L'intervento della Polizia di Stato
L'intervento della Polizia di Stato
Cronaca

Furto sventato a Silvia Boutique. Recuperata refurtiva per oltre 200mila euro

I poliziotti del Commissariato sono intervenuti per l'allarme. I ladri, giunti a bordo di un Fiat Doblò rubato, sono fuggiti

Furto sventato dalla Polizia di Stato, con tutta la refurtiva - pari a circa 200mila euro - recuperata. E indagini in corso per identificare i ladri - due, con la complicità di una terza persona - che sono riusciti a dileguarsi fuggendo per le strade del centro abitato di Bitonto dopo avere tentato l'assalto notturno a Silvia Boutique.

L'allarme del negozio d'abbigliamento di via Repubblica è scattato alle ore 02.30 e le numerose telefonate al numero 113 hanno richiamato sul posto una volante del Commissariato di P.S.. I poliziotti, giunti da quelle parti, hanno spento i fari dell'auto e hanno incrociato i malviventi, ritrovandosi faccia a faccia: erano in due, coi volti coperti per rendersi irriconoscibili, e stavano ultimando di caricare la refurtiva in un Fiat Doblò, dopo essere entrati nell'attività forzando la saracinesca.Alla vista, inaspettata, degli agenti, i due malviventi, per non farsi catturare, hanno persino speronato la volante - giunta frontalmente -, prima di fuggire a piedi per poi raggiungere il complice che li attendeva al volante di un'Audi A3, riuscendo a far perdere le proprie tracce. Fortunatamente, però, non è stato portato via nulla: l'intera refurtiva, più che altro capi d'abbigliamento, è stata recuperata, insieme al mezzo, risultato rubato a Giovinazzo e oggetto di accertamenti per le indagini.

Sconforto, sul proprio profilo Facebook, nelle parole del titolare: «Stanotte a salvarci sono stati gli angeli del Commissariato di P.S. di Bitonto a cui sarò grato. La necessità impellente è quella del ripristino della legalità, non possiamo più vivere in questo modo nella nostra città. Grazie alla solidarietà espressa dagli amici».
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Furti Bitonto
  • Polizia di Stato Bitonto
Altri contenuti a tema
Falsi controlli e truffa per 5mila euro: 4 poliziotti interdetti a Bitonto Falsi controlli e truffa per 5mila euro: 4 poliziotti interdetti a Bitonto 24 le giornate in cui risultano falsificati i registri. L'indagine della Procura di Bari è partita dopo la segnalazione dei colleghi degli stessi agenti
Furto a Silvia Boutique, danni ingenti: «Indumenti sporchi di escrementi» Furto a Silvia Boutique, danni ingenti: «Indumenti sporchi di escrementi» La razzia è stata interrotta dalla Polizia di Stato. Il titolare: «Dovremmo togliere cartellino, lavare i capi e rivenderli come usati»
A Bitonto il cimitero delle auto rubate. Ritrovate dieci in due giorni A Bitonto il cimitero delle auto rubate. Ritrovate dieci in due giorni Recuperate dalla Polizia di Stato scocche di auto sparite non solo in città, ma anche a Bari, Giovinazzo e Palo del Colle
Sequestrati beni per 600mila euro alla "banda della Bmw". Colpi anche a Bitonto Sequestrati beni per 600mila euro alla "banda della Bmw". Colpi anche a Bitonto Operazione della Guardia di Finanza. Fra settembre 2018 e febbraio 2019 furono messi a segno almeno 22 colpi
Incendiano il loro caseificio per frodare l'assicurazione: in 4 a processo Incendiano il loro caseificio per frodare l'assicurazione: in 4 a processo Giudizio immediato per i due gestori dell'attività, un dipendente e un complice. Il processo inizierà il 7 giugno
Furto nella Basilica di Bari, l'oro di San Nicola venduto per mille euro Furto nella Basilica di Bari, l'oro di San Nicola venduto per mille euro Ritrovate le banconote nel casolare dove si nascondeva il presunto ladro: l'uomo, di 48 anni, è in carcere
Furto nella Basilica di San Nicola: il presunto ladro risiede a Bitonto Furto nella Basilica di San Nicola: il presunto ladro risiede a Bitonto Il 48enne Farid Hanzouti è in carcere: gli oggetti sacri rubati potrebbero essere stati rivenduti per poco più di mille euro
Trovati 1,5 milioni nell'armadio di un muratore. Sequestro record a Bitonto Trovati 1,5 milioni nell'armadio di un muratore. Sequestro record a Bitonto L'uomo è parente di Domenico Conte, ritenuto a capo dell'omonimo clan dedito al traffico di droga
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.