Gelate neve ulivi JPG
Gelate neve ulivi JPG
Territorio e Ambiente

«Gravi danni a Bitonto per la gelata del 25 marzo»

Il Comune scrive alla Regione. Agricoltori chiamati a rendicontare i danneggiamenti subiti

Oltre all'emergenza Coronavirus il comparto produttivo pugliese e bitontino subiscono le conseguenze anche dell'ondata di maltempo che si è abbattuta sulla regione lo scorso 25 marzo. Con una nota inviata alla Regione Puglia il 1° aprile il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha segnalato i gravi danni registrati dalle colture agricole (mandorli, ciliegi e ulivi in fase di fioritura e gemmazione) per l'ondata di maltempo del 24/25 marzo, caratterizzata da vento, nevicata abbondante e conseguente gelata. Nella nota il primo cittadino ha chiesto anche «i necessari sopralluoghi in tempi rapidi e, comunque, compatibili con le limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria per la pandemia da Covid-19», chiedendo anche di «delineare, in breve tempo, interventi di natura finanziaria e fiscale finalizzati a ridurre l'impatto negativo di questa sequenza di eventi calamitosi, e consentire la ripresa quanto più veloce possibile dell'attività produttiva del settore, già in grande difficoltà».

Intanto l'Assessorato comunale alle Sviluppo rurale, che ha già raccolto le prime sollecitazioni da parte delle organizzazioni professionali di categoria, invita gli agricoltori danneggiati a inviare i moduli con la segnalazione dei danni entro il 30 aprile 2020.
Per farlo dovranno utilizzare l'apposito modulo, scaricabile dal sito internet del Comune (sezione "In evidenza"), che andrà compilato con tutti i dati richiesti (dati dell'agricoltore e dell'azienda agricola, estremi identificativi dei terreni e delle colture danneggiate, stima approssimativa dei danni), firmato e inviato esclusivamente per posta elettronica all'Ufficio Agricoltura (mail: s.lofoco@comune.bitonto.ba.it).

Sulla questione si sono espressi anche i sostenitori locali di Forza Italia e dei loro rappresentanti in seno al consiglio comunale e regionale, Carmela Rossiello e Domenico Damascelli. Tutti a chiedere l'intervento tempestivo della Regione e del Comune, anche se da Palazzo Gentile la comunicazione era partita già alcuni giorni prima della "sollecitazione".
Anche Damascelli, quindi, ha chiesto le verifiche regionali per la valutazione dei danni, mentre la Rossiello ha chiesto un intervento da parte del Comune che, in realtà, era stato già effettuato.

«La tempestività – aveva detto Damascelli – è determinante. Anche perché la Regione è tenuta a deliberare, entro sessanta giorni dall'evento climatico avverso, la richiesta dello stato di calamità naturale da inviare al Ministero alle Politiche agricole, affinché siano riconosciuti sgravi fiscali e contributivi ed agevolazioni per gli agricoltori che hanno visto compromesso o perduto il proprio raccolto».



  • Carmela Rossiello
  • Domenico Damascelli
  • Michele Abbaticchio
  • Agricoltura Bitonto
  • Forza Italia Bitonto
  • Neve Bitonto
Altri contenuti a tema
A Bitonto sindaco contro il coprifuoco: «Consegna la città alla criminalità» A Bitonto sindaco contro il coprifuoco: «Consegna la città alla criminalità» Abbaticchio preoccupato per le ricadute sulle attività serali: «A rischio il lavoro di dipendenti e piccoli imprenditori»
Spartitraffico e rotatorie pericolose a Bitonto: la Lega scrive al Sindaco Spartitraffico e rotatorie pericolose a Bitonto: la Lega scrive al Sindaco «Serve manutenzione straordinaria o qualcuno si farà male»
1 Scendono i contagi a Bitonto: ora sono 26 Scendono i contagi a Bitonto: ora sono 26 Ma la città resta nella fascia oltre i 50 della Protezione Civile
Riparato l'elettrocardiogramma dell'ospedale di Bitonto Riparato l'elettrocardiogramma dell'ospedale di Bitonto Era rimasto fuori uso per giorni con gravi disagi per i pazienti affetti da patologie cardiache
Domani a Bitonto l'inaugurazione del Polisportivo Rossiello Domani a Bitonto l'inaugurazione del Polisportivo Rossiello Dopo i lavori di riqualificazione tornerà ad accogliere i giovani talenti sportivi della città
Bitonto “città ospitale” dei pellegrini della Via Francigena Bitonto “città ospitale” dei pellegrini della Via Francigena Col “Progetto Benvenuto Pellegrino” servizi dedicati e attività per promuovere arte, cultura e prodotti tipici
1 Contagi Covid a Bitonto: la Prefettura ridimensiona la Protezione Civile Contagi Covid a Bitonto: la Prefettura ridimensiona la Protezione Civile Secondo l'Ufficio Territoriale di Governo di Bari sarebbero 28 e non più di 51. Ci sono anche 50 persone in isolamento fiduciario
Elettrocardiogramma KO all'ex ospedale di Bitonto Elettrocardiogramma KO all'ex ospedale di Bitonto Damascelli (FI): «Strumento salvavita fuori uso da una settimana. Pericoloso lassismo gestionale»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.