Nel fotogramma si vede il proprietario dell'auto mentre cerca di impedire la fuga del ladro
Nel fotogramma si vede il proprietario dell'auto mentre cerca di impedire la fuga del ladro
Cronaca

Gli rubano l'auto lasciata accesa: preso 22enne di Bitonto

L'episodio si è verificato a Molfetta. La vittima trascinata sull'asfalto dal ladro in fuga

Alle ore 16.45 circa del 16 agosto, in una Molfetta semi deserta, ove tanti cittadini si godono le meritate vacanze, c'è chi continua a svolgere il suo lavoro. In particolare, un agente di commercio, che distribuisce medicinali alle farmacie della zone, sta completando il suo giro di consegne.

Il 66enne molfettese, giunto a bordo della sua Fiat Punto, nei pressi della farmacia del centro cittadino, parcheggia la sua auto proprio di fronte all'esercizio commerciale. Riferirà che andava di fretta e che la consegna sarebbe stata immediata e per questo lascia le chiavi inserite nel quadro con il motore acceso.

Non aveva però preventivato che, a quell'ora del pomeriggio, due giovani a bordo di un'auto, presumibilmente da tempo, lo stavano tallonando, aspettando il momento opportuno per rubargli il mezzo, idoneo al trasporto di medicinali.

Infatti, una volta sceso dall'auto, erano bastati pochi minuti ad uno dei due giovani, il 22enne bitontino Donato Napoli, pregiudicato e legato ad una delle più conosciute "consorterie criminali" del luogo, per entrare all'interno dell'abitacolo, inserire la marcia e tentare di scappare con l'auto. Tuttavia non avevano fatto i conti con l'uomo che, avvedutosi di quanto stava accadendo, ha cercato di fermare quel giovane, alla guida del suo mezzo di lavoro.

Il 66enne, infatti, dopo averlo afferrato al viso e tentata una improba colluttazione, è stato trascinato, per circa 15-20 metri, dal giovane che, non curante delle conseguenze che avrebbe potuto cagionargli, in retromarcia, è poi fuggito a folle velocità, zigzagando con abilità tra le auto parcheggiate per almeno 100 metri.Le immagini dei sistemi di video sorveglianza della zona, hanno ripreso la brutale aggressione e le indicazioni dei testimoni hanno consentito di stringere il cerchio attorno all'esecutore materiale della rapina, per l'appunto il 22enne bitontino, il quale, nella mattinata odierna, dopo una notte di vane ricerche, è stato trovato a casa, dai militari della Stazione Carabinieri di Molfetta e da quelli della Stazione di Bitonto.

Nei pressi della sua abitazione è stata rinvenuta anche l'auto rapinata, restituita al malcapitato che a seguito della caduta ha riportato, per fortuna, solo pochi giorni di prognosi. Il giovane fermato, indiziato del delitto di rapina aggravata in concorso, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Trani, è stato condotto presso la locale casa circondariale.

Le indagini dei Carabinieri, però, continuano per l'identificazione del complice.
  • Arresti Bitonto
  • Furti auto Bitonto
Altri contenuti a tema
Sorpresi a rubare una Fiat Tipo, arrestati tre fratelli Sorpresi a rubare una Fiat Tipo, arrestati tre fratelli In manette un 21enne, un 19enne e un 17enne. Sequestrati gli arnesi da scasso
Presi i ladri d’auto seriali che impazzavano tra Bari e Matera: in manette due bitontini Presi i ladri d’auto seriali che impazzavano tra Bari e Matera: in manette due bitontini A disposizione una vera e propria centrale del furto con attrezzature tecnologiche. La refurtiva nascosta a Bitonto
Minaccia l'avvocato: «Ti incendio lo studio». Arrestato un 59enne di Bitonto Minaccia l'avvocato: «Ti incendio lo studio». Arrestato un 59enne di Bitonto L'uomo è accusato di estorsione: ha cercato di ottenere la restituzione di alcuni immobili a Giovinazzo
Accoltella un conoscente al culmine di una lite: arrestato un 43enne Accoltella un conoscente al culmine di una lite: arrestato un 43enne L'uomo è stato bloccato dagli agenti della Polizia di Stato. Vittima al pronto soccorso con alcuni punti di sutura
Irreperibile da giorni, deve scontare 4 mesi di carcere Irreperibile da giorni, deve scontare 4 mesi di carcere Gli agenti del Commissariato di P.S. lo hanno scovato: Alex Sicolo è finito nuovamente in carcere
Furto d’auto a Palo: mezzo ritrovato a Bitonto 4 giorni dopo. Ma è cannibalizzato Furto d’auto a Palo: mezzo ritrovato a Bitonto 4 giorni dopo. Ma è cannibalizzato La vettura è stata ritrovata dai Carabinieri della locale stazione
Spaccio di droga, condannato a 1 anno e 8 mesi per direttissima Spaccio di droga, condannato a 1 anno e 8 mesi per direttissima L'uomo, 40enne, è stato fermato da finanzieri della Tenenza di Bitonto. Sequestrati droga, bilancini e contanti
Furti d’auto: provincia di Bari seconda nella classifica nazionale Furti d’auto: provincia di Bari seconda nella classifica nazionale In vetta la provincia BAT. Puglia regina incontrastata
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.