I rilievi della Polizia di Stato
I rilievi della Polizia di Stato
Cronaca

Colpi di pistola in via Stellacci. Frattura nel gruppo Cassano-Di Cataldo

È una delle ipotesi a cui stanno lavorando i Carabinieri. Un episodio analogo, di più lieve portata, si era verificato a Pasquetta

I palazzi di edilizia popolare di via Crocifisso sono da sempre l'enclave del clan Cassano. È proprio su quest'ultimo cartello di malavita che si sta concentrando l'attenzione dei Carabinieri, i quali sospettano che i colpi di pistola esplosi ieri in via Stellacci siano la conseguenza degli equilibri saltati col gruppo Di Cataldo.

I militari della Compagnia di Modugno sono al lavoro su quanto accaduto ieri verso le ore 20.00, quando l'arrivo di una Fiat Panda, proveniente da via Crocifisso, ha rotto il silenzio della serata: alcuni banditi, ma potrebbe anche essersi trattato di un individuo solitario, hanno esploso almeno cinque colpi di pistola, prima di fuggire. Trovati due bossoli esplosi da una calibro corto 9×21, dopo la segnalazione dei residenti che hanno udito la raffica di colpi verso un destinatario ignoto.

Ma sono soprattutto i due casi in soli tre mesi (un episodio analogo, di più lieve portata, si era verificato a Pasquetta) ad aver acceso il segnale d'allarme. Chi si è spinto sino lì, proprio dove è forte l'influsso criminale del clan Cassano, nonostante la detenzione del suo reggente Giuseppe Rocco Cassano, rinchiuso da anni a Terni? Lo stesso cartello criminale legato tra l'altro ai Di Cataldo: entrambi sono vicini al clan Diomede di Bari e gestiscono lo spaccio degli stupefacenti in città.

Equilibri saltati, dunque, fra i due gruppi criminali? Domande per ora senza risposte, ma che lasciano intravedere purtroppo nuovi venti di guerra, complice anche la latitanza di Vito Di Cataldo, destinatario di misura, ma di cui da tempo non si hanno notizie. Lo scenario è molto cambiato e adesso potrebbe mutare ancora.
  • Clan Cassano Bitonto
  • Clan Di Cataldo Bitonto
Altri contenuti a tema
«Il clan Strisciuglio manifesta forti mire espansionistiche a Bitonto» «Il clan Strisciuglio manifesta forti mire espansionistiche a Bitonto» La relazione dell'Antimafia al Parlamento secondo cui «può contare su un nuovo gruppo nato da una frattura interna al clan Conte»
«Il clan Conte contro i Cipriano per il predominio nel territorio di Bitonto» «Il clan Conte contro i Cipriano per il predominio nel territorio di Bitonto» Lo sostiene l'Antimafia che ricorda l'operazione "“Market Drugs", conclusa dalla Polizia di Stato il 21 febbraio 2022
A Bitonto «appare consolidata l’alleanza del clan Cipriano con i Parisi» A Bitonto «appare consolidata l’alleanza del clan Cipriano con i Parisi» Secondo l'Antimafia «l'intesa sarebbe scaturita dall’affiliazione del boss bitontino al clan Zonno di Toritto»
A Bitonto «i Cipriano, federati agli Strisciuglio, si sono avvicinati ai Parisi» A Bitonto «i Cipriano, federati agli Strisciuglio, si sono avvicinati ai Parisi» Secondo l'Antimafia «effettiva risulterebbe l’affiliazione del boss bitontino al clan Zonno di Toritto»
«A Bitonto il vuoto di potere potrebbe generare nuovi rischi» «A Bitonto il vuoto di potere potrebbe generare nuovi rischi» Lo sostiene l'Antimafia: «Lo Stato ha posto un freno all'escalation di violenza, ma non ha escluso la probabilità di una ripresa delle ostilità»
«Sospesi gli scontri tra il clan Cipriano e il clan Conte». Ma è davvero così? «Sospesi gli scontri tra il clan Cipriano e il clan Conte». Ma è davvero così? Lo afferma l'Antimafia: «In particolare, le ostilità tra i due clan erano riprese a partire dall'autunno 2017»
Le lotte fra i Conte e i Cipriano all'ombra del potere di Bitonto Le lotte fra i Conte e i Cipriano all'ombra del potere di Bitonto La fotografia fatta dalla Direzione Investigativa Antimafia: occhio ai Cassano, che conservano la propria capacità operativa
Operazione "Orione" nel Salento: le indagini portano a Bitonto Operazione "Orione" nel Salento: le indagini portano a Bitonto Uno dei tre gruppi arrestati all'alba era capace di interloquire nel giro di affari col gruppo dei Di Cataldo
© 2001-2024 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.