Roberto Caldarulo intervistato dal Corriere della Sera
Roberto Caldarulo intervistato dal Corriere della Sera
Cronaca

Caldarulo: «Un boato indescrivibile, poi il silenzio»

Parla il militare di Bitonto ferito a Beirut: «Siamo stati fortunati, molti altri no e siamo preoccupati per loro»

È ancora scosso per la terribile esperienza vissuta e per la consapevolezza di essere stato molto fortunato Roberto Caldarulo, il militare di Bitonto rimasto ferito a Beirut durante la tremenda esplosione al porto che nel giro di pochi secondi ha fatto 137 morti, 5mila feriti e 300mila sfollati.
«Per noi era una normale giornata di lavoro – ha raccontato al Corriere Roberto, che è Caporal Maggiore Capo Scelto dell'Esercito Italiano e vive a Palombaio con la sua famiglia - stavamo preparando tutto quello che serviva per la prossima attività: il nostro nucleo aiuta gli assetti per il flusso e deflusso da e per i teatri operativi con i trasporti multimodali. Ricordo un boato fortissimo, indescrivibile e gli avvenimenti che si succedevano molto velocemente. Subito dopo l'esplosione ci sono stati attimi di smarrimento, perchè era del tutto imprevisto, ma per fortuna stiamo tutti bene, abbiamo fatto un controllo fra noi per vedere se qualcuno fosse in condizioni più gravi, ma non era così. All'inizio non mi ero nemmeno accorto di essere ferito e di perdere sangue da una mano. Dopo i primi attimi di sorpresa per l'imprevedibilità dell'evento, abbiamo ritrovato lucidità e calma, rimanendo coesi ci siamo raggruppati in un punto di raccolta e abbiamo atteso i soccorsi».
«I soccorsi sono stati davvero tempestivi – continua Caldarulo - nonostante le strade fossero praticabili: è stato bellissimo vedere la colonna del contingente italiano di Unifil quando è venuto a prenderci. Il viaggio è stato molto lungo, ma quando siamo arrivati alla base all'alba vedere il sole che sorgeva è stato bellissimo, abbiamo pensato alla fortuna di poter vedere l'inizio di un nuovo giorno».
«Quello che ci preoccupa – ha però aggiunto Roberto - è la situazione della popolazione libanese, perchè noi siamo stati fortunati, ma tantissimi di loro no»
  • Esercito Italiano
  • Roberto Caldarulo
  • Beirut
Altri contenuti a tema
Tornato a Bitonto il militare ferito nell'esplosione a Beirut Tornato a Bitonto il militare ferito nell'esplosione a Beirut Il sindaco: «Il sacrificio di un figlio e servitore della nostra Patria»
Esplosione Beirut: di Bitonto il militare rimasto ferito Esplosione Beirut: di Bitonto il militare rimasto ferito Roberto Caldarulo risiede con la sua famiglia a Palombaio
1 In Puglia militari formati per aiutare paesi colpiti da calamità In Puglia militari formati per aiutare paesi colpiti da calamità Diventeranno elettricisti, carpentieri, muratori e idraulici per sostenere le zone dell'Italia e del mondo in difficoltà
Saltò in aria su una mina in Libano: tutti in piedi per Giovanni Memoli Saltò in aria su una mina in Libano: tutti in piedi per Giovanni Memoli Il suo sacrificio per la Patria celebrato in un VIDEO col conferimento del Premio Internazionale Giuseppe Sciacca in Vaticano
Dramma a Milano: scomparso un 59enne di Bitonto Dramma a Milano: scomparso un 59enne di Bitonto Era uscito per andare in farmacia ma non ci è mai arrivato. Anche la trasmissione “Chi l'ha visto” sulle sue tracce
Tragico incidente sulla A4: muore un militare bitontino Tragico incidente sulla A4: muore un militare bitontino Il Caporal Maggiore Capo Rocco Rilievi ha perso la vita sull’auto di servizio insieme al collega Valerio Canzio
1 Il Generale di Divisione bitontino Pietro Primo diventa Vice Commissario Generale per le onoranze ai caduti Il Generale di Divisione bitontino Pietro Primo diventa Vice Commissario Generale per le onoranze ai caduti A novembre ha presenziato le commemorazioni per i caduti di Caporetto
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.