Domani assemblea su Mercatone Uno al Pd di Bitonto
Domani assemblea su Mercatone Uno al Pd di Bitonto
Attualità

Crisi Mercatone Uno: si dimettono i commissari straordinari

Domani intanto i lavoratori rimasti senza impiego ospiti del Pd di Bitonto per una pubblica assemblea

Elezioni Regionali 2020
C'è un nuovo tassello nella vertenza del Mercatone Uno, il colosso della Grande Distribuzione Organizzata che ha lasciato senza lavoro centinaia di persone in tutta Italia: i commissari straordinari hanno infatti comunicato le proprie dimissioni dopo quattro anni.

«In data odierna (ieri ndr), i commissari di Mercatone Uno in amministrazione straordinaria hanno consegnato al Ministero dello Sviluppo Economico l'istanza per la proroga del programma di cessione - si legge nella nota - Si tratta di un passaggio indispensabile per la pubblicazione del nuovo bando di gara per la cessione dei complessi aziendali, e per l'accesso agli ammortizzatori straordinari previsti dalla legge. L'istanza segue la fondamentale decisione del Tribunale di Bologna dello scorso 6 giugno che, accogliendo un'istanza degli stessi commissari, permette la riattivazione dell'attività d'impresa. In questo modo è stata portata a compimento una ulteriore, significativa fase della procedura e se ne sta per aprire una nuova che dovrà condurre all'auspicabile individuazione di nuovi acquirenti».

«Pertanto, i commissari straordinari, con il medesimo senso di responsabilità che ha contraddistinto gli oltre quattro anni in cui hanno ricoperto l'incarico, hanno ritenuto di presentare al Ministro dello Sviluppo Economico le proprie dimissioni per consentire a nuovi Commissari di gestire la prossima fase - sottolineano - Si tratta di una decisione presa in piena collegialità e con spirito di servizio, nell'esclusivo interesse dell'azienda e dei suoi lavoratori, come ogni altro provvedimento assunto negli oltre quattro anni d'incarico, con la finalità di contribuire a ristabilire la necessaria serenità. In questa logica di virtuosa discontinuità, i commissari straordinari dimissionari confermano la piena disponibilità a collaborare con i commissari in corso di individuazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico per il necessario supporto nella fase di passaggio di consegne».

Domani intanto, una delegazione dei lavoratori rimasti senza impiego del punto vendita di Terlizzi, saranno ospiti a Bitonto durante un'assemblea pubblica organizzata dalla locale sezione del Partito Democratico. L'incontro è fissato nella sede del Pd, in corso Vittorio Emanuele, a partire dalle 19.
  • Partito Democratico Bitonto
  • Lavoro Bitonto
  • Mercatone Uno
Altri contenuti a tema
Pd Bitonto: «Canoni pagati regolarmente. Aspettiamo le scelte del Comune» Pd Bitonto: «Canoni pagati regolarmente. Aspettiamo le scelte del Comune» Il direttivo risponde agli attacchi sull'occupazione della sede: «Nessuna lezione da chi ha rubato allo stato 50 milioni»
Contratto scaduto al PD di Bitonto: «Perchè non sgombera?» Contratto scaduto al PD di Bitonto: «Perchè non sgombera?» Sinistra Italiana e Lega chiedono trasparenza sulla sede del partito e sul suo futuro utilizzo
Giovani Democratici Bitonto: Nicolò Ventafridda nuovo segretario Giovani Democratici Bitonto: Nicolò Ventafridda nuovo segretario Concluso il congresso che ha sancito anche la coesione del gruppo col sostegno compatto a Caterina Cerroni
Oggi a Bitonto il Quarto Congresso dei Giovani Democratici Oggi a Bitonto il Quarto Congresso dei Giovani Democratici Da questa mattina si può votare anche per il nuovo segretario nazionale
Asta deserta per l'assegnazione della Pescara: l'ANPI esulta Asta deserta per l'assegnazione della Pescara: l'ANPI esulta «I beni comuni restino alla collettività e non ai privati»
Francesco Brandi rieletto segretario del Pd di Bitonto Francesco Brandi rieletto segretario del Pd di Bitonto Vaccaro (PD): «Felice per risultato. Cecilia Petta ha rotto le consuetudini»
Visotti contro Silvia Romano, Brandi (PD): «Ambiguità opportunistica» Visotti contro Silvia Romano, Brandi (PD): «Ambiguità opportunistica» Duri anche i Verdi: «Parole violente e sessiste. Italia in Comune si dissoci e il sindaco condanni il gesto»
Un tratto a 4 corsie e tre rotatorie a Bitonto sulla Sp231 Un tratto a 4 corsie e tre rotatorie a Bitonto sulla Sp231 Approvati lavori di messa in sicurezza per quasi 8milioni di euro. Abbaticchio: «Tutti hanno fatto la loro parte»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.