Mappa dei quartieri interessati dalla Rigenerazione Urbana
Mappa dei quartieri interessati dalla Rigenerazione Urbana
Lavori pubblici

Ecco come cambierà la periferia di Bitonto con i fondi per la rigenerazione urbana

Piste ciclabili, aree verdi e l'ex tribunale trasformato in raccoglitore del talento giovanile

La città di Bitonto potrebbe cambiare presto volto, a partire dalle sue periferie. Ne è certo il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, impaziente di iniziare quella trasformazione che proietterebbe la città verso Bitonto 2020 grazie anche agli ultimi, corposi, finanziamenti, assegnati ai progetti di riqualificazione urbana bitontini presentati dall'amministrazione comunale.
«Piste ciclabili per chilometri, spazi verdi nuovi e l'ex tribunale trasformato in un grande contenitore del talento giovanile e delle famiglie – annuncia il primo cittadino - la Regione finanzia il piano di rigenerazione bitontino con una pioggia di fondi europei (4 milioni e 360mila euro) che si aggiungono ai 9 milioni per il LungoLama e la riqualificazione del Torrione Angioino come polo museale. Appaltati intanto i lavori per gli spazi a verde di villa Sylos ed il completamento del suo restauro, per skatepark ed aree sportive ed a verde in via Berlinguer. A breve anche l'appalto lavori del campo Rossiello. Il tutto finanziato con il bando ministeriale vinto con la Città metropolitana di Bari».

Ma è sul nuovo finanziamento che Abbaticchio punta molto per cambiare in meglio la qualità di vita dei cittadini che risiedono lontani dal centro città. «Nello specifico – spiega il sindaco - quello che abbiamo immaginato per la nostra città, è un progetto che mira al miglioramento del contesto urbano di quelle aree affette da fenomeni di marginalità sociale, mediante: nuovi spazi di passeggio e percorsi ciclabili, nuovi arredi urbani, nuove aree verdi e la trasformazione dell'ex tribunale di via Planelli in un contenitore culturale e di intrattenimento».

Abbaticchio tiene a precisare che si tratta di «un lavoro svolto in team tra il nostro ex assessore Fiorio, la profesoressa Calò, il nostro presidente del consiglio e il professor Nico Parisi, componente comitato scientifico della città metropolitana di Bari. Credo sia giusto spendere parole di ringraziamento per l'assessore Pisicchio della Regione Puglia che ha saggiamente deciso di rimodulare l'entità delle risorse messe a disposizione, facendo in modo di sovvenzionare progetti meritevoli e di pregio come il nostro, frutto del lavoro di squadra, di un percorso partecipato, dell'impegno che, da sempre, stiamo mettendo per la rigenerazione urbana di questa città».
«L'area compresa nel piano di rigenerazione urbana sostenibile di Bitonto – spiegano da Palazzo Gentile - si sviluppa nella periferia est dell'agglomerato urbano e comprende due contesti urbani: a) quello in via di consolidamento a nord est, a ridosso della città consolidata del dopoguerra, strutturato sui due assi radiali storici viale Giovanni XXIII (su cui sarà realizzata una pista ciclabile che condurrà dal centro alla periferia, n.d.r.) e via Donato Piepoli, chiudendosi a nord con la linea ferroviaria; b) quello non consolidato della residenza pubblica ad est strutturato, invece, dagli assi radiali in uscita dal centro abitato (via P. Togliatti, via F. Planelli, via P. Nenni, via U. La Malfa) delimitato a sud dall'ampio viale di via Berlinguer, dal grande potenziale panoramico sulla Lama Balice».

«Sono molto contenta di vedere che Bitonto procede senza sosta – ha aggiunto l'ex assessore alla pianificazione urbanistica, Federica Florio - verso il raggiungimento di tappe importanti che consentono di comporre, per lotti funzionali, quella visione strategica, organica e complessiva, immaginata dall'Amministrazione Abbaticchio sin dal suo primo mandato. Il raccordo ciclopedonale immaginato, oltre a consentire la chiusura dell'anello di rigenerazione ad est, rendendo accessibili gli ambiti da parte di tutti i cittadini attraverso sistemi di mobilità dolce, si caratterizza per essere un nastro che riconnette tutti gli altri interventi, anche di respiro metropolitano, posti così in stretta relazione tra loro».

«La redazione della SISUS (Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile, n.d.r.) – prosegue Fiorio - è il risultato di un intenso e corposo lavoro di squadra. È doveroso, quindi, ringraziare il contributo prezioso dell'assessore alla mobilità sostenibile, Rosa Calò, e del presidente del Consiglio comunale, Vito Labianca, la costante presenza di tutte le parti politiche, di maggioranza e opposizione, nel dialogo sui temi della rigenerazione, la collaborazione degli uffici (Servizio per il Territorio e Servizio per i Lavori Pubblici), di tutti i cittadini e le associazioni che hanno partecipato alle assemblee organizzate sul tema per la redazione della strategia integrata di sviluppo urbano sostenibile, di tutto lo staff dell'Urban Center che gratuitamente ha coadiuvato me in qualità di assessore, dedicando tempo e competenza per affinare al meglio la strategia. Un ringraziamento particolare va, poi, a Nicola Parisi, componente del Comitato scientifico del Piano Strategico Metropolitano, nonché mio predecessore alle Politiche Urbanistiche, Maritè Cuonzo, Domenico Cannito, Luca Savino e Chiara Cannito».
  • Giunta Abbaticchio
  • Michele Abbaticchio
Altri contenuti a tema
Partiti a Bitonto i lavori per l'illuminazione del ponte di via Palo Partiti a Bitonto i lavori per l'illuminazione del ponte di via Palo Si inizia dalle rotatorie. Poi sarà la volta del nastro stradale che scavalca la Sp 231
Abbaticchio: «Il Natale di Bitonto ripartirà da Anna Rosa Tarantino e Porta Robustina» Abbaticchio: «Il Natale di Bitonto ripartirà da Anna Rosa Tarantino e Porta Robustina» Un allestimento “particolare” «perchè le iniziative natalizie sono importanti, ma lo sono anche per i più deboli»
Anche il sindaco di Bitonto a Milano per la Segre Anche il sindaco di Bitonto a Milano per la Segre Oltre 600 primi cittadini da tutta Italia: «Siamo la sua “scorta civica”»
Disservizi all'ex ospedale di Bitonto. Abbaticchio: «Combattere insieme» Disservizi all'ex ospedale di Bitonto. Abbaticchio: «Combattere insieme» L'apporto della nuova direttrice fa ben sperare anche le componenti sindacali ma serve lottare. Critico Damascelli
Revocato lo sciopero dell'Asv Bitonto. Abbaticchio: «Compreso il nostro impegno per l'azienda» Revocato lo sciopero dell'Asv Bitonto. Abbaticchio: «Compreso il nostro impegno per l'azienda» Era stato indetto per i prossimi 9 e 10 dicembre ma dopo il confronto con l'amministrazione è stato scongiurato
Consegnato il nuovo scuolabus del comune di Bitonto Consegnato il nuovo scuolabus del comune di Bitonto Meno inquinante, entrerà in servizio la prossima settimana
La scuola di via Crocifisso resta aperta: ritirata l'ordinanza di chiusura La scuola di via Crocifisso resta aperta: ritirata l'ordinanza di chiusura Il dirigente ha chiesto al sindaco lo stop al provvedimento. Ma domattina l'impianto di riscaldamento sarà fuori uso
La zona artigianale di Bitonto verso la prima A.P.P.E.A in Puglia La zona artigianale di Bitonto verso la prima A.P.P.E.A in Puglia Prosegue il percorso partecipativo per la co-progettazione, finanziato da Puglia Partecipa 2018
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.