Padre Pierluigi Maccalli
Padre Pierluigi Maccalli
Cronaca

Liberato dai terroristi padre Maccalli, per anni allo SMA di Bitonto

Era stato rapito nel 2018. Per molto tempo è stato punto di riferimento dei missionari africani a Palombaio

Le sue tracce si erano perse il 17 settembre del 2018, quando un gruppo di terroristi lo aveva rapito mentre era a Bomoanga, a 125 chilometri dalla capitale Niamey, quasi al confine col Burkina Faso. Adesso, padre Pierluigi Maccalli, per anni punto di riferimento della Società delle Missioni Africane di Bitonto, potrà tornare ad abbracciare i suoi cari e la sua comunità religiosa. Il missionario 59enne, originario di Cremona, che tornerà in patria oggi pomeriggio, con il turista italiano Nicola Chiacchio, anch'egli rapito dai Jihadisti, è stato liberato insieme alla cooperante francese Sophie Petronin e a un ex ministro del Mali, Soumalia Cissè, tutti nelle mani dei terroristi.

Ad aprile di quest'anno i terroristi avevano inviato un video al giornale "L'Avvenire" in cui il religioso appariva insieme a Chiacchio dimagrito, ma vivo, come prova del suo stato di buona salute. Maccalli era stato prelevato da un gruppo di 16 persone giunte a bordo di 8 potenti moto che dopo essersi annunciati a colpi di mitra, hanno preso il religioso e saccheggiato le case delle suore poco distanti.
La mancanza di notizie per mesi aveva fatto temere il peggio, ma fortunatamente il personale dell'Aise (Agenzia informazioni e sicurezza esterna) non ha mai mollato la presa ed è riuscita a portare a termine l'operazione con la collaborazione delle autorità e dei servizi maliani, in contesti territoriali caratterizzati da estrema complessità e pericolosità. Secondo la Farnesina, «il buon esito dell'operazione, oltre a mettere in luce la professionalità, le capacità operative e di relazione dell'intelligence, ha evidenziato anche l'eccellente opera investigativa dell'Autorità giudiziaria italiana ed il prezioso lavoro svolto dalle donne e degli uomini del ministero degli Affari Esteri e dell'intera Unità di Crisi della Farnesina».
Sull'identità precisa dei rapitori le autorità maliane non hanno fornito ulteriori particolari, ma secondo fonti interne l'operazione sarebbe stata portata a termine come contropartita per la liberazione di alcuni terroristi.

In Niger Maccalli, prima del suo rapimento, operava nella parrocchia di Bomoanga, dove si dedicava quotidianamente all'evangelizzazione e alla promozione umana, spendendosi anche per contrastare le pratiche cruente legate alle culture tradizionali, come la circoncisione e l'escissione delle donne. Dal 2007 si è sempre dedicato all'opera missionaria presso il popolo gurmancé, nell'annuncio del vangelo, nell'organizzazione delle piccole comunità cristiane, nella costruzione di scuole rurali e ambulatori medici, nella promozione femminile e nello scavo di pozzi nei villaggi disseminati sul territorio della parrocchia di Bomoanga.

Maccalli fu a Palombaio negli anni '80 quando riuscì a coinvolgere tanti giovani bitontini nelle attività del centro fondato da padre Gianfranco Brignone e nella sua ristrutturazione.



  • palombaio
Altri contenuti a tema
Metano a Palombaio: all'inizio del 2021 l'avvio dei lavori Metano a Palombaio: all'inizio del 2021 l'avvio dei lavori Abbaticchio: «Potrebbero partire nei primi mesi dell'anno». Si studia l'estensione fino a Mariotto
Da lunedì una pattuglia di Polizia Locale dedicata alle frazioni Da lunedì una pattuglia di Polizia Locale dedicata alle frazioni Ciminiello (ItC): «Sforzo organizzativo immane ma è una priorità»
Verde pubblico a Bitonto: è allarme per i lecci delle frazioni Verde pubblico a Bitonto: è allarme per i lecci delle frazioni Le condizioni degli alberi peggiorano costantemente. I residenti chiedono interventi urgenti
Gas metano nelle frazioni di Bitonto: si parte da Palombaio Gas metano nelle frazioni di Bitonto: si parte da Palombaio Abbaticchio: «Fieri di entrare nella storia di Palombaio e, poi, Mariotto»
Centro sportivo a Palombaio, Forza Italia: «Nessuna speranza: progetto presentato fuori tempo» Centro sportivo a Palombaio, Forza Italia: «Nessuna speranza: progetto presentato fuori tempo» Carmela Rossiello (FI) attacca l'amministrazione: «Un fatto tragicomico»
Contro il coronavirus aiuti dal mondo agricolo di Bitonto Contro il coronavirus aiuti dal mondo agricolo di Bitonto Il consorzio irriguo “Chiascia San Barbato” di Palombaio dona duecento tute certificate al Policlinico di Bari
Riapre l'Ufficio Postale di Palombaio Riapre l'Ufficio Postale di Palombaio Abbaticchio: «Grazie a Poste Italiane per aver accolto le mie ripetute sollecitazioni»
Coronavirus: prima vittima a Bitonto Coronavirus: prima vittima a Bitonto Non ce l'ha fatta l'uomo di Palombaio. Abbaticchio: «Il lutto della famiglia esteso alla comunità come monito»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.