In realtà, negli ultimi tempi, qualcosa è sembrato muoversi, ma non esattamente nel senso che per i cittadini sarebbe lecito aspettarsi. Questo a causa di un contenzioso fra i due enti che se ne contendono la proprietà.

L'ultimo atto si è registrato negli scorsi giorni quando dalla Fondazione è arrivata la richiesta al Comune - che aveva attivato la procedura per inserirlo nei beni pubblici, visto lo stato di perenne degrado in cui versava – di "mediare" la vicenda. Proprio per dare seguito a questa mediazione, da Palazzo Gentile era stato avviato il procedimento per stabilire l'esatto valore della struttura che comprende, oltre all'edificio storico, anche una serie di orti annessi al Convento dei Cappuccini. Peccato però che al tecnico incaricato sia stata negata l'autorizzazione da parte della Fondazione a entrare nella struttura per le verifiche interne del caso. Un diniego che ha poi causato la successiva decisione della giunta comunale che ha «ritenuto non sussistenti le ragioni per aderire all'invito di mediazione, anche per la predetta negata autorizzazione di accesso all'immobile» ed ha per questo deciso di non prendere parte all'incontro di mediazione richiesto dalla Fondazione Villa Giovanni XXIII.

Palazzo Gentile, quindi, continuerà per la sua strada per assoggettare il bene alle proprietà comunali.
La vicenda, in ogni caso, sembra lontana da una rapida soluzione.



  • Comune di Bitonto
  • Villa Giovanni XXIII
Altri contenuti a tema
Quasi 35mila attualmente positivi in Puglia, dato in rialzo Quasi 35mila attualmente positivi in Puglia, dato in rialzo 1483 nuovi casi nelle ultime ore
Quasi 150mila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Quasi 150mila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Sfondata quota 4000 decessi
Un altro giorno con più di mille nuovi casi positivi in Puglia Un altro giorno con più di mille nuovi casi positivi in Puglia 1432 ricoverati negli ospedali, 170 dei quali in terapia intensiva
Più di 110mila guariti in Puglia ma il calo degli attualmente positivi non è drastico Più di 110mila guariti in Puglia ma il calo degli attualmente positivi non è drastico Bilancio dei decessi pesantissimo: quasi 4mila dall'inizio dell'emergenza
Risale il numero degli attualmente positivi in Puglia Risale il numero degli attualmente positivi in Puglia Oltre mille nuovi casi anche nelle ultime ore
Un'altra giornata con oltre mille nuovi casi positivi in Puglia Un'altra giornata con oltre mille nuovi casi positivi in Puglia Resta significativo il numero di pazienti ricoverati negli ospedali del territorio
Pagamenti in favore del Comune: dal 28 febbraio accettati solo quelli elettronici Pagamenti in favore del Comune: dal 28 febbraio accettati solo quelli elettronici Sarà obbligatorio per legge l’utilizzo del circuito pagoPA
Cala ancora il numero degli attualmente positivi in Puglia Cala ancora il numero degli attualmente positivi in Puglia Stabile invece il dato relativo ai ricoverati
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.