Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Un bitontino nell'assalto al caveau di Catanzaro: condannato a 12 anni il complice Alessandro Morra

I due uomini furono arrestati in un casolare a Giovinazzo: il colpo fruttò 8 milioni e mezzo di euro

Era il 4 dicembre 2016 il giorno in cui ci fu l'assalto al caveau ai danni della Sicurtransport di Germaneto di Catanzaro. I banditi entrarono nel caveau sfondando i muri corazzati con un potente mezzo cingolato, e per farlo, bloccarono tutte le strade di accesso dando fuoco a 11 auto poste come sbarramento.

Le indagini da parte degli inquirenti fecero scattare l'operazione "Keleos" coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Catanzaro e condotta dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e dalle Squadre Mobili di Catanzaro e Foggia e, ai responsabili, fu contestata l'aggravante del metodo mafioso. Fu inoltre accertata l'esistenza di uno stretto collegamento tra cerignolani, specializzati nel settore, e basisti calabresi.

Grazie alle dichiarazioni di una collaboratrice di giustizia, una donna legata sentimentalmente ad uno degli organizzatori del colpo, fioccarono i primi arresti e i primi indagati, per la maggior parte calabresi, mentre il 7 agosto 2018, in un casolare di campagna di Giovinazzo, furono arrestati i latitanti Alessandro Morra, cerignolano, ritenuto uno degli organizzatori del colpo che fruttò un bottino 8 milioni e mezzo di euro, e Pasquale Pazienza, bitontino.

Della banda, composta da 12 persone, per gli imputati che chiesero il rito abbreviato i pm Nicola Grattieri e Paolo Sirleo chiesero 14 anni di reclusione mentre il giudice per l'udienza preliminare di Catanzaro Claudio Paris ha condannato a 12 anni il 37enne Alessandro Morra, individuato col complice di Bitonto.
  • Alessandro Morra
Altri contenuti a tema
Assalto al caveau della Sicurtransport, oltre 10 anni al bitontino coinvolto Assalto al caveau della Sicurtransport, oltre 10 anni al bitontino coinvolto Il Tribunale di Catanzaro ha inflitto condanne pesanti: l'uomo, sfuggito al primo blitz, fu pizzicato a Giovinazzo
Colpo alla Sicurtrasport: chiesti 14 anni per il bitontino Pasquale Pazienza Colpo alla Sicurtrasport: chiesti 14 anni per il bitontino Pasquale Pazienza Processo per il colpo a Catanzaro. Il pm ha avanzato richieste pesantissime: l'uomo fu arrestato a Giovinazzo, dove si nascondeva
Giovinazzo, la nuova sponda della criminalità bitontina Giovinazzo, la nuova sponda della criminalità bitontina Ieri la cattura del latitante Pasquale Pazienza. Sempre in città, a maggio, si nascondeva il boss Domenico Conte
Assalto al caveau della Sicurtransport: il latitante Pasquale Pazienza era a Giovinazzo Assalto al caveau della Sicurtransport: il latitante Pasquale Pazienza era a Giovinazzo L'uomo, di 49 anni, si era rifugiato con Alessandro Morra in una masseria in località Casino della Principessa
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.