La carrozzeria scoperta dai Carabinieri
La carrozzeria scoperta dai Carabinieri
Cronaca

Scoperto hub di mezzi rubati. Anche due veicoli da Palo del Colle

A Modugno sequestrata dai Carabinieri un'intera carrozzeria. In due finiscono nei guai per ricettazione e riciclaggio

Fuori era una carrozzeria, dentro era un vero e proprio hub per la raccolta di mezzi rubati. È quanto scoperto dai Carabinieri della Compagnia di Modugno, i quali sono riusciti ad scoprire una carrozzeria che benché regolare, celava al suo interno mezzi provento di furto e rapina, fra cui due veicoli rapinati a Palo del Colle.

Gli accertamenti da parte dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, sono scaturiti, nel corso delle quotidiane attività di controllo del territorio, a seguito di una precisa segnalazione: la notizia segnalava non solo la presenza di un camion comprensivo di rimorchio sottratto, qualche giorno prima, mediante una rapina in territorio di Spinazzola, in provincia di Barletta, Andria e Trani, ma suggeriva anche agli uomini la località nella quale ricercare il veicolo, Modugno appunto.

Infatti, benché la segnalazione collocasse il mezzo in una zona apparentemente di campagna, i militari nel giungere nel luogo indicato hanno notato che nell'area vi era una carrozzeria con dei grandi capannoni. Insospettiti dalla coincidenza i Carabinieri hanno svolto un controllo e una volta entrati, hanno trovato all'interno proprio il camion rapinato qualche giorno fa. Sul suo rimorchio c'era un escavatore, anch'esso provento di furto, consumato a Molfetta qualche sera addietro.

A quel punto il controllo è stato esteso a tutti i mezzi presenti all'interno della carrozzeria, che ha consentito di recuperare altri due veicoli provento di rapina con relativo sequestro di persona, avvenuta a Palo del Colle il giorno prima, e un altro camion con relativo rimorchio con a bordo un'altra escavatrice. I militari hanno appurato che sui mezzi in questione erano state apposte "targhe pulite". Durante l'attività è stato rinvenuto un pappagallo, della specie Myiopsitta monachus.

L'animale è risultato essere una specie protetta, privo però di alcuna documentazione che ne attestasse la lecita provenienza. Sono stati pertanto fatti giungere in loco per i controlli di competenza i Carabinieri Forestali del Nucleo CITES (​Convention on International Trade in Endangered Species) che dopo aver accertato l'irregolarità del possesso del volatile hanno deferito il proprietario dell'officina, un 59enne, per commercio internazionale di specie animali in via di estinzione.

I mezzi rinvenuti sono stati restituiti ai legittimi proprietari mentre l'area è stata sequestrata. Non è escluso che i mezzi rinvenuti fossero lì per essere utilizzati per commettere gravi fatti delittuosi. Il 46enne proprietario dell'attività e suo cognato, 59enne, dovranno rispondere di ricettazione e di riciclaggio in concorso.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Furti Bitonto
Altri contenuti a tema
Furto a Silvia Boutique, danni ingenti: «Indumenti sporchi di escrementi» Furto a Silvia Boutique, danni ingenti: «Indumenti sporchi di escrementi» La razzia è stata interrotta dalla Polizia di Stato. Il titolare: «Dovremmo togliere cartellino, lavare i capi e rivenderli come usati»
Furto sventato a Silvia Boutique. Recuperata refurtiva per oltre 200mila euro Furto sventato a Silvia Boutique. Recuperata refurtiva per oltre 200mila euro I poliziotti del Commissariato sono intervenuti per l'allarme. I ladri, giunti a bordo di un Fiat Doblò rubato, sono fuggiti
Sequestrati beni per 600mila euro alla "banda della Bmw". Colpi anche a Bitonto Sequestrati beni per 600mila euro alla "banda della Bmw". Colpi anche a Bitonto Operazione della Guardia di Finanza. Fra settembre 2018 e febbraio 2019 furono messi a segno almeno 22 colpi
Furto nella Basilica di Bari, l'oro di San Nicola venduto per mille euro Furto nella Basilica di Bari, l'oro di San Nicola venduto per mille euro Ritrovate le banconote nel casolare dove si nascondeva il presunto ladro: l'uomo, di 48 anni, è in carcere
Furto nella Basilica di San Nicola: il presunto ladro risiede a Bitonto Furto nella Basilica di San Nicola: il presunto ladro risiede a Bitonto Il 48enne Farid Hanzouti è in carcere: gli oggetti sacri rubati potrebbero essere stati rivenduti per poco più di mille euro
Maxi furto al cimitero di Bitonto: oltre 7 quintali di cavi elettrici Maxi furto al cimitero di Bitonto: oltre 7 quintali di cavi elettrici Spariti anche utensili e altro materiale: un danno di oltre 20mila euro. Indaga la Polizia di Stato
Furto in un negozio di Bitonto: le foto della ladra diffuse su Facebook Furto in un negozio di Bitonto: le foto della ladra diffuse su Facebook Il messaggio della titolare di "Millemania": «È stata beccata dalle nostre telecamere»
Ladro d'auto in trasferta da Bitonto a Cassano: arrestato Ladro d'auto in trasferta da Bitonto a Cassano: arrestato Un 26enne è stato incastrato dalle telecamere e dai vestiti indossati per il furto: è stato rinchiuso in carcere
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.