Vito Montanaro
Vito Montanaro
Cronaca

Concorsi truccati: arrestato il direttore Generale dell’Asl di Bari, Montanaro

Ai domiciliari anche il presidente della Basilicata, Pittella. Coinvolti nell'inchiesta della GdF di Matera su brogli nella Sanità lucana

Una maxi inchiesta della Procura della Repubblica di Matera su concorsi e forniture dell'Azienda Sanitaria lucana ha portato questa mattina ad arresti eccellenti, tra i quali spicca quello del direttore generale dell'Asl Bari, Vito Montanaro e del responsabile dell'anticorruzione della stessa Asl, l'avvocato Luigi Fruscio.

Ci sono anche loro, infatti, tra le trenta persone destinatarie di misure cautelari nell'ambito di una indagine, coordinata dalla Procura di Matera, su presunti illeciti nella sanità lucana. A quanto si apprende ai due indagati pugliesi, entrambi agli arresti domiciliari, viene contestato un episodio di abuso d'ufficio legato ad un presunto concorso truccato alla Asl di Matera.

Secondo quanto emerge dalle indagini, Vito Montanaro, dg della Asl di Bari, ai domiciliari nell'ambito di una indagine sulla sanità lucana della Procura di Matera, sarebbe intervenuto, rivolgendosi al direttore generale della Asl materana Pietro Quinto, per agevolare il posizionamento "utile" in graduatoria di Luigi Fruscio, attualmente responsabile anti-corruzione della Asl di Bari (anche lui ai domiciliari), nel concorso indetto nel giugno 2017 per un posto da dirigente alla ASM.

Il buon punteggio, «attribuito a tavolino», ritengono gli inquirenti, avrebbe consentito a Fruscio lo «scorrimento della graduatoria con assunzione presso altre aziende sanitarie locali». Ai due indagati si contestano i reati di abuso d'ufficio e rivelazione di segreti d'ufficio. Trenta, in tutto, le misure restrittive eseguite da parte della Guardia di Finanza di Matera.

L'inchiesta è partita da un'operazione sul sistema sanitario in Basilicata nei confronti di persone coinvolte «a vario titolo in fatti riconducibili a reati contro la Pubblica amministrazione». L'attività «ha visto impegnati, allo stato, circa 100 tra uomini e donne delle Fiamme Gialle».
  • Asl Bari
Altri contenuti a tema
Pediatra revocata a Bitonto, il sindaco scrive alla Asl: «Rivedete la disposizione» Pediatra revocata a Bitonto, il sindaco scrive alla Asl: «Rivedete la disposizione» Preoccupato anche Damascelli: «Ingiusto costringere i piccoli a forzate trasferte a Palo»
Stop della Asl alla pediatra amata dai pazienti: 550 mamme sul piede di guerra Stop della Asl alla pediatra amata dai pazienti: 550 mamme sul piede di guerra Revocato l'incarico alla dottoressa Rosanna Scaraggi. Genitori costretti a portare i neonati a Palo del Colle
Ok dal Ministero ai farmaci per malattie rare, ma Asl e Regione restano al palo Ok dal Ministero ai farmaci per malattie rare, ma Asl e Regione restano al palo Damascelli (FI): «Inconcepibile che le famiglie debbano farsi carico dell'inefficienza della politica»
Due furti in quattro giorni all'ex ospedale di Bitonto: rubate attrezzature informatiche Due furti in quattro giorni all'ex ospedale di Bitonto: rubate attrezzature informatiche Damascelli (FI): «Asl attivi vigilanza armata. Struttura alla mercè di ladri, vandali e malintenzionati»
Con #pensaachiresta il comune dichiara guerra alle vittime della strada per l'abuso di alcol, droghe e telefonini Con #pensaachiresta il comune dichiara guerra alle vittime della strada per l'abuso di alcol, droghe e telefonini Presentato negli scorsi il progetto di sensibilizzazione che coinvolge anche il comune di Bari
Ischemia scambiata per attacco di panico: rinviato il processo sul caso di Patrizia Minerva Ischemia scambiata per attacco di panico: rinviato il processo sul caso di Patrizia Minerva Una lunga serie di ritardi per la vicenda della 24enne bitontina rimasta tetraplegica
Nuovo contratto per gli ex dipendenti del Maria Cristina, Abbaticchio: «Vittoria di tutti» Nuovo contratto per gli ex dipendenti del Maria Cristina, Abbaticchio: «Vittoria di tutti» Le videointerviste. Emiliano: «Ora sotto col lavoro». Damascelli: «Accanto a loro anche per gli stipendi mai ricevuti»
Concorsi truccati Asl: assolto da tutte le accuse Giuseppe Lonardelli Concorsi truccati Asl: assolto da tutte le accuse Giuseppe Lonardelli «Il fatto non sussiste». Archiviata definitivamente la vicenda giudiziaria del medico bitontino
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.