I gilet arancioni in PIazza Santi Apostoli a Roma
I gilet arancioni in PIazza Santi Apostoli a Roma
Territorio e Ambiente

In arrivo 100 milioni dalla Regione per il reimpianto degli ulivi eradicati per xylella

Soddisfatti i gilet arancioni: «Si intravedono i primi risultati della protesta». Ma a Lecce agricoltori nuovamente in piazza

«Considerato l'impegno del Presidente Emiliano di stanziare 100 milioni di euro regionali per i reimpianti direi che qualche spiraglio di luce inizia ad intravedersi». Sono soddisfatti i gilet arancioni scesi in piazza negli scorsi mesi per chiedere l'intervento urgente di Governo e Regione in soccorso dell'agricoltura pugliese, messa in ginocchio dalle gelate dello scorso anno e dal batterio della xylella.

Per il portavoce degli agricoltori pugliesi, Onofrio Spagnoletti Zeuli, bisognare dire «grazie a tutte quelle sacrosante proteste degli agricoltori che non si sono ridotte alle manifestazioni di piazza ma che hanno invece portato alla presentazione di proposte concrete per il rilancio del Salento e della Puglia olivicola».
«Naturalmente questo è tempo di fatti e non più di parole – continua Zeuli - a questo punto chiediamo al Presidente Emiliano l'istituzione di un tavolo permanente con le migliori professionalità pugliesi per mettere finalmente ordine e fare chiarezza su tutte le questioni agricole, al fine di poter recuperare il troppo tempo perso. La richiesta di 500 milioni di euro per il Salento, contenuta nel piano presentato da Italia Olivicola venti giorni fa, finalmente è stata fatta propria da tutta la politica, per cui invito il Presidente Emiliano e l'assessore Di Gioia a spingere sull'acceleratore per ottenere dall'Unione Europea, che ha già in mano il testo della più importante organizzazione della produzione olivicola italiana, i fondi veri che per altre emergenze, vedi la mucca pazza, non sono mancati».

Nonostante il clima di concertazione e unità di intenti da stamattina all'alba a Lecce è partito un presidio permanente di agricoltori salentini.
«Centinaia i trattori ed i mezzi agricoli che stanzieranno in piazza Mazzini fino a quando non arriveranno risposte certe per le aziende salentine messe in ginocchio dalla xylella – preannunciano i manifestanti - sono 4 milioni le piante di ulivo definitivamente morte a causa del batterio, altre 17 milioni rischiano di fare la stessa fine, mentre sono migliaia le aziende agricole in ginocchio».
«Dopo le proteste delle scorse settimane – hanno tenuto a precisare Mimino Primiceri e Benedetto Accogli, responsabili della mobilitazione di Lecce - per non dare alibi a nessuno, continuiamo senza bandiere delle associazioni e senza simboli, compresi i gilet arancioni, che è il movimento della terra con cui abbiamo manifestato a Bari e a Roma per ottenere un decreto legge e tempi certi Qualcuno, nonostante i problemi, ha tentato in maniera meschina prima di spaccare il fronte agricolo tra associazioni, poi di provare a dividere tra Nord e Sud della Puglia, pur di mantenere la propria posizione privilegiata e la propria poltrona, per questo togliamo qualsiasi simbolo che possa fornire alibi utili a rimandare decisioni e provvedimenti».

«Tutti hanno fatto errori sul batterio – spiegano Primiceri e Accogli - da chi non l'ha capito a chi non l'ha affrontato, da chi ha seguito i complottisti a chi ha esultato per i provvedimenti di Tar e magistratura, da chi si è avventato in dichiarazioni scomposte a chi ha prodotto studi e rapporti che sono diventati la Bibbia dei santoni. Adesso però è il momento dell'unità per raggiungere l'obiettivo comune del riscatto del Salento».
Le richieste sono precise: sburocratizzazione per gli espianti, fondi per reimpianti, ristoro per mancato reddito.
«e non smobiliteremo il presidio fino a quando non ci ascolteranno e fino a quando il Governo, l'Unione Europea e la Regione Puglia non interverranno con atti concreti», promettono i manifestanti.
  • Gilet arancioni
Altri contenuti a tema
Agricoltura: ecco il “Patto per la Puglia” dei gilet arancioni Agricoltura: ecco il “Patto per la Puglia” dei gilet arancioni Dieci proposte per dare risposte definitive al settore
I gilet arancioni incontrano Di Maio e chiedono interventi rapidi per l'agricoltura pugliese I gilet arancioni incontrano Di Maio e chiedono interventi rapidi per l'agricoltura pugliese Servono aiuti per lavoratori, cooperative e frantoi
Il presidente Mattarella firma il Decreto Legge a sostegno degli olivicoltori pugliesi Il presidente Mattarella firma il Decreto Legge a sostegno degli olivicoltori pugliesi Esultano i gilet arancioni: «Prime misure importanti dopo xylella e gelate»
Gilet arancioni: «Col decreto Centinaio tempi certi, ma uniti avremmo ottenuto di più» Gilet arancioni: «Col decreto Centinaio tempi certi, ma uniti avremmo ottenuto di più» Norme più snelle per gli espianti anti xylella e fondo d'emergenza impiegato totalmente in Puglia le richieste degli agricoltori
Gelate: il decreto legge arriva in extremis grazie a Centinaio Gelate: il decreto legge arriva in extremis grazie a Centinaio Modificato “al volo” il testo del provvedimento. Esultano i gilet arancioni. Critico il consigliere regionale Damascelli (FI)
Gelate e xylella: ok dall'Ismea al rinvio delle rate dei mutui per le aziende colpite Gelate e xylella: ok dall'Ismea al rinvio delle rate dei mutui per le aziende colpite Spagnoletti Zeuli (Gilet arancioni): «Primo importante risultato. Ora attendiamo Agea e Ministro Centinaio»
La sottosegretaria Pesce in visita fra gli olivicoltori di Bitonto La sottosegretaria Pesce in visita fra gli olivicoltori di Bitonto Il numero 2 del Ministero dell’agricoltura ha annunciato l'incontro tra Di Maio e i gilet arancioni per il 26 marzo
Rinviato l'incontro dei gilet arancioni col ministro Centinaio Rinviato l'incontro dei gilet arancioni col ministro Centinaio Il portavoce degli agricoltori: «Serve qualche giorno per chiudere i decreti e portare risultati concreti». Damascelli (FI): «Vigileremo sulle promesse»
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.