La Corte di Cassazione
La Corte di Cassazione
Cronaca

Maxi processo "Pandora", annullata con rinvio la sentenza a carico del boss Conte

Da rivedere la sua «applicazione della misura di sicurezza». Rigettati e dichiarati inammissibili i ricorsi di altri imputati di Bitonto

Il maxi processo "Pandora", denominato così dal nome del vaso della mitologia greca all'interno del quale sarebbero racchiusi tutti i mali della mafia barese degli ultimi 15 anni fra Bari e la sua provincia e che il 18 giugno 2018 portò agli arresti di 104 affiliati ai clan Capriati e Mercante-Diomede, continua a far parlare di sé.

Ieri, infatti, la prima sezione della Cassazione ha annullato con rinvio ad una altra sezione della Corte d'Appello di Bari la sentenza del boss di Bitonto, Domenico Conte, condannato a 7 anni, «limitatamente all'applicazione della misura di sicurezza», la sentenza a carico di Giuseppe Antuofermo (anche lui di Bitonto, 10 anni e 4 mesi), «limitatamente al punto concernente l'aumento per la continuazione» e di Francesco Rizzi (5 anni), per l'unico «punto concernente la continuazione».

Rigettati, invece, i ricorsi presentati dalle difese di Alessandro D'Elia (5 anni e 3 mesi) e di Giovanni Stellacci (9 anni) condannati anche al pagamento delle spese processuali, mentre sono stati definiti inammissibili i ricorsi presentati dai collegi difensivi dei vari Cosimo e Michele Cassano (5 anni e 6 mesi e 4 anni), Mario D'Elia (5 anni e 3 mesi), Giuseppe Cassano (11 anni), Salvatore e Vito Di Cataldo (9 anni e 9 anni e 2 mesi), condannati al pagamento delle spese processuali.

Le indagini dei Carabinieri, dirette dai pubblici ministeri antimafia Lidia Giorgio e Renato Nitti, documentarono oltre un decennio di affari illeciti e le ramificazioni dei due clan mafiosi, federati tra loro, accertando collegamenti con altri gruppi criminali pugliesi e rapporti commerciali con 'ndrangheta, Cosa nostra e camorra.
  • Clan Conte Bitonto
  • Domenico Conte
  • Mario d'Elia
  • Cosimo Cassano
  • Michele Cassano
  • Alessandro D’Elia
  • Giuseppe Cassano
Altri contenuti a tema
«Il clan Strisciuglio manifesta forti mire espansionistiche a Bitonto» «Il clan Strisciuglio manifesta forti mire espansionistiche a Bitonto» La relazione dell'Antimafia al Parlamento secondo cui «può contare su un nuovo gruppo nato da una frattura interna al clan Conte»
«Aveva già sparato per uccidere Conte»: i dettagli choc sull'arma di Noicattaro «Aveva già sparato per uccidere Conte»: i dettagli choc sull'arma di Noicattaro Un 39enne e un 29enne, nel 2022, hanno sparato con un revolver usato nel 2003 per tentare di ammazzare il boss del rione 167
Omicidio Tarantino, confermata in Appello la condanna a Conte Omicidio Tarantino, confermata in Appello la condanna a Conte Il boss, a capo dell'omonimo clan, dovrà scontare 20 anni di reclusione, la stessa a carico del suo braccio destro D'Elia
«A Bitonto ancora aperta la conflittualità fra i Cipriano e i Conte» «A Bitonto ancora aperta la conflittualità fra i Cipriano e i Conte» Pubblicata la nuova relazione dell'Antimafia: «il primo ha consolidato l’alleanza con i Parisi. Il secondo rappresenta una propaggine dei Capriati»
«Fabbrica della droga a Bitonto», 42 condanne nel clan Conte. 20 anni al boss «Fabbrica della droga a Bitonto», 42 condanne nel clan Conte. 20 anni al boss Inflitti in tutto 343 anni di carcere a pusher e vedette: 20 anni a Domenico Conte, 18 anni a Mario d'Elia
«Il clan Conte contro i Cipriano per il predominio nel territorio di Bitonto» «Il clan Conte contro i Cipriano per il predominio nel territorio di Bitonto» Lo sostiene l'Antimafia che ricorda l'operazione "“Market Drugs", conclusa dalla Polizia di Stato il 21 febbraio 2022
Guerra tra clan a Bitonto, tre arresti. Accusati degli omicidi Napoli e Dellino Guerra tra clan a Bitonto, tre arresti. Accusati degli omicidi Napoli e Dellino In manette Giuseppe Digiacomantonio, Salvatore Ficarelli e Giosuè Perrelli, condannati a pene comprese fra i 20 e i 17 anni
«Fabbrica della droga a Bitonto», la Procura chiede 43 condanne per il clan Conte «Fabbrica della droga a Bitonto», la Procura chiede 43 condanne per il clan Conte La pena più alta, 20 anni di reclusione, è stata chiesta per Domenico Conte e per altri quattro imputati
© 2001-2024 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.