Discarica materiali ferrosi
Discarica materiali ferrosi
Politica

«Con i risarcimenti del processo contro la Fer.Live un’opera che ricordi l’impegno di Bitonto»

La proposta dei politici bitontini per non dimenticare il momento di unità

Un'opera per ricordare uno dei pochi momenti in cui l'intera comunità bitontina ha provato a presentarsi unita davanti a un pericolo comune, la discarica di materiali ferrosi che la Fer.Live voleva costruire in contrada Colaianni e stroncata dai giudici dopo il ricorso del comune di Bitonto. È la proposta che arriva da Psi, Insieme per la città, Governare il futuro, Sinistra Italiana, Partito Democratico, Città Democratica, Laboratorio e dal consigliere comunale indipendente, Dino Ciminiello che hanno sottoscritto una richiesta inviata in queste ore a Palazzo Gentile.

«La sentenza del Tribunale di Stato del 28 agosto sul caso Ferlive, oggi ad "euforia placata", permette di fare nuove riflessioni – scrivono i firmatari della proposta - ribadendo la straordinaria unità d'intenti di tutta la comunità cittadina rileviamo che non è certo responsabilità dei cittadini di Bitonto se si è arrivati fino al massimo grado della giustizia amministrativa per evitare l'ecomostro Ferlive. In molti, che pur avevano concesso i loro pareri favorevoli, si son sbracciati nell'esultanza della vittoria. E allora, nella buona tradizione italica, tutti vincitori e nessuno sconfitto».

Cedendo, ancora una volta, alla tentazione di assegnare "meriti" e "colpe" della vicenda, i protagonisti della richiesta rilevano però che, in realtà, «qualcuno che qualcosa ha perso c'è. E sono le decine di persone, che tra associazioni, movimenti, partiti o anche da semplici cittadini hanno speso parte del loro tempo, hanno messo a disposizione il loro entusiasmo e le loro competenze. Alcuni ci hanno rimesso anche del proprio denaro per metter su manifestazioni, banchetti e volantini. Insomma, sono i volenterosi. Che in quanto tali ed essendo mossi solo da sani principi non hanno perso tempo a rivendicare ognuno il proprio superiore attivismo ecologico, ambientale e sempre al servizio del cittadino. Non si può che esserne felici quando si mette il Bene Comune al di sopra di tutto».

Ecco allora il suggerimento: «Chiediamo a tutti gli attori di questa vicenda di dare un ulteriore segnale di attenzione alla Città. Leggiamo, infatti, tra le righe del dispositivo giudiziale, che a chi si è costituito in giudizio venga riconosciuta una somma di 5mila euro a titolo di risarcimento. Il nostro appello è che, in ossequio alle parole del Mahatma Gandhi a proposito del sacrificio di ognuno per la comunità, la somma eccedente le vive spese legali venisse investita per il bene comune, per la città, per un'opera che ricordi questa straordinaria esplosione d'intenti nel segno del rinnovato sentire comune».

«I sottoscritti – concludono i firmatari della proposta - si dichiarano disponibili ad aprire un momento di condivisione in tal senso».
  • discarica
  • Fer.Live
Altri contenuti a tema
Il blocco alla discarica Fer.Live è (adesso) «una vittoria di tutti» Il blocco alla discarica Fer.Live è (adesso) «una vittoria di tutti» Politica e associazionismo vincono la battaglia. Nonostante le baruffe
I giudici stoppano la discarica Fer.Live e condannano la società a pagare le spese processuali I giudici stoppano la discarica Fer.Live e condannano la società a pagare le spese processuali Le motivazioni della sentenza che ha disinnescato la bomba ecologica che rischiava di nascere in contrada Colaianni
Finisce un incubo per Bitonto: il consiglio di Stato dice NO alla discarica Fer.live Finisce un incubo per Bitonto: il consiglio di Stato dice NO alla discarica Fer.live Abbaticchio: «È un bel giorno per Bitonto. Tutta intera»
Il comitato anti discarica si difende sulla raccolta firme: «Attacchi gratuiti e senza fondamento» Il comitato anti discarica si difende sulla raccolta firme: «Attacchi gratuiti e senza fondamento» Le precisazioni di “Ambiente è Vita” sull’iniziativa contro la Fer.live
Ex-discarica di Bitonto: dalla Regione 370mila euro per la bonifica Ex-discarica di Bitonto: dalla Regione 370mila euro per la bonifica Saranno impiegati per il piano di caratterizzazione e l’analisi di rischio
Multe a forestieri e bitontini sporcaccioni, Sass e Fare Verde contro i «nuovi barbari» Multe a forestieri e bitontini sporcaccioni, Sass e Fare Verde contro i «nuovi barbari» «Bene il lavoro della Polizia Municipale, ma non abbassiamo la guardia»
Contro il degrado urbano un app per segnalare discariche, vandalismi e affissioni abusive Contro il degrado urbano un app per segnalare discariche, vandalismi e affissioni abusive La proposta è dell'associazione SASS Puglia Onlus che ha chiesto l'adesione del comune di Bitonto
Il comitato Ambiente è Vita si costituisce in giudizio nel ricorso della Fer.Live sulla discarica Il comitato Ambiente è Vita si costituisce in giudizio nel ricorso della Fer.Live sulla discarica Nei prossimi giorni una raccolta firme a Terlizzi e Sovereto
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.