Carlo Giuffr al teatro Traetta di Bitonto
Carlo Giuffr al teatro Traetta di Bitonto
Cultura, Eventi e Spettacolo

Morto l’attore Carlo Giuffrè: nel 2007 portò a Bitonto un memorabile ‘Medico dei pazzi’

Questo pomeriggio, intanto, sarà presentata la nuova stagione del Teatro Traetta. Ma non lo sa nessuno

È morto ieri, all'età di 89 anni, uno dei più grandi testimoni del teatro italiano: Carlo Giuffrè. Era malato da tempo e avrebbe compiuto il suo novantesimo compleanno il 3 dicembre prossimo. L'attore napoletano si era diplomato all'Accademia nazionale di arte drammatica, debuttando sul palcoscenico nel 1947 con il fratello Aldo, morto nel 2010. E due anni dopo i due attori avevano cominciato a lavorare con Eduardo De Filippo, che diresse Carlo Giuffrè anche nel suo esordio cinematografico, in «Napoli milionaria» del 1950. Da allora, Carlo Giuffrè ha interpretato decine di film, con registi come Roberto Rossellini, Pietro Germi, Mario Mattoli, Dino Risi, Steno, Luciano Salce, Liliana Cavani, Roberto Benigni. La sua ultima apparizione sul grande schermo è in «Se mi lasci non vale», firmato nel 2016 da Vincenzo Salemme.

L'amore per la commedia napoletana era di certo il suo carattere distintivo tanto che in molti lo ricordano a Bitonto nel 2007, quando fu protagonista di un "Medico dei pazzi", di Scarpetta, davvero memorabile.
«La sua memorabile interpretazione incantò il pubblico in un teatro tutto esaurito per tre sere consecutive», ricorda il professor Nicola Pice, all'epoca sindaco di Bitonto.
«Lo ricordo bene – è la testimonianza dell'attore bitontino Raffaello Fusaro, che lo conosceva personalmente - erano stagioni di teatro importanti per la nostra città, con protagonisti veri. Ho conosciuto Giuffrè a casa di un pittore romano, mi raccontò con umiltà e dettagli la sua storia. Sono andato a trovarlo nuovamente dopo quel giorno. Un grande uomo delle scene nazionali».

Nel frattempo, questo pomeriggio sarà presentata a Bitonto la nuova stagione teatrale, ma nessuno ne è al corrente. Per spiegare ai giornalisti la serie di eventi e spettacoli in programma per la stagione 2019, infatti, il Teatro Pubblico Pugliese e il Comune di Bitonto hanno ritenuto di non dover informare nessun giornalista dell'appuntamento, riservato, evidentemente, soltanto ai relatori. Per ovviare all'assurda circostanza, si è provato a rimediare con un informale messaggio su whatsapp fatto girare ieri, in tarda serata, fra gli addetti ai lavori dal sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio e dall'assessore al Marketing Territoriale, Rocco Rino Mangini.
Che si tratti di un'innovativa strategia di promozione culturale e del territorio ancora sconosciuta ai comuni mortali?
  • Michele Abbaticchio
  • Nicola Pice
  • Teatro Pubblico Pugliese
  • Stagione Teatro Traetta
  • Teatro Traetta
  • Rino Rocco Mangini
  • Raffaello Fusaro
Altri contenuti a tema
Il comune di Bitonto chiama a raccolta street artist e writers Il comune di Bitonto chiama a raccolta street artist e writers Collaboreranno in un progetto per vincere il bando della regione Puglia sull'arte di strada
La musica in piazza Cattedrale snerva i residenti: concerto fermato La musica in piazza Cattedrale snerva i residenti: concerto fermato Lite fra i gestori di un locale e un vicino: interviene la Polizia
Era a Bitonto il ghanese morto in mare a Pane e Pomodoro Era a Bitonto il ghanese morto in mare a Pane e Pomodoro Abbaticchio: «Gentile e perfettamente integrato. Una scomparsa che fa male»
Decreto Sicurezza, Abbaticchio: «Salvini pensa solo ai migranti. Niente contro mafia e droga» Decreto Sicurezza, Abbaticchio: «Salvini pensa solo ai migranti. Niente contro mafia e droga» Per il leader di Italia in Comune «dopo la morte della giustizia sociale ora tocca alla morte del Sud»
«Col reddito di cittadinanza abbiamo aiutato i poveri di Bitonto» «Col reddito di cittadinanza abbiamo aiutato i poveri di Bitonto» La deputata Ruggiero (M5S) difende il provvedimento: «Adesso le famiglie arrivano a fine mese»
Ripulite le scritte sulla facciata della chiesa di San Francesco la Scarpa Ripulite le scritte sulla facciata della chiesa di San Francesco la Scarpa Abbaticchio: «Assurdo che nessuno parli mentre 4 pirla fanno quello che vogliono»
Il Comune di Bitonto presta le opere di Francesco Speranza alla Galleria de Vanna Il Comune di Bitonto presta le opere di Francesco Speranza alla Galleria de Vanna Saranno esposte nella sala/vetrina dedicata al pittore bitontino e visibile da via Rogadeo
Contenzioso ASV-Multiservizi: la Corte d'Appello dà ragione al comune di Bitonto Contenzioso ASV-Multiservizi: la Corte d'Appello dà ragione al comune di Bitonto Infondate le pretese del socio privato della partecipata del Comune che chiedeva 5 milioni di euro come risarcimento
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.