Le seppie sequestrate dalla Guardia Costiera
Le seppie sequestrate dalla Guardia Costiera
Cronaca

Seppie e granchi sequestrati e devoluti alla Caritas di Bitonto

I prodotti, tutti privi di documentazione, sono stati sequestrati dalla Guardia Costiera a Bari

Sgradita sorpresa questa mattina per un autotrasportatore bulgaro sbarcato con il furgone dalla motonave "Superfast" proveniente dalla Grecia: ad aspettarlo i militari specializzati del Centro di Controllo Area Pesca della Guardia Costiera di Bari.

I militari, da giorni impegnati sul territorio in capillari controlli finalizzati al contrasto della cattura, della conservazione e della commercializzazione illegale di prodotto ittico, hanno infatti ritrovato all'interno del furgone 9.000 ricci, 250 chilogrammi di seppie e altri 250 chilogrammi circa di granchi blu.

Prodotto fresco privo di qualunque documentazione comprovante la provenienza e destinato ad un centro di spedizione di Torre Canne, fatta eccezione per i granchi blu, specie di cui non è prevista la commercializzazione sul territorio nazionale, che erano invece destinati ad un ristorante etnico del Nord.

Tutto il prodotto è stato sequestrato, e successivamente sottoposto a controllo veterinario: avendone accertato l'idoneità per il consumo umano, seppie e granchi sono stati devoluti in beneficenza a favore della Caritas della Diocesi di Bari-Bitonto, mentre i 9.000 esemplari di riccio di mare, ancora vivi, sono stati rigettati in mare al largo con l'ausilio di una motovedetta della Guardia Costiera.

Il vigente divieto di cattura dei ricci di mare, che si protrarrà sino al 30 giugno, favorisce l'immissione sul mercato di prodotto estero di dubbia provenienza, e pertanto potenzialmente pericoloso per la salute del consumatore, mancando di quel necessario e obbligatorio controllo sanitario preventivo che ne garantisca lo stato di conservazione.
  • Guardia Costiera
  • Caritas Bitonto
Altri contenuti a tema
I migranti della Diciotti ospitati nell’arcidiocesi di Bari-Bitonto accolti coi fondi della CEI I migranti della Diciotti ospitati nell’arcidiocesi di Bari-Bitonto accolti coi fondi della CEI Sarà l’8x1000 a sostenere l’operazione di accoglienza in caso di arrivo anche in terra di Bari
Farmaci per la Grecia dalla Caritas diocesana: l’impegno di don Vito Piccinonna Farmaci per la Grecia dalla Caritas diocesana: l’impegno di don Vito Piccinonna Il parroco della Basilica dei Santi Medici in prima linea per la comunità ellenica in ginocchio per gli incendi
Pesce putrefatto, sequestri in tutta la Puglia. Controlli a Bitonto Pesce putrefatto, sequestri in tutta la Puglia. Controlli a Bitonto In totale sono state elevate 24 sanzioni amministrative. 4 i locali multati in città
Pesce sequestrato e donato alle mense Caritas di Bari e Bitonto Pesce sequestrato e donato alle mense Caritas di Bari e Bitonto Sigilli a 1.513 chili di pesce completamente privo di rintracciabilità, trasportato con un furgone da Mazara del Vallo
Al setaccio la filiera della pesca: 7 quintali di merce sequestrata Al setaccio la filiera della pesca: 7 quintali di merce sequestrata Complessa operazione a livello regionale della Guardia Costiera a tutela della sicurezza alimentare
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.