Gli alberi della memoria a Bitonto
Gli alberi della memoria a Bitonto
Cronaca

Piantati a Bitonto i primi alberi della memoria. Ma dalla Villa Comunale spariscono le cycas

Durante la messa a dimora delle piante in ricordo dei cari defunti, l'amara constatazione

Una gioia a metà.
Sentimenti contrastanti ieri durante la messa a dimora dei primi "Alberi della Memoria", l'iniziativa del circolo Legambiente di Bitonto, intitolato a Pino Di Terlizzi, per aumentare il patrimonio arboreo cittadino e nello stesso tempo consentire a chi ne sente l'esigenza, di poter avere un ricordo "green" dei propri cari venuti a mancare.
La gioia era di certo per la piantumazione dei primi alberi. «È il miglior modo – hanno commentato dal Circolo - per radicare su questa terra il ricordo di chi ha lasciato un segno durante la sua vita. Attraverso la donazione e la piantumazione di un albero si contribuisce non solo a ricordare una persona cara ma anche a dare un futuro a chi erediterà questa terra. Grazie a tutti quelli che hanno reso possibile questa iniziativa che continuerà con la disponibilità di tantissimi cittadini che ci stanno contattando per aderire. Possiamo lasciare un mondo migliore di come l'abbiamo trovato».
Messa dimora
A pochi metri da dove un nuovo testimone verde veniva donato alla città, un altro testimone veniva defraudato. Al posto di alcune piante di cycas messe a dimora nei mesi scorsi dall'amministrazione ci sono infatti adesso soltanto le buche lasciate vuote da chi le ha portate via. Rubate trattando la Villa Comunale come un magazzino da cui prendere tutto ciò che passa per la testa. Da chi, ovviamente, non si fa scrupoli di sottrarli ad un privato, figurarsi da uno spazio pubblico.

«Questa foto è simbolo della stupidità umana – è stato il commento di Marco Tribuzio, presidente del Banco delle Opere di Carità e tra gli animatori dell'iniziativa ambientalista - sembra una semplice buca scavata nella terra, ma in realtà in quella buca era stata messa a dimora una cycas che abbelliva la nostra villa comunale. E così un giorno (o una notte) qualche demente l'ha notata e ha deciso di portarsela a casa. E non ne ha preso solo una, ma più di una. Mi ha ricordato la famosa coppia di ladri di piante che rubarono il cactus all'esterno di casa mia. Siete una rovina per questo paese e spero che prima o poi qualcuno ve lo faccia capire».

«Per ogni azione cattiva 11 positive - è invece l'esortazione di Antonella Vaccaro, consigliere comunale del Partito Democratico - Sono persone povere di spirito ma la nostra ricchezza d'animo è maggiore, se necessario e se possibile, metteremo un albero in più anche per questo. A pensarci meglio, dovremmo fare una piantumazione per ogni furto. Bitonto diventerebbe un unico polmone verde!»
5 fotoLa piantumazione degli alberi della Memoria
Nuovi alberiAlberi in villa comunalealberi in villaGli alberi della memoria a BitontoNuovi alberi piantati
  • Furti Bitonto
  • legambiente
  • Banco Opere Carità
Altri contenuti a tema
Tentano il furto, ma incrociano i Carabinieri e speronano l’auto. In fuga Tentano il furto, ma incrociano i Carabinieri e speronano l’auto. In fuga L'episodio nella notte ai danni della ferramenta Schiavone. Illesi i due militari, l'auto dei malviventi ritrovata bruciata a Mariotto
Furto a Silvia Boutique, danni ingenti: «Indumenti sporchi di escrementi» Furto a Silvia Boutique, danni ingenti: «Indumenti sporchi di escrementi» La razzia è stata interrotta dalla Polizia di Stato. Il titolare: «Dovremmo togliere cartellino, lavare i capi e rivenderli come usati»
Furto sventato a Silvia Boutique. Recuperata refurtiva per oltre 200mila euro Furto sventato a Silvia Boutique. Recuperata refurtiva per oltre 200mila euro I poliziotti del Commissariato sono intervenuti per l'allarme. I ladri, giunti a bordo di un Fiat Doblò rubato, sono fuggiti
Sequestrati beni per 600mila euro alla "banda della Bmw". Colpi anche a Bitonto Sequestrati beni per 600mila euro alla "banda della Bmw". Colpi anche a Bitonto Operazione della Guardia di Finanza. Fra settembre 2018 e febbraio 2019 furono messi a segno almeno 22 colpi
Furto nella Basilica di Bari, l'oro di San Nicola venduto per mille euro Furto nella Basilica di Bari, l'oro di San Nicola venduto per mille euro Ritrovate le banconote nel casolare dove si nascondeva il presunto ladro: l'uomo, di 48 anni, è in carcere
Furto nella Basilica di San Nicola: il presunto ladro risiede a Bitonto Furto nella Basilica di San Nicola: il presunto ladro risiede a Bitonto Il 48enne Farid Hanzouti è in carcere: gli oggetti sacri rubati potrebbero essere stati rivenduti per poco più di mille euro
Maxi furto al cimitero di Bitonto: oltre 7 quintali di cavi elettrici Maxi furto al cimitero di Bitonto: oltre 7 quintali di cavi elettrici Spariti anche utensili e altro materiale: un danno di oltre 20mila euro. Indaga la Polizia di Stato
"Le città che respirano": a Bitonto la presentazione del progetto "Le città che respirano": a Bitonto la presentazione del progetto Appuntamento domani, mercoledì 17 novembre, in via Nicola Piacente
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.