Pino Tulipani
Pino Tulipani
Attualità

Senza Pino Tulipani i disabili pugliesi sono più indifesi

Un ricordo in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità

Il Network Viva sta celebrando con una serie di articoli la Giornata internazionale delle persone con disabilità, perché lo riteniamo un tema che non può passare in second'ordine, soprattutto in questa fase pandemica che ha ridisegnato inevitabilmente le nostre esistenze.

La Regione Puglia era stata la prima in Italia a dotarsi di una figura quale quella del Garante dei diritti delle persone con disabilità, ruolo incarnato alla perfezione dal giovinazzese Giuseppe "Pino" Tulipani, che noi avevamo definito "il gigante" a loro difesa.

Tulipani non c'è più. Se ne è andato improvvisamente il 28 marzo scorso e i disabili pugliesi, senza di lui, sono più soli, più indifesi. Nessuno lo ha sostituito e, come ha correttamente ricordato Maria Antonietta Lo Giudice, presidentessa di quegli Angeli della Vita che rappresentano la creatura più bella del compianto Garante, «sarà tra un po' di tempo nominato qualcun altro, ma non sarà mai come lui».

Perché Pino Tulipani non era solo un uomo toccato nel cuore e nella carne dal tema della disabilità, ma era anche un ostinato pungolo per le istituzioni affinché si facessero carico sino in fondo delle loro responsabilità verso i più deboli.

Esiste la figura del Garante in Puglia, perché lui ha spinto affinché una tutela diretta giungesse alle fasce più deboli da parte di una politica che non poteva e non può più voltarsi dall'altra parte.

Non c'è ancora un suo sostituto ed in periodo di pandemia è davvero un problema, perché ci sono drammi che non vengono raccontati, che sono ancora più nascosti. Umanità che non ha espressione, nonostante l'impegno di migliaia di straordinari operatori e volontari del settore.

Manca Pino Tulipani, manca il suo istinto nel trovare strade per aiutare i disabili, anche quando sembrava non potessero essercene, per riscattare la loro posizione in una società che si è accorta di essere molto fragile sotto tanti punti di vista. Manca a tanti, dal Gargano al Salento, e manca ai "suoi" ragazzi e ragazze, tutti orfani di quel suo gran cuore.
  • disabilità
  • Regione Puglia
  • Pino Tulipani
  • Disabili
Altri contenuti a tema
Bitonto sostiene Puglia Autentica. Sabato 16 ottobre la presentazione Bitonto sostiene Puglia Autentica. Sabato 16 ottobre la presentazione Una rete di città, associazioni turistiche e aziende agroalimentari per promuovere il patrimonio culturale immateriale
Stop al lavoro nei campi sotto il sole cocente. C'è l'ordinanza regionale Stop al lavoro nei campi sotto il sole cocente. C'è l'ordinanza regionale Il provvedimento del presidente Michele Emiliano per evitare morti e malori sul lavoro
Rifacimento strade: a Bitonto 1.300.000 euro Rifacimento strade: a Bitonto 1.300.000 euro I fondi giungeranno dalla Regione Puglia nell'ambito del Piano "Strada x Strada"
Maxi concorso in Regione Puglia Maxi concorso in Regione Puglia Saranno assunte 1021 nuove unità
Vaccini dai 12 ai 15 anni. Emiliano si dice pronto Vaccini dai 12 ai 15 anni. Emiliano si dice pronto Il Governatore: «Somministrazioni immediatamente a tutti i bambini fragili»
Strage di Capaci, la Regione Puglia commemora le vittime con un drappo bianco Strage di Capaci, la Regione Puglia commemora le vittime con un drappo bianco Capone: «Ricordare è un dovere e un diritto»
Campagna vaccinale, la programmazione della Regione Puglia da oggi Campagna vaccinale, la programmazione della Regione Puglia da oggi Si potranno prenotare le persone nella fascia d'età tra 50 e 59 anni
810 nuovi casi positivi in Puglia nelle ultime 24 ore 810 nuovi casi positivi in Puglia nelle ultime 24 ore Superata quota 5900 decessi dall'inizio dell'emergenza
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.