Bruno con la fedele Salam che bruca in piazza Caduti del Terrorismo
Bruno con la fedele Salam che bruca in piazza Caduti del Terrorismo
Attualità

Da Santiago a Gerusalemme, passando per Bitonto, con un'asina per diffondere la pace

Arriva anche nella città degli ulivi il viandante Bruno, in viaggio da quattro anni col suo messaggio d'amore e fratellanza

Percorrere la via Francigena nel più umile dei modi, accanto a un'asina, per collegare, simbolicamente, due luoghi "santi" come Santiago de Compostela e Gerusalemme, con l'unico obiettivo di diffondere un messaggio di pace, amore e rispetto. È questa, da oltre quattro anni, ormai, la missione del portoghese Bruno, che insieme alla fedele Salam è arrivato ieri a Bitonto, trovando l'ospitalità di una città che si è fatta trovare pronta.

A raccontare la sua storia è stato l'assessore al Marketing Territoriale, Rocco Rino Mangini, che l'ha incontrato, mobilitandosi per fornirgli temporanea accoglienza.
«Bruno è un portoghese cittadino del mondo – ha commentato l'assessore dopo aver salutato il viandante - che ha avuto un'idea folle, considerati i tempi in cui viviamo: percorrere a piedi con la sua asinella il cammino da Santiago de Compostela a Gerusalemme. Ha iniziato quattro anni fa ed è giunto qui da noi, esattamente dove giungevano i pellegrini medievali percorrendo la via Traiana (oggi detta anche Francigena del Sud). Perchè lo fa? Per la Pace! Testimoniare con la sua vita e con il suo cammino che un altro Mondo è possibile, con la sola forza dei suoi passi e di quelli del suo asino. E come i pellegrini di un tempo, Bruno ha scelto di vivere alla giornata, di quello che gli può essere donato, dell'ospitalità semplice di chi sa farsi prossimo».
«A Bitonto è stato ospite della Masseria Lama Balice, sia lui che il suo asino – ha assicurato l'assessore - ringraziamo Antonio Saracino per la generosa disponibilità. E ringraziamo Bruno per la forza di una testimonianza così semplice, ma così coraggiosa: camminare tra i popoli per parlare di pace!».

Anche il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha voluto parlare di questo «cittadino del mondo» che dopo quattro anni di cammino «è giunto qui da noi, esattamente dove giungevano i pellegrini medievali percorrendo la via Traiana».
Lassessore Mangini con Bruno e Salam
  • Michele Abbaticchio
  • Rino Rocco Mangini
Altri contenuti a tema
Amministratori e runner bitontini alla Mezza Maratona Via Pacis a Roma Amministratori e runner bitontini alla Mezza Maratona Via Pacis a Roma Pantaloncini e scarpette da corsa anche per l'assessore Mangini: «Tutti con i colori di Bitonto in marcia per la pace»
Bar incendiato due volte a Bitonto: Sindaco e giunta sostengono una colletta Bar incendiato due volte a Bitonto: Sindaco e giunta sostengono una colletta Abbaticchio: «Segnale di forte civiltà e incondizionata condanna»
Motocross tra le aiuole del parco via Togliatti: identificato il centauro Motocross tra le aiuole del parco via Togliatti: identificato il centauro Abbaticchio: «Un cretino, già noto, allontanato anche dalla Villa Comunale. Ma quel parco non è abbandonato come prima»
Sorpresa Europee: un ricorso ridisegna gli eletti e porta Abbaticchio a Bruxelles Sorpresa Europee: un ricorso ridisegna gli eletti e porta Abbaticchio a Bruxelles Ma il sindaco non ci pensa: «Per me partita chiusa: sto pensando a Bitonto»
Il comune di Bitonto chiama a raccolta street artist e writers Il comune di Bitonto chiama a raccolta street artist e writers Collaboreranno in un progetto per vincere il bando della regione Puglia sull'arte di strada
La musica in piazza Cattedrale snerva i residenti: concerto fermato La musica in piazza Cattedrale snerva i residenti: concerto fermato Lite fra i gestori di un locale e un vicino: interviene la Polizia
Era a Bitonto il ghanese morto in mare a Pane e Pomodoro Era a Bitonto il ghanese morto in mare a Pane e Pomodoro Abbaticchio: «Gentile e perfettamente integrato. Una scomparsa che fa male»
Decreto Sicurezza, Abbaticchio: «Salvini pensa solo ai migranti. Niente contro mafia e droga» Decreto Sicurezza, Abbaticchio: «Salvini pensa solo ai migranti. Niente contro mafia e droga» Per il leader di Italia in Comune «dopo la morte della giustizia sociale ora tocca alla morte del Sud»
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.