I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Ladro d'auto in trasferta da Bitonto a Cassano: arrestato

Un 26enne è stato incastrato dalle telecamere e dai vestiti indossati per il furto: è stato rinchiuso in carcere

I Carabinieri della Stazione di Cassano delle Murge hanno arrestato, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo, un 26enne di Bitonto ritenuto responsabile del furto di un'auto avvenuto a Cassano quest'estate.

Alle prime ore dell'alba del 30 luglio scorso, il giovane, insieme ad altri due complici, tutti a volto coperto, si recarono a Cassano e, dopo aver individuato un'auto parcheggiata in via Pio XII se ne impossessarono fuggendo verso Bitonto. Le indagini dei militari della locale Stazione, avviate con l'esame delle varie telecamere pubbliche e private ubicate nei pressi del luogo in cui era stato consumato il furto, hanno permesso di individuare uno degli autori del furto, sebbene travisato.

Inoltre i militari sono riusciti anche a documentare alcuni segni distintivi dell'abbigliamento del ladro. Assunti diversi indizi che hanno condotto all'identificazione del soggetto, anche grazie a un esame di soggetti gravati da precedenti penali e provenienti dall'area in cui gli autori si erano diretti dopo il furto, è stata eseguita a casa del 26enne una perquisizione nel corso della quale sono stati sequestrati alcuni capi di vestiario compatibili con quelli indossati al momento del furto.

Tali ulteriori indizi di colpevolezza sono stati condivisi dalla magistratura inquirente che ha richiesto nei confronti del giovane, di Bitonto, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'uomo, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Cassano è stato tradotto nel carcere di Bari: l'accusa è di furto aggravato in concorso.
  • Arresti Bitonto
  • Furti Bitonto
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
Controlli dei Carabinieri: denunce e un arresto per droga e munizioni Controlli dei Carabinieri: denunce e un arresto per droga e munizioni Sequestrate oltre 100 munizioni nell'abitazione di un 19enne. Deferite quattro persone intente a scaricare 320 chili di cavi di rame
Dopo lo speronamento a Bitonto: ladri in fuga e analogie con un caso simile Dopo lo speronamento a Bitonto: ladri in fuga e analogie con un caso simile La vicenda quasi identica a quella dello scorso 3 maggio in via Repubblica, mentre proseguono le indagini dei Carabinieri
Papà-eroe morto travolto da una moto. Arrestato un 20enne di Catino Papà-eroe morto travolto da una moto. Arrestato un 20enne di Catino Il giovane in sella, Antonio Cassano, è finito ai domiciliari con l’accusa di omicidio stradale. Non aveva la patente
Tentano il furto, ma incrociano i Carabinieri e speronano l’auto. In fuga Tentano il furto, ma incrociano i Carabinieri e speronano l’auto. In fuga L'episodio nella notte ai danni della ferramenta Schiavone. Illesi i due militari, l'auto dei malviventi ritrovata bruciata a Mariotto
Sequestrata una collezione di beni culturali. Il tesoro d'arte nascosto a Bitonto Sequestrata una collezione di beni culturali. Il tesoro d'arte nascosto a Bitonto Operazione di Carabinieri e Finanza: reperti, statue e dipinti scoperti dopo la morte di Girolamo Devanna, il professor "Mino"
Il diktat del procuratore Giannella: «Prima i fatti di sangue, poi i clan di Bitonto» Il diktat del procuratore Giannella: «Prima i fatti di sangue, poi i clan di Bitonto» Dopo il blitz contro i Conte, ecco la spallata ai Cipriano che aveva ormai esteso i propri tentacoli anche a Palo del Colle
Arresti a Bitonto, Ricci: «Il segno di una presenza attenta delle forze dell’ordine» Arresti a Bitonto, Ricci: «Il segno di una presenza attenta delle forze dell’ordine» Il primo cittadino: «Dobbiamo guardare con fiducia al lavoro che la magistratura svolge»
Operazione "Porta Robustina", chiuso il cerchio sul clan Cipriano: 25 arresti Operazione "Porta Robustina", chiuso il cerchio sul clan Cipriano: 25 arresti Le indagini partite nel 2017 dopo gli omicidi Sadiku e Tarantino. Contestata l'aggravante del metodo e delle finalità mafiose
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.