La firma del contratto tra Regione e Comune di Bitonto
La firma del contratto tra Regione e Comune di Bitonto
Cronaca

#nonsonounodivoi: dalla Regione i fondi per ‘salvare’ i ragazzi difficili del centro storico e periferia

Abbaticchio: «Mezzo milione di euro per il nostro laboratorio antimafia che li allontanerà dalla criminalità». Emiliano: «Uniti vinciamo la mafia»


Una battaglia senza quartiere alla mafia che, forse per la prima volta nella storia della Puglia e di Bitonto, stavolta parte "dalla base", cercando cioè di togliere la preziosa giovane manodopera alle organizzazioni criminali del territorio per inserirle nel tessuto sociale cittadino. Arrivano buone notizie dalla Regione Puglia dove il comune di Bitonto ha firmato ieri un contratto grazie al quale saranno messi a disposizione della città 450mila euro da impiegare nel progetto #nonsonounodivoi che ha vinto la selezione regionale per realizzare il progetto con cui Palazzo Gentile si impegna a "salvare" i ragazzi difficili del centro storico e della periferia.

«Bitonto è un laboratorio antimafia finanziato da oggi con quasi mezzo milione di euro dalla Regione Puglia – ha detto il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio a margine della stipula - con questo progetto risponderemo a tanti ragazzi che verranno impegnati in progetti che allontaneranno il loro corpo e le loro menti dalla criminalità. Sfida aperta contro tutte le mafie in collaborazione con le parti sociali, le scuole e le nostre energie. Tutte le nostre energie».

Il progetto coinvolgerà 80 ragazzi a rischio di devianza nel bacino del centro storico e periferia di Bitonto e Bari, di età compresa tra i 14 e i 18 anni con l'attivazione di diversi laboratori e attività di educazione alla cittadinanza attiva e al rafforzamento dell'antimafia sociale. Le attività avranno un filo conduttore comune che toccherà numerosi ambiti quali quello dello sport, della tecnologia e della valorizzazione del patrimonio culturale.

«È la prima volta che una Regione interviene nell'Antimafia sociale – ha detto il governatore pugliese, Michele Emiliano - per la prima volta infatti la Puglia investe, con una dotazione finanziaria elevata, sulle attività di animazione sociale e partecipazione collettiva per la ricostruzione della identità dei luoghi e delle comunità. Oggi abbiamo firmato accordi per il più importante progetto di Antimafia sociale della storia d'Italia. La decisione di investire nell'Antimafia sociale come alternativa non repressiva al fenomeno, era di fondamentale importanza. Bene, oggi siamo qui a dimostrare con i fatti che si può fare».

Ci sono in tutto 11 milioni di euro, distribuiti su 27 progetti, che consentiranno alla società pugliese di costruire analisi e consapevolezze, dalle scuole alle imprese al mondo della cultura, con l'aiuto dei Comuni connettendosi a tutte le Istituzioni del territorio, con il supporto delle forze di polizia per rappresentare la parte migliore della Puglia che combatte la mafia da tanti anni.
Dei 27 progetti ammessi a finanziamento, 12 sono stati presentati da Comuni pugliesi aggregati in ATS (associazione temporanea di scopo) e 15 da soggetti del terzo settore (associazioni, cooperative, dipartimenti universitari, enti religiosi, reti per la legalità antiracket e antiusura). Le azioni progettuali si articoleranno in un arco temporale di tre anni. Il contributo massimo per ogni progetto è di 450mila euro.
  • Michele Emiliano
  • Michele Abbaticchio
Altri contenuti a tema
Partiti i due progetti di Servizio civile al Comune di Bitonto Partiti i due progetti di Servizio civile al Comune di Bitonto I volontari accolti a Palazzo di Città dal sindaco Abbaticchio e dall’assessore Legista
Pediatra revocata a Bitonto, il sindaco scrive alla Asl: «Rivedete la disposizione» Pediatra revocata a Bitonto, il sindaco scrive alla Asl: «Rivedete la disposizione» Preoccupato anche Damascelli: «Ingiusto costringere i piccoli a forzate trasferte a Palo»
'Prima lo sviluppo': Italia in Comune porta il mondo delle imprese a Bari 'Prima lo sviluppo': Italia in Comune porta il mondo delle imprese a Bari Attesi Emiliano, Decaro, Abbaticchio, Viesti, Patroni Griffi e Borracino
Abbaticchio: «Nessuna 'pagnotta' per le civiche confederate a Italia in Comune» Abbaticchio: «Nessuna 'pagnotta' per le civiche confederate a Italia in Comune» Il sindaco di Bitonto chiarisce che «non scompaiono ma proseguono il loro cammino in un progetto più grande»
Italia in Comune ringrazia i consiglieri di Bitonto che hanno aderito e chiede un tavolo di coalizione Italia in Comune ringrazia i consiglieri di Bitonto che hanno aderito e chiede un tavolo di coalizione L'obiettivo è ridiscutere gli assetti politici alla luce delle nuove forze in consiglio
Il sindaco di Bitonto Abbaticchio vicecoordinatore nazionale di Italia in Comune Il sindaco di Bitonto Abbaticchio vicecoordinatore nazionale di Italia in Comune Il primo cittadino: «Un riconoscimento alla straordinaria squadra pugliese. Ora al lavoro per i prossimi impegni»
Il Movimento Tra la Gente si confedera con in Italia in Comune Il Movimento Tra la Gente si confedera con in Italia in Comune La lista civica nata con le amministrative del 2017 porta i consiglieri Gesualdo e Abbatantuono nel partito di Pizzarotti
Chi rappresentano ora gli assessori della giunta Abbaticchio? Chi rappresentano ora gli assessori della giunta Abbaticchio? Dopo i numerosi ingressi in maggioranza e l'irruzione in consiglio di Italia in Comune attese novità anche in giunta
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.