La Direzione Investigativa Antimafia
La Direzione Investigativa Antimafia
Cronaca

«Sospesi gli scontri tra il clan Cipriano e il clan Conte». Ma è davvero così?

Lo afferma l'Antimafia: «In particolare, le ostilità tra i due clan erano riprese a partire dall'autunno 2017»

Elezioni Regionali 2020
In Puglia ormai è consolidato il principio che consente di parlare di "mafie" e non di "mafia": nel tacco dello stivale italiano, infatti, lungo e vasto, non avendo mai avuto una criminalità organizzata unita, «si è andata frastagliando a seconda della posizione geografica».

Quello che più allarma nella seconda relazione semestrale della Direzione Investigativa Antimafia è «il diffuso e sistematico rinvenimento di armi, parallelamente agli svariati, gravi fatti di sangue delle cosche pugliesi, che non si fanno scrupolo di sparare nei centri cittadini. Si pensi al caso dell'anziana di Bitonto, uccisa il 30 dicembre 2017. Sparatorie che sono indicative delle profonde fibrillazioni tra le cosche, riferibili alle contese per il controllo del territorio».

Più nel dettaglio, secondo quanto evidenziato dall'Antimafia, «a Bitonto - si legge a pagina 233 della relazione del secondo semestre del 2018 - sembrerebbero temporaneamente sospesi gli scontri tra i diversi clan in lotta per il controllo delle attività illecite nelle varie zone della città di Bitonto. In particolare, le ostilità tra il clan Cipriano, già costola degli Strisciuglio e legato ai Parisi, ed il clan Conte (articolazione dei Caprati), erano riprese a partire dall'autunno 2017».

«In quel momento, alcuni soggetti del gruppo Cipriano - ricostruisce l'Antimafia - erano transitati nel clan Conte, il cui boss aveva dato loro l'incarico di aprire una nuova piazza di spaccio nel centro storico di Bitonto (denominata "del Ponte"). Ciò aveva determinato una serie di aggressioni, pestaggi e raid armati che hanno destato un forte clamore mediatico quando, nel corso dell'ennesimo scontro, il 30 dicembre 2017 era rimasta uccisa un'anziana pensionata».

«Le indagini sui menzionati fatti di sangue hanno portato, già nei primi mesi del 2018 - spiega ancora l'Antimafia - all'esecuzione di alcune misure cautelari anche nei confronti degli elementi di vertice dei due gruppi, alle quali hanno fatto seguito altre due concluse a settembre. La prima ha portato all'arresto di tre soggetti appartenenti al clan Cipriano, ritenuti responsabili del tentato duplice omicidio, registrato il 23 febbraio 2018, in danno di due elementi del clan Conte».

«La seconda - dice ancora la Direzione Investigativa Antimafia a pagina 233 - ha riguardato, invece, due elementi sempre del clan Conte, ritenuti rispettivamente il mandante (il capo clan) e l'esecutore materiale dell'attentato, commesso a Bitonto il 14 marzo 2018, in danno di elementi del clan Cipriano, evento in cui era rimasta ferita, altra vittima incolpevole, una ragazza che stava passeggiando per le strade della città di Bitonto».

Per l'Antimafia, «oltre ai clan Conte e Cipriano, - è scritto a pagina 233 - a Bitonto permangono il gruppo Cassano (o Cassano-Di Cataldo), legato ai Diomede di Bari, dedito alle estorsioni e allo spaccio di stupefacenti, e gruppi "minori" (originati da fratture nei sodalizi principali), tra cui il clan Modugno, legato ai Telegrafo di Bari, il cui capoclan è affiliato agli Strisciuglio», mentre «il clan Capriati, storicamente attivo nel borgo antico di Bari, ha collegamenti anche a Bitonto».

Numerosi, infine, sono stati, nel semestre in esame, gli episodi intimidatori in danno di imprenditori. Risulta elevato pure il numero dei reati predatori consumati. Spiccano le rapine, le "spaccate", gli assalti alle colonnine self - reati registrati in passato anche a Bitonto - nonché i furti di camion, auto e trattori.
  • Clan Cassano Bitonto
  • Clan Conte Bitonto
  • Clan Cipriano Bitonto
  • Clan Diomede
  • Clan Strisciuglio
  • Clan Di Cataldo Bitonto
  • Clan Capriati Bitonto
Altri contenuti a tema
Omicidio Tarantino: confermate 9 condanne ai clan Conte e Cipriano Omicidio Tarantino: confermate 9 condanne ai clan Conte e Cipriano La decisione è stata presa dalla Corte di Assise di Appello di Bari: confermata la condanna a 20 anni di reclusione per il boss Conte
«Ridimensionamento dei Conte». L'Antimafia registra «l'ascesa dei Cipriano» «Ridimensionamento dei Conte». L'Antimafia registra «l'ascesa dei Cipriano» È lo scenario stilato nella relazione della Direzione Investigativa Antimafia riferita al secondo semestre del 2019
Processo "Pandora", 90 condanne: 10 anni e 8 mesi a Domenico Conte Processo "Pandora", 90 condanne: 10 anni e 8 mesi a Domenico Conte Gli imputati sono tutti presunti affiliati ai clan Diomede-Mercante e Capriati: documentati 15 anni di malaffare
Omicidio Dellino a Bitonto, parla il pentito Amore: «Ucciso perché poteva parlare» Omicidio Dellino a Bitonto, parla il pentito Amore: «Ucciso perché poteva parlare» Le dichiarazioni del pentito svelano il movente dell'uccisione del 29enne, avvenuto nel 2007
«A Bitonto il vuoto di potere potrebbe generare nuovi rischi» «A Bitonto il vuoto di potere potrebbe generare nuovi rischi» Lo sostiene l'Antimafia: «Lo Stato ha posto un freno all'escalation di violenza, ma non ha escluso la probabilità di una ripresa delle ostilità»
Le mani del clan Conte di Bitonto nei lavori dopo il terremoto in Abruzzo Le mani del clan Conte di Bitonto nei lavori dopo il terremoto in Abruzzo Per i giudici "infiltrazioni mafiose" ad opera del sodalizio criminale in una delle ditte impegnate nella ricostruzione
«Ergastolo annullato», ma Giuseppe Digiacomantonio torna in carcere «Ergastolo annullato», ma Giuseppe Digiacomantonio torna in carcere Il 30enne arrestato per una richiesta estorsiva ai danni di un imprenditore di Grumo: 15mila euro mensili in cambio di "protezione"
Sgominato il clan Dello Russo: riforniva di droga anche Bitonto Sgominato il clan Dello Russo: riforniva di droga anche Bitonto L'indagine è cominciata nel 2014: i pusher alimentavano la piazza di spaccio del clan Conte
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.