Mons. Francesco Savino all’aeroporto di
Mons. Francesco Savino all’aeroporto di
Attualità

Mons. Francesco Savino in viaggio verso l’Ucraina

Parteciperà alla ‘Carovana della Pace’ che si svolgerà nella città di Odessa

Mons. Francesco Savino, vescovo di Cassano all'Jonio e vice presidente della CEI, è partito ieri mattina, 26 giugno, verso l'Ucraina, per partecipare alla "Carovana della pace" a Odessa.

Un viaggio che vuole essere massima espressione di vicinanza e di solidarietà della Chiesa italiana nei confronti di coloro che patiscono le sorti di questo conflitto ancora in corso. L'iniziativa è promossa dalla rete #Stopthewarnow, che riunisce 175 associazioni, movimenti ed enti impegnati in azioni nonviolente e umanitarie.

Nel suo viaggio, Mons. Savino è accompagnato dal Direttore dell'Abbraccio, Domenico Marino, e da due volontari della Caritas. Ad Odessa, cittadina del sud dell'Ucraina, teatro di violenti scontri, sono previsti incontri con i rappresentanti delle istituzioni, con le associazioni e con famiglie di profughi provenienti da Mykolaiv, Kherson e da altre zone colpite dal conflitto.

Il 29 giugno, sulla via del ritorno, è in programma a Chisinau un incontro con mons. Anton Coşa, arcivescovo cattolico della Moldavia, e con la Caritas locale. Questi incontri saranno occasione per consegnare aiuti umanitari in segno di vicinanza tangibile nei confronti di tutto il popolo ucraino.

"Il viaggio che compirò non vuol avere la presunzione di una immediata pacificazione tra il popolo ucraino e quello russo, vuole essere quell'unico chicco di grano che nel fare l'amore con la terra, restituisce generosi frutti. Vuole essere un convoglio di carezze, come quelle carovane rumorose che al passaggio alzano sì polvere ma tracciano un sentiero, una strada, un viottolo di possibilità che questi tempi bui, con penosa violenza, stanno cercando di cancellare - affermato monsignor Savino - Ad Odessa, insieme alla "carovana della pace", andremo a fare rumore! Andremo ad incontrare i volti, gli sguardi, i dolori, gli umori e le paure di uomini e donne con gli stessi volti, gli stessi sguardi e dolori e umori e paure nostre. Infine e sempre sostenuti dalla grazia di Dio, pregheremo per tutte quelle vite spezzate dall'ingiustizia e dall'insignificanza della guerra. Il Vangelo mi ha insegnato, tra le altre cose, ad essere il fianco dei dimenticati, il compagno di ogni uomo e di ogni donna che, in Cristo, è l'espressione più sincera della fratellanza, "sulla lunga strada dell'oggi fino ai confini del tempo", come avrebbe suggerito Don Tonino Bello. All'assordante silenzio del mondo che, come una cupa coltre avvolge questa tristissima pagina di storia e molte altre, risponderemo con il rumore dei nostri cuori, del nostro impegno concreto e continuato, alzeremo la polvere dell'empatia, spezzeremo l'Eucarestia dell'amore in ogni luogo, affinché la potenza del corpo di Cristo reifichi la pace e diventi instancabile marcia di fraternità e sororità".
  • Monsignor Francesco Savino
Altri contenuti a tema
Mons. Francesco Savino eletto vicepresidente della Cei per il Sud Italia Mons. Francesco Savino eletto vicepresidente della Cei per il Sud Italia Apprezzato il suo impegno, per cinque anni affiancherà il Cardinale Matteo Maria Zuppi
Mons. Francesco Savino confermato membro di Presidenza della Caritas Italiana Mons. Francesco Savino confermato membro di Presidenza della Caritas Italiana Il prelato bitontino è vescovo di Cassano allo Ionio
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.