Gilet Arancioni
Gilet Arancioni
Territorio e Ambiente

I trattori dei gilet arancioni marciano su Roma dalla Puglia

Gli agricoltori contro il disinteresse del Governo: Non arretriamo di un millimetro

Hanno subito per mesi i colpi inferti dalla natura, poi l'immobilismo delle Istituzioni e sono scesi in piazza, ottenendo impegni precisi dal Governo. Che li ha però disattesi tutti e per questo torneranno a protestare, marciando stavolta direttamente su Roma. Agricoltori pugliesi sul piede di guerra dopo il vero e proprio raggiro subito dai vertici nazionali del Governo all'indomani della manifestazione di piazza Prefettura a Bari, quando migliaia di gilet arancioni si erano mobilitati per chiedere l'attivazione di misure di sostegno al settore dopo le calamità naturali della scorsa annata.

Il 14 febbraio le organizzazioni agricole che hanno fondato questo libero movimento della terra – Agci, Associazione frantoiani di Puglia, Cia, Confagricoltura, Confocooperative, Copagri, Italia olivicola, Legacoop, Movimento nazionale agricoltura, Unapol, Liberi Agricoltori - daranno vita ad una nuova grande manifestazione di protesta, insieme ai sindacati degli operai e ai Sindaci, contro il governo, disattento alle richieste degli agricoltori del Sud.

A precedere la grande mobilitazione degli agricoltori pugliesi ci saranno presidi fissi in diversi Comuni della Puglia. È quanto deciso nelle scorse ore a Ruvo di Puglia durante l'assemblea che ha visto la partecipazione di oltre 500 agricoltori. «Siamo una fabbrica a cielo aperto, la più importante in Puglia ed in Italia, non arretriamo nemmeno di un millimetro: è una questione di dignità - spiega il portavoce dei Gilet arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli - la data della manifestazione è simbolica: il giorno di San Valentino rinnoviamo la promessa d'amore alla nostra terra». La prossima settimana sarà dedicata alle assemblee nelle città olivicole più rilevanti della Regione, da Cerignola a Leuca, verranno anche pianificati i percorsi che seguiranno i trattori che partendo da ogni angolo della Puglia arriveranno a Roma il 14 febbraio. Sono in programma anche diversi incontri con gli olivicoltori delle altre regioni italiane che in massa stanno manifestando solidarietà e sostegno al movimento pugliese.

«Il 14 febbraio sarà mobilitazione nazionale, bisogna salvare realmente l'olivicoltura italiana - conclude Spagnoletti Zeuli - serve un decreto con risorse reali ed una serie di interventi per rilanciare uno dei settori più importanti dell'agricoltura italiana».
  • Agricoltura Bitonto
  • Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali
  • Gilet arancioni
Altri contenuti a tema
Agricoltura: ecco il “Patto per la Puglia” dei gilet arancioni Agricoltura: ecco il “Patto per la Puglia” dei gilet arancioni Dieci proposte per dare risposte definitive al settore
«I beneficiari del reddito di cittadinanza impiegati nella lotta alla xylella» «I beneficiari del reddito di cittadinanza impiegati nella lotta alla xylella» La proposta del presidente di Italia Olivicola, Gennaro Sicolo
I gilet arancioni incontrano Di Maio e chiedono interventi rapidi per l'agricoltura pugliese I gilet arancioni incontrano Di Maio e chiedono interventi rapidi per l'agricoltura pugliese Servono aiuti per lavoratori, cooperative e frantoi
Il presidente Mattarella firma il Decreto Legge a sostegno degli olivicoltori pugliesi Il presidente Mattarella firma il Decreto Legge a sostegno degli olivicoltori pugliesi Esultano i gilet arancioni: «Prime misure importanti dopo xylella e gelate»
Gelate e xylella, Damascelli (FI) vuole la «verità su decreto fantasma e fondi regionali» Gelate e xylella, Damascelli (FI) vuole la «verità su decreto fantasma e fondi regionali» Per il consigliere regionale «i conti non tornano: ora la pazienza è finita»
In arrivo 100 milioni dalla Regione per il reimpianto degli ulivi eradicati per xylella In arrivo 100 milioni dalla Regione per il reimpianto degli ulivi eradicati per xylella Soddisfatti i gilet arancioni: «Si intravedono i primi risultati della protesta». Ma a Lecce agricoltori nuovamente in piazza
Gilet arancioni: «Col decreto Centinaio tempi certi, ma uniti avremmo ottenuto di più» Gilet arancioni: «Col decreto Centinaio tempi certi, ma uniti avremmo ottenuto di più» Norme più snelle per gli espianti anti xylella e fondo d'emergenza impiegato totalmente in Puglia le richieste degli agricoltori
Gelate: il decreto legge arriva in extremis grazie a Centinaio Gelate: il decreto legge arriva in extremis grazie a Centinaio Modificato “al volo” il testo del provvedimento. Esultano i gilet arancioni. Critico il consigliere regionale Damascelli (FI)
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.