Bitonto - Il commissariato
Bitonto - Il commissariato
Cronaca

Presi dopo un furto di ferro: urla e lancio di oggetti davanti al commissariato

Chiedevano la restituzione del mezzo sequestrato con cui stavano compiendo il furto

Malavita locale sempre più esasperata a Bitonto dopo il deciso cambio di registro imposto dal Ministero degli Interni con il presidio costante del territorio da parte di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, come risposta all'omicidio dell'84enne Anna Rosa Tarantino, vittima innocente di una sparatoria fra bande. La conferma è arrivata ieri quando un gruppo di una decina di persone, ritenute dagli inquirenti vicine al clan Cipriano, hanno inscenato una vera e propria guerriglia urbana davanti agli uffici del commissariato di Polizia, preso d'assalto da parenti e accoliti dei responsabili di un furto di ferro durante il quale gli agenti hanno sequestrato materiali e mezzi di trasporto. I poliziotti hanno infatti sorpreso i ladri, poi riusciti a fuggire, durante un tentativo di rubare il ferro presente all'interno di un capannone andato in fiamme negli scorsi giorni. A margine dell'intervento, le Forze dell'Ordine hanno sequestrato la refurtiva e il furgoncino bianco a bordo del quale i ladri erano arrivati sul posto. Proprio il sequestro del mezzo ha scatenato la reazione violenta di una decina di persone che ne hanno preteso la restituzione, con lanci di oggetti, minacce e aggressioni, costringendo all'intervento a sostegno dei poliziotti anche i Carabinieri.
Solo dopo alcune ore agenti e militari sono riusciti a ristabilire l'ordine e disperdere gli aggressori.
  • Polizia
  • Clan Cipriano Bitonto
  • Polizia di Stato Bitonto
  • Polizia Bitonto
  • Controlli Polizia di Stato
  • Omicidio Tarantino Bitonto
  • Anna Rosa Tarantino
Altri contenuti a tema
Il comune di Bitonto parte civile nel processo agli assassini di Anna Rosa Tarantino Il comune di Bitonto parte civile nel processo agli assassini di Anna Rosa Tarantino Abbaticchio: «Lesa profondamente la collettività e l’immagine della città»
Giovinazzo, la nuova sponda della criminalità bitontina Giovinazzo, la nuova sponda della criminalità bitontina Ieri la cattura del latitante Pasquale Pazienza. Sempre in città, a maggio, si nascondeva il boss Domenico Conte
Assalto al caveau della Sicurtransport: il latitante Pasquale Pazienza era a Giovinazzo Assalto al caveau della Sicurtransport: il latitante Pasquale Pazienza era a Giovinazzo L'uomo, di 49 anni, si era rifugiato con Alessandro Morra in una masseria in località Casino della Principessa
Assalti a caveau e portavalori, arrestati due latitanti. Uno è di Bitonto Assalti a caveau e portavalori, arrestati due latitanti. Uno è di Bitonto Scovati in una masseria di Giovinazzo nel corso di un blitz del Servizio Centrale Operativo della Polizia
Anziana uccisa, in 10 a processo: anche il boss Domenico Conte Anziana uccisa, in 10 a processo: anche il boss Domenico Conte Anna Rosa Tarantino, 84 anni, perse la vita negli agguati del 30 dicembre scorso
Furto d’auto sventato a Bitonto da due poliziotti liberi da servizio. Arrestato 19enne Furto d’auto sventato a Bitonto da due poliziotti liberi da servizio. Arrestato 19enne Gli agenti della Questura di Torino stavano passeggiando per il centro cittadino
Picchiati i genitori del pentito che fece arrestare i killer di Annarosa Tarantino. Fermati gli aggressori Picchiati i genitori del pentito che fece arrestare i killer di Annarosa Tarantino. Fermati gli aggressori I Carabinieri della Stazione di Bitonto hanno bloccato un 20enne e un 25enne
Centinaia di ragazzi in piazza a Bitonto ieri per il Festival dei Dj. Ma senza Polizia Centinaia di ragazzi in piazza a Bitonto ieri per il Festival dei Dj. Ma senza Polizia Nessuna pattuglia a presidio. Per garantire l’ordine pubblico solo volontari e gli uomini della PM
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.