Disabilità
Disabilità
Vita di città

Abbattimento barriere architettoniche: il Comune chiede indicazioni ai cittadini

Tutti i bitontini chiamati a evidenziare le criticità presenti sul territorio comunale attraverso un questionario anonimo

L'Amministrazione comunale ha avviato il percorso per la redazione del Piano di eliminazione delle Barriere Architettoniche, detto anche PEBA, uno strumento di pianificazione e programmazione, che ha lo scopo di rendere accessibili e fruibili gli edifici pubblici e gli spazi urbani da parte degli utenti deboli della strada.

Il piano interviene anche sul sistema dei trasporti urbani, prevedendo interventi mirati a scoraggiare l'uso del mezzo privato a favore di un'estesa pedonalizzazione delle aree urbane.

Centrale nel processo di formazione del PEBA è la fase della partecipazione aperta a tutti i cittadini, chiamati a evidenziare le criticità presenti sul territorio comunale, che condizionano negativamente la mobilità pedonale. I bitontini potranno esprimere la propria opinione nel questionario disponibile sul sito del Comune di Bitonto, nella sezione PEBA, raggiungibile al seguente link. Le risposte raccolte in forma anonima forniranno importanti indicazioni per il censimento delle barriere architettoniche esistenti, l'individuazione di specifiche problematiche e il suggerimento di interventi ritenuti prioritari.

A seguire da vicino il percorso di formazione del Piano è l'assessora Angela Scolamacchia, che tra le sue deleghe conta quelle all'edilizia e all'inclusione scolastica. "Ho cominciato ad occuparmi del PEBA – spiega l'assessora - perché inizialmente interessata alle barriere architettoniche prospicenti gli edifici scolastici. Poi, però, abbiamo pensato di allargare il discorso: di fatto il PEBA coinvolge tutta la città. Abbiamo, quindi, coinvolto le associazioni, le scuole, i residenti perché è importante per l'elaborazione di un piano realistico e fattibile partire dal coinvolgimento dei cittadini che si spostano prevalentemente a piedi".

"È fondamentale – aggiunge Scolamacchia – che tutti rispondano al questionario che i tecnici hanno preparato: bastano solo pochi minuti per dare un contributo davvero importante alla progettazione di un PEBA in grado di andare incontro alle reali esigenze dei cittadini".
  • disabilità
  • Disabili
Altri contenuti a tema
Dalla concertazione con il Terzo settore le proposte per l’utilizzo del PNRR nell’area disabilità Dalla concertazione con il Terzo settore le proposte per l’utilizzo del PNRR nell’area disabilità Due incontri il 21 ed il 26 luglio scorsi
PNRR su disabilità: convocati tavoli di concertazione nell'Ambito Bitonto-Palo del Colle PNRR su disabilità: convocati tavoli di concertazione nell'Ambito Bitonto-Palo del Colle Incontro questo pomeriggio in Sala degli Specchi
Il Comune apre ai disabili il parco urbano di via Togliatti Il Comune apre ai disabili il parco urbano di via Togliatti Restano chiusi tutti gli altri per le restrizioni contro il Covid. De Palma (Welfare): «Una risposta ai cittadini più fragili»
Disabile finisce per strada a Bitonto: occupata dagli abusivi la sua casa Disabile finisce per strada a Bitonto: occupata dagli abusivi la sua casa Ennesimo atto di prepotenza nei confronti dell'uomo che vive in un alloggio popolare
Senza Pino Tulipani i disabili pugliesi sono più indifesi Senza Pino Tulipani i disabili pugliesi sono più indifesi Un ricordo in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità
Anziani e disabili, entro domani le domande per l'assistenza domiciliare Anziani e disabili, entro domani le domande per l'assistenza domiciliare La scadenza è fissata alle ore 12.00, il servizio è promosso dalla società Lavoro e Sicurezza
Il Covid non ferma l'assistenza domiciliare ad anziani, minori e disabili Il Covid non ferma l'assistenza domiciliare ad anziani, minori e disabili Al via il servizio promosso dalla società Lavoro e Sicurezza accreditata dalla Regione Puglia
Devastate a Bitonto le piante dei pazienti con disabilità psichica Devastate a Bitonto le piante dei pazienti con disabilità psichica I ragazzi di Anthropos se ne prendevano cura come attività terapeutica: «Risistemeremo tutto: crediamo nell'amore»
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.