IMG
IMG
Politica

Crisi Maria Cristina: «Perchè la Regione non commissaria l'ASP?»

Il consigliere regionale del M5S, Conca, interroga il presidente Emiliano

Nominare un commissario straordinario su indicazione della regione Puglia col compito di risanare i conti dell'azienda e risolvere la situazione dei dipendenti senza stipendio da quasi 2 anni. È la ricetta del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Mario Conca, per salvare l'Azienda di Servizi alla Persona, Maria Cristina di Savoia di Bitonto. Il pentastellato, su sollecitazione del collega deputato alla Camera, Francesco Cariello, e del consigliere comunale di Bitonto, Dino Cimminiello, ha depositato un'interrogazione indirizzata al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, - che detiene anche la delega di assessore alla Sanità – per conoscere «perché la Regione non abbia ancora esercitato il potere di vigilanza che la legge Le attribuisce, e chiediamo che si proceda immediatamente alla verifica delle attività svolte dall'ASP e alla eventuale nomina di un Commissario che possa finalmente dare una risposta alle richieste dei lavoratori. Si tratta di persone che dobbiamo ringraziare per la loro professionalità, e che hanno bisogno di risposte sul loro futuro. La Regione non può continuare a ignorarli».

«La stessa legge – scrive il grillino nella sua interrogazione - stabilisce che "ai fini del mantenimento dell'iscrizione nel registro delle ASP occorre accertare la congruità delle risorse economiche a disposizione dell'azienda e la sufficienza delle stesse ai fini del conseguimento degli scopi statutari" e che "dalla perdita dei requisiti discende la necessità di valutare la fattibilità di un piano di risanamento". "In ogni caso all'estinzione consegue l'assegnazione del personale dipendente e l'attribuzione dell'eventuale residuo patrimoniale in favore di altra ASP del rispettivo ambito territoriale o in favore del Comune e della ASL territorialmente competenti"».
L'attacco dei pentastellati è verso l'attuale amministrazione della struttura, che non avrebbe «rispettato gli obblighi imposti dalla legge e si è resa responsabile dell'aggravamento della posizione debitoria. Non risulta neanche che siano mai stati adottati atti di pianificazione del fabbisogno di personale né di verifica della reale consistenza della dotazione organica, che potessero anche consentire la ricollocazione del personale in eccesso».
C'è spazio anche per un attacco all'amministrazione comunale di Bitonto, che «invece di richiedere la presentazione di un piano di risanamento, ha ritenuto necessario proporre agli organi competenti l'avvio di una procedura per la concessione dei servizi attualmente erogati dall'ASP giungendo, di fatto, ad una privatizzazione della struttura mediante project financing. Per questo - concludono i grillini - vogliamo sapere dall'Assessore Emiliano se sia a conoscenza delle volontà espresse dall'amministrazione comunale e se ritenga legittimo l'affidamento in concessione dei servizi».
  • Michele Emiliano
  • movimento 5 stelle
  • Regione Puglia
  • Istituto Maria Cristina di Savoia
Altri contenuti a tema
I dipendenti del Maria Cristina ricollocati in altri enti, ma l’arresto del direttore ASL frena tutto I dipendenti del Maria Cristina ricollocati in altri enti, ma l’arresto del direttore ASL frena tutto Damascelli: «Non sia un alibi per accantonare il problema»
Ex-discarica di Bitonto: dalla Regione 370mila euro per la bonifica Ex-discarica di Bitonto: dalla Regione 370mila euro per la bonifica Saranno impiegati per il piano di caratterizzazione e l’analisi di rischio
Migranti al lavoro nei campi, Vaccaro (PD): «Non è una soluzione. Può essere un obiettivo» Migranti al lavoro nei campi, Vaccaro (PD): «Non è una soluzione. Può essere un obiettivo» Il consigliere comunale storce il naso sulla proposta di Coldiretti: «Prima verifichiamo se le cooperative offrono davvero strumenti utili all’integrazione»
«Per i migranti lavoro in campagna contro la xylella e per la pulizia dei canali» «Per i migranti lavoro in campagna contro la xylella e per la pulizia dei canali» La proposta di Coldiretti per impiegare gli extracomunitari in fuga verso l’Italia
Crollo delle nascite in Puglia, Damascelli chiede a Emiliano la Conferenza per le politiche Familiari Crollo delle nascite in Puglia, Damascelli chiede a Emiliano la Conferenza per le politiche Familiari «Bisogna creare condizioni favorevoli per le giovani coppie»
1 «Strumenti obsoleti, condizionatori e autoclave fuori uso nell’ospedale di Bitonto» «Strumenti obsoleti, condizionatori e autoclave fuori uso nell’ospedale di Bitonto» Il consigliere regionale Damascelli (FI) contro Emiliano: «Le riconversioni sono un bluff, non si scherza con la salute»
Rissa fra extracomunitari a Bitonto in via Galvani: coinvolta anche una donna incinta Rissa fra extracomunitari a Bitonto in via Galvani: coinvolta anche una donna incinta L’intervento tempestivo della Polizia evita guai peggiori
Blitz nei centri accoglienza di Bitonto e Modugno: espulsi 31 migranti Blitz nei centri accoglienza di Bitonto e Modugno: espulsi 31 migranti Erano irregolari e per la maggiorparte dovranno rimpatriare con mezzi propri
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.