La Polizia Stradale
La Polizia Stradale
Cronaca

Furti e assalti ai caselli autostradali: 9 indagati. Uno dei colpi messo a segno a Bitonto

Chiuse le indagini della Polstrada. In programma c'era anche un colpo alla cassaforte della Ferrotramviaria

Sono 9 in tutto - tutti pregiudicati baresi tra i 46 e i 60 anni - le persone indagate dalla Polizia di Stato con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti di veicoli, successivamente utilizzati per il compimento di altre attività delittuose, in particolare furto di casseforti.

Nei giorni scorsi, infatti, a Bari, la Polizia di Stato ha proceduto alla notifica dell'avviso di conclusione delle indagini nei confronti di 9 persone, pregiudicati baresi tra i 46 ed i 60 anni, indagate poiché ritenute responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti di veicoli, successivamente utilizzati per il compimento di altre attività delittuose, in particolare furto di casseforti.

Le indagini sono state condotte dai poliziotti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale di Bari, con il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari.

L'attività d'indagine è iniziata nel mese di dicembre dell'anno 2010 a seguito di episodi criminosi avvenuti nello stesso anno:
- il furto commesso nel mese di agosto presso il casello autostradale Bari nord quando 5 persone con volto travisato, utilizzando una pala meccanica, si impossessarono di una cassaforte contenente una somma quantificata in circa 626 mila euro;
- il furto commesso nel mese di settembre presso il casello autostradale di Bitonto quando, utilizzando cartellonistica indicante "strada chiusa per lavori", dopo aver inibito la circolazione sulla rampa che dalla viabilità autostradale conduce al casello, si impossessarono della somma di circa 16 mila euro.

L'attività d'indagine, avvalorata da attività tecniche, ha consentito di ricostruire tutte le fasi degli eventi criminosi, sin dal sopralluogo e dalla pianificazione dei colpi mediante assegnazione di compiti ben precisi ad ogni sodale.

Lo sviluppo dell'attività d'indagine, finalizzata ad acquisire fonti di prova, e la forte azione di contrasto posta in essere dai poliziotti, ha determinato la momentanea sospensione delle attività illecite da parte dell'organizzazione.

L'organizzazione, infatti, stava programmando per i primi mesi dell'anno 2011 un colpo per impossessarsi della cassaforte presente negli uffici della società Ferrotramviaria di Bari.

Nel mese di ottobre dell'anno 2011, inoltre, è stato sventato dai poliziotti il tentativo di furto messo in atto dalla banda presso una gioielleria ubicata all'interno della galleria dell'ipermercato Mongolfiera di Bari.
  • Furti Bitonto
  • Polizia Stradale Bitonto
Altri contenuti a tema
Furti d’auto: provincia di Bari seconda nella classifica nazionale Furti d’auto: provincia di Bari seconda nella classifica nazionale In vetta la provincia BAT. Puglia regina incontrastata
Tentano furto in deposito di capi firmati a Bitonto: arrestati in 3 Tentano furto in deposito di capi firmati a Bitonto: arrestati in 3 Recuperato bottino da decina di migliaia di euro. Sono stati sorpresi da un carabiniere libero da servizio
Ruba energia all'Enel. Denunciato dai Carabinieri Ruba energia all'Enel. Denunciato dai Carabinieri Operazione anti-frode da parte dei militari della Stazione di Bitonto
Rubano 10 quintali di uva. 4 bitontini arrestati a Rutigliano Rubano 10 quintali di uva. 4 bitontini arrestati a Rutigliano I ladri, già noti alle forze dell'ordine e imparentati tra loro, sono stati ristretti ai domiciliari
Furto di mandorle sventato dalle Guardie Campestri Furto di mandorle sventato dalle Guardie Campestri L'episodio in località Macchia delle Prugne. Ladri in fuga, recuperata la refurtiva: oltre 100 chili
Il ladro è troppo maldestro, il colpo finisce malissimo Il ladro è troppo maldestro, il colpo finisce malissimo Un bitontino, in trasferta a Molfetta, si è impossessato di un Fiat Scudo, per poi finire contro una fioriera
Ulivi rubati a un'imprenditrice. Coldiretti: «Non ne possiamo più» Ulivi rubati a un'imprenditrice. Coldiretti: «Non ne possiamo più» L'allarme per l'aumento dei furti di alberi centenari, poi venduti «per abbellire le ville di chissà chi»
Estate a rischio ladri in casa: come difendersi? Estate a rischio ladri in casa: come difendersi? Al via un piano di controllo straordinario, ma serve un po' di accortezza. I consigli dell'Arma
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.