Un compattatore in discarica
Un compattatore in discarica
Territorio e Ambiente

I gestori delle discariche alzano i prezzi: in vista un aumento della Tari anche a Bitonto

Abbaticchio: «L'ombra dell'ecomafia dietro i conferimenti illegittimi che fanno lievitare le tariffe»

Sindaci pugliesi sul piede di guerra per l'ormai previsto aumento di circa il 20% della tassa sui rifiuti dovuto all'aumento delle tariffe degli imprenditori privati che gestiscono le discariche. Che si difendono richiamando i maggiori costi dovuti all'aumento dei controlli e alle spese fisse per la manutenzione di impianti ad "alta tecnologia". La questione è in realtà un'altra: in assenza di impianti pubblici i pochi privati che gestiscono le discariche possono pretendere qualsiasi cifra, come accade per esempio ai comuni della Città Metropolitana di Bari che conferiscono nell'impianto di Conversano, come in parte Bitonto. Qui i gestori hanno comunicato una nuova tariffa che sarà di 154 euro (più il 10% di IVA) a tonnellata, con un aumento netto attorno ai 20 euro a tonnellata. Questo nonostante il fatturato dell'azienda sia schizzato dai 22milioni e mezzo di euro del 2015 ai 27 milioni e mezzo dell'anno successivo.

«Abbiamo rispettato gli impegni che l'Europa e la legge italiana ci imponevano – è l'attacco dei sindaci in un comunicato dell'Anci – abbiamo avviato sistemi virtuosi ed efficaci di raccolta differenziata dei rifiuti, informato e sensibilizzato i nostri cittadini sulla bontà e necessità di separare correttamente i rifiuti prodotti e di avviarli a riciclo. Abbiamo raggiunto percentuali di raccolta differenziata che fino a qualche anno fa sembravano chimere e miraggi», ma «l'impegno di Comuni e cittadini rischia di essere vanificato dal sistema di impiantistica di recupero, talmente farraginoso, da compromettere anche l'accesso ai contributi del Conai».

Il grido di dolore dei sindaci pugliesi diventa un attacco alla Regione. «È ora che ciascuno si assuma le proprie responsabilità, per riuscire a chiudere definitivamente il ciclo dei rifiuti in Puglia, senza perdere altro tempo», si legge ancora nella nota dell'Anci. «Chiediamo che vengano subito realizzati gli impianti pubblici di cui si parla da anni, ma senza riscontri concreti – è la richiesta che arriva dai sindaci - siamo in attesa di risposte in merito al Piano regionale per la gestione dei rifiuti urbani, su cui pure avevamo proposto le nostre osservazioni, puntuali e circostanziate, provenienti dai territori; ad oggi nessun riscontro, nonostante gli impegni assunti».

Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto e vicesindaco della Città metropolitana di Bari, dal suo canto, lancia l'allarme su un altro preoccupante fenomeno: «Dai Comuni chiedono sempre più spesso l'intervento delle guardie metropolitane nel monitoraggio del territorio perché è aumentato il conferimento illegittimo in discariche non ufficiali e dietro tutto ciò può esserci l'ombra dell'ecomafia».
  • Rifiuti Bitonto
  • Michele Abbaticchio
  • discarica
Altri contenuti a tema
Onda verde a Bitonto, Mariotto e Palombaio: impianti 27 nuovi lecci Onda verde a Bitonto, Mariotto e Palombaio: impianti 27 nuovi lecci In corso anche i lavori di pulizia e cura del verde urbano
«Nessuna traccia dei poliziotti promessi da Salvini a Bitonto» «Nessuna traccia dei poliziotti promessi da Salvini a Bitonto» Il sindaco Pizzarotti attacca il ministro in diretta su La7 parlando di Bitonto: «Non si occupa delle forze dell’ordine»
Sud al Centro resta in maggioranza: «Nessuna rottura con Abbaticchio» Sud al Centro resta in maggioranza: «Nessuna rottura con Abbaticchio» Solidarietà al consigliere Putignano. E sui rifiuti si dice «favorevole alla società unica pubblica»
Sui rifiuti è rottura tra coalizione di governo e Sud al Centro Sui rifiuti è rottura tra coalizione di governo e Sud al Centro Ritirata a Putignano la delega per Palombaio. Abbaticchio: «Attendo le posizioni dei consiglieri di Sud al Centro»
Festa della Liberazione a Bitonto nel segno della partecipazione giovanile Festa della Liberazione a Bitonto nel segno della partecipazione giovanile Il 23, 24 e 25 Aprile celebrazioni e iniziative a cura dell’Amministrazione comunale
Una colomba artigianale per i poveri grazie al Banco delle Opere di Carità Una colomba artigianale per i poveri grazie al Banco delle Opere di Carità Fondazione e Comune di Bitonto insieme per un gesto di solidarietà a chi è più sfortunato
Michele Abbaticchio a LegalItria, il premio contro le mafie assegnato quest'anno al Papa Michele Abbaticchio a LegalItria, il premio contro le mafie assegnato quest'anno al Papa Sarà uno degli ospiti delle tavole rotonde insieme a Michele Emiliano, Aldo Patruno e al magistrato Luca Tescaroli
Forza Italia: «Bagno disabili in villa inagibile». Ma era già stato ripristinato Forza Italia: «Bagno disabili in villa inagibile». Ma era già stato ripristinato Il comunicato della sezione bitontina dei forzisti anticipato dagli operai del Comune che avevano già riparato i guasti
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.