Defibrillatore danneggiato in piazza Cavour
Defibrillatore danneggiato in piazza Cavour
Cronaca

Petardi nel defibrillatore pubblico in piazza Cavour

Attaccati anche i quadri dell’Enel in alcuni quartieri di Bitonto e Palombaio rimasti al buio. Si cercano i responsabili

Bidoni dell'immondizia, autovetture, i "sempreverdi" citofoni, ma anche i quadri elettrici che alimentano interi quartieri e adesso anche i defibrillatori pubblici, determinanti per salvare la vita a chi viene colpito da arresto circolatorio. Non hanno risparmiato davvero nulla a Bitonto gli imbecilli del petardo natalizio che, anche quest'anno, sono stati responsabili di danni a beni pubblici e privati per migliaia di euro.

I danneggiamenti più gravi sono quelli agli armadi Enel che hanno lasciato al buio interi quartieri sia a Bitonto, in via Ammiraglio Vacca che a Palombaio: i vandali hanno costretto gli operatori a intervenire celermente, nonostante le difficoltà dei giorni festivi.
L'attacco più vile e scellerato, però, è stato quello sferrato al defibrillatore pubblico in piazza Cavour, donato dall'associazione Amici del Cuore a tutta la comunità che diventa di fondamentale importanza nel caso di arresto cardiocircolatorio di un passante o di un residente della zona. Anche in questo caso lo strumento è stato ripristinato nel giro di poche ore, grazie all'intervento dell'amministrazione comunale.

«La Polizia municipale – ha scritto il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio - ha verificato il ripristino del defibrillatore, dopo che tre imbecilli con un giubbotto nero hanno "diffuso" petardi facendo scattare l'allarme. I vandali sarebbero stati ripresi dalle telecamere e i vigili sono sulle loro tracce».
«C'è chi lavora per noi a qualsiasi ora – ha concluso il primo cittadino - e c'è chi vuol trovare un senso alla propria esistenza, distruggendo a qualsiasi ora».

L'ordinanza sindacale che vieta l'uso di petardi in tutto il periodo natalizio non sembra, dunque, aver fermato gli imbecilli del petardo per quello che, in realtà, è stato solo un "aperitivo" di quanto ci si aspetta nelle ore a cavallo della mezzanotte tra il 31 dicembre 2018 e il 1° gennaio 2019, quando l'idiozia dei botti sarà sdoganata dalla frenesia compulsiva di "sparare qualcosa" a Capodanno.

  • Michele Abbaticchio
  • Botti illegali Bitonto
Altri contenuti a tema
Da Santiago a Gerusalemme, passando per Bitonto, con un'asina per diffondere la pace Da Santiago a Gerusalemme, passando per Bitonto, con un'asina per diffondere la pace Arriva anche nella città degli ulivi il viandante Bruno, in viaggio da quattro anni col suo messaggio d'amore e fratellanza
I giovani studenti di Bitonto manifestano per l'ambiente e il futuro I giovani studenti di Bitonto manifestano per l'ambiente e il futuro Il plauso dell'amministrazione comunale: «Dopo le scuole plastica vietata anche in feste e manifestazioni pubbliche»
Poliziotti e Carabinieri insufficienti a Bitonto, Abbaticchio: «Salvini mantenga le promesse» Poliziotti e Carabinieri insufficienti a Bitonto, Abbaticchio: «Salvini mantenga le promesse» Il sindaco chiede ancora l'adeguamento del personale: «Ma per vincere la battaglia serve la forza di tutti»
Stop alla plastica a Bitonto: il Comune pronto a dotare di stoviglie e lavastoviglie le scuole Stop alla plastica a Bitonto: il Comune pronto a dotare di stoviglie e lavastoviglie le scuole Da Palazzo Gentile è partita la richiesta ai dirigenti per la verifica degli spazi necessari
Classifica città virtuose dei fondi europei: la Città Metropolitana di Bari in testa Classifica città virtuose dei fondi europei: la Città Metropolitana di Bari in testa La soddisfazione di Abbaticchio: «Felice di aver contribuito come delegato in materia. Ora sotto con altre sfide»
Gli alunni di Bitonto a teatro con la rassegna dedicata ad Anna Rosa Tarantino Gli alunni di Bitonto a teatro con la rassegna dedicata ad Anna Rosa Tarantino Abbaticchio: «Insegniamo loro a combattere la criminalità in modo diverso». Le videointerviste
Anti-mafia nelle scuole: raccontare gli episodi di cronaca e i veri eroi per mantenere il ricord Anti-mafia nelle scuole: raccontare gli episodi di cronaca e i veri eroi per mantenere il ricord La proposta di Italia in Comune Puglia. Abbaticchio: «Storie come quelle di Anna Rosa Tarantino devono essere conosciute»
Addio allagamenti a Bitonto: approvato il contratto per la costruzione della fogna bianca Addio allagamenti a Bitonto: approvato il contratto per la costruzione della fogna bianca Abbaticchio: «I 2 milioni di fondi europei vinti e i 7 milioni del CIPE impiegati per eliminare il problema»
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.