I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Fuggono in scooter e seminano il panico. Arrestati dai Carabinieri

Un 18enne ed un 19enne, fermati dopo aver tentato di investire i militari, sono stati posti ai domiciliari

Hanno seminato il panico in città. Inseguiti dai Carabinieri su un Honda SH300, sono stati alla fine bloccati e arrestati perché ritenuti responsabili, in concorso, di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Si tratta di G.F. e E.F., 19 anni il primo, 18 il secondo, entrambi del posto e volti noti alle forze dell'ordine a causa dei loro precedenti penali, nonostante la giovane età. L'inseguimento concitato e incredibile tra piazze, attività commerciali e pedoni, con il rischio di investire qualcuno, è avvenuto sabato sera, quando i militari della locale Stazione si sono accorti di un vero e proprio pirata della strada.

I due giovani, le prime infrazioni le hanno commesse in piazza Marconi. In sella allo scooter (col passeggero che ha più volte tentato di occultare la targa del mezzo a due ruote, ndr) sono transitati proprio davanti ai militari, in servizio in abiti civili. Incurante dell'alt, il conducente ha accelerato e si è diretto verso la rotatoria di piazza Marconi, mentre i Carabinieri si sono messi al suo inseguimento.

Ed è proprio nei pressi della rotatoria che il 19enne alla guida ha dovuto fermarsi. Ha tentato un ultimo colpo di coda cercando di forzare il blocco e tentando di investire i militari. Ma ormai, assieme al 18enne, era braccato e i Carabinieri nonostante la strenua resistenza al fermo da parte di entrambi, li hanno bloccati e portati a miti consigli, prima di trasportarli negli uffici della locale Stazione.

Uno dei due militari è stato curato dal personale del Servizio 118 avendo riportato un trauma contusivo alla mano e al ginocchio, mentre i due giovani, G.F. e E.F., rispettivamente di 19 e 18 anni, sono stati ammanettati dagli uomini del maresciallo maggiore Giuseppe Salierno. Per loro, infatti, è scattato l'arresto in flagranza perché ritenuti responsabili, in concorso, di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Sentito il pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Bari, i due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le loro rispettive dimore, mentre l'Honda SH300 è stato sequestrato.
  • Arresti Bitonto
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
In carcere il commando che assaltava portavalori. C'è anche un bitontino In carcere il commando che assaltava portavalori. C'è anche un bitontino In manette 5 persone. Tra i fermati anche Valentino Capocchiano. L'indagine è partita dopo l'assalto a un blindato a Canosa lo scorso novembre
Botte e minacce alla ex: arrestato a Bitonto un 29enne Botte e minacce alla ex: arrestato a Bitonto un 29enne Bucati anche gli pneumatici della vettura della donna e incendiata la macchina di suo padre
Rapina e palpeggia ragazza in treno: rintracciato a Bitonto e arrestato 36enne Rapina e palpeggia ragazza in treno: rintracciato a Bitonto e arrestato 36enne L'episodio ieri a Molfetta. È stato rinchiuso nel carcere di Trani
Furti di auto e violazioni della sorveglianza speciale, in cella un 49enne Furti di auto e violazioni della sorveglianza speciale, in cella un 49enne I fatti risalgono a gennaio scorso: l'uomo riuscì a dileguarsi dopo un inseguimento, adesso è in carcere
Market della cocaina a casa, mentre è ai domiciliari: arrestato un 46enne Market della cocaina a casa, mentre è ai domiciliari: arrestato un 46enne Scovata, occultato in un boiler, una pietra di cocaina di 27 grammi ed 80 dosi dello stesso stupefacente
Sorvegliato speciale in trasferta a Bitonto. Arrestato un 49enne Sorvegliato speciale in trasferta a Bitonto. Arrestato un 49enne L'uomo è stato fermato dalla Polizia di Stato, nonostante la misura dell'obbligo di soggiorno a Giovinazzo
1 Ritrovata l'auto dell'anziano in cerca del suo cane, ma dell'animale nessuna traccia Ritrovata l'auto dell'anziano in cerca del suo cane, ma dell'animale nessuna traccia Il ladro l'ha fatta ritrovare insieme al cane, che però si è allontanato prima dell'arrivo delle Forze dell'Ordine
Rissa a Porta la Maja: botte fra un extracomunitario e un giovane bitontino Rissa a Porta la Maja: botte fra un extracomunitario e un giovane bitontino Uno dei due inveisce anche contro le Forze dell'Ordine, che riportano la calma
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.