Uno dei topi di via Maggiore
Uno dei topi di via Maggiore
Cronaca

A tu per tu col roditore: l'incubo di un bambino nel centro storico di Bitonto

Esasperati i residenti: «Da un edificio in stato di abbandono viene fuori di tutto. Ce li ritroviamo in casa»

Uno degli angoli più antichi e caratteristici della città con grossi problemi di salubrità a causa di un edificio in stato di abbandono trasformato in ricettacolo di ogni porcheria. È quanto accade nel centro storico di Bitonto, in piazzetta Margherita da Durazzo, che divide in due una delle strade più lunghe della zona antica della città, via Maggiore.
Una situazione che perdura, in verità, da tempo, ma che negli ultimi tempi ha raggiunto connotati insostenibili. L'ultimo episodio solo qualche giorno fa. «Il figlio della vicina stava giocando seduto per terra nell'atrio del portone – racconta una delle residenti – quando voltandosi per aver avvertito uno strano movimento si è trovato faccia a faccia con un enorme roditore. Il piccolo è scappato via piangendo dalla mamma, mentre il topo si è nascosto chissà dove: di certo abbastanza vicino da farci sentire continuamente terrorizzati».

Non si tratta di certo del primo caso. Colpa, spiegano, «di un edificio privato in stato di abbandono. All'interno, fino a qualche tempo fa, attraverso le finestre aperte era possibile vedere di tutto, dalla sporcizia sparsa ovunque, alla vegetazione che ormai stavano prendendo possesso dell'edificio, fino alla gabbia con un povero coniglio e residui di cibo lasciati lì chissà da quando. Quando abbiamo avvisato il proprietario si è limitato a socchiudere quelle finestre, per impedire la vista, come se non vedendole tutte quelle porcherie sparissero, ma evidentemente non è così».

Al di là degli altri rischi per la salubrità della zona, quello che preoccupa maggiormente è di certo la vasta comunità di roditori che ha preso possesso dell'edificio e scivola continuamente fuori dagli infissi sgangherati. «Si arrampicano ovunque – prosegue il racconto - sfruttano ogni appiglio, passano sui balconi, sui terrazzini, entrano nelle porte lasciate socchiuse: ormai viviamo in incubo perenne».
Alcuni residenti hanno deciso di inviare la segnalazione all'Ufficio Igiene del comune di Bitonto e al Municipio, per chiedere un intervento urgente nei confronti del proprietario per obbligarlo a ripristinare la salubrità dei luoghi. Non è più possibile continuare a vivere in questo modo – è la conclusione sconfortata dei residenti – abbiamo bisogno dell'intervento della pubblica amministrazione».
4 fotoLe immagini della zona interessata e di alcuni dei rinvenimenti di roditori
nnnUno dei topi di via Maggiore
  • Centro storico
Altri contenuti a tema
Una passeggiata fotografica per “riscattare” il centro antico di Bitonto Una passeggiata fotografica per “riscattare” il centro antico di Bitonto Domenica 30 maggio alle ore 18.30 da piazza Cavour
Dal 20 maggio parte il servizio di pulizia straordinaria del centro storico di Bitonto Dal 20 maggio parte il servizio di pulizia straordinaria del centro storico di Bitonto Ad annunciarlo il Sindaco Michele Abbaticchio
2 Danneggiato a Bitonto quadro votivo del centro storico Danneggiato a Bitonto quadro votivo del centro storico Ignoti hanno dato fuoco alla copertura che lo proteggeva. Fortunatamente salvo il dipinto
Olio dal mezzo della nettezza urbana: sabbia in piazza Cavour Olio dal mezzo della nettezza urbana: sabbia in piazza Cavour La perdita ha imbrattato le antiche chianche in prossimità di Porta Baresana
Alessandro Borghese sceglie Bitonto per “4 Ristoranti” Alessandro Borghese sceglie Bitonto per “4 Ristoranti” La troupe della trasmissione Sky ha girato in città per il popolare format
1 Monumento storico trasformato in discarica a Bitonto Monumento storico trasformato in discarica a Bitonto Davanti a Palazzo Vulpano abbandonati rifiuti, divani e altri ingombranti
Dal Senegal a Bitonto per raccontare la sua esperienza di missionaria Dal Senegal a Bitonto per raccontare la sua esperienza di missionaria Domani ospite nel monastero delle Vergini di Bitonto suor Grazia Anna Morelli
L'irriverente comicità di Enrico Caruso a Bitonto con “Perchè Restare” L'irriverente comicità di Enrico Caruso a Bitonto con “Perchè Restare” Sarà protagonista sabato della riapertura delle serate di Cultura Panoramica in uno storico palazzo del centro antico
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.