Il sequestro della Guardia Costiera
Il sequestro della Guardia Costiera
Cronaca

Al setaccio la filiera della pesca: 7 quintali di merce sequestrata

Complessa operazione a livello regionale della Guardia Costiera a tutela della sicurezza alimentare

Si è conclusa nella giornata di ieri un'operazione complessa a livello regionale che ha interessato l'intera filiera della pesca e che ha visto impegnati gli uomini della Guardia Costiera, coordinati dal 6° Centro di Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Bari.

I militari sono stati impegnati in capillari controlli presso rivenditori all'ingrosso e dettaglio di prodotti ittici, al fine di garantire la tutela del consumatore finale e verificare il rispetto sia delle vigenti disposizioni sulla tracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici in commercio, sia delle norme tecniche a tutela degli stock ittici e delle specie protette, come nel caso della cattura, raccolta, trasporto, detenzione e commercializzazione del "bianchetto" (novellame di sarda e alice) e dei "ricci di mare".

L'operazione ha fatto registrare dati significativi per numero di controlli e quantitativi di prodotto ittico posto sotto sequestro: a seguito di 384 controlli complessivi sono stati rilevati 29 illeciti amministrativi (per un totale di circa 220.000 euro di sanzioni comminate) e 3 reati, che hanno portato a 24 sequestri di prodotto ittico di prodotto ittico di diversa tipologia e specie, per un quantitativo complessivo di oltre 7 quintali.

Si tratta in larga misura di prodotto di dubbia provenienza privo di etichettatura, tracciabilità ed informazioni obbligatorie, in alcuni casi commercializzato e servito omettendo preziose informazioni agli ignari consumatori.
  • Guardia Costiera
Altri contenuti a tema
Seppie e granchi sequestrati e devoluti alla Caritas di Bitonto Seppie e granchi sequestrati e devoluti alla Caritas di Bitonto I prodotti, tutti privi di documentazione, sono stati sequestrati dalla Guardia Costiera a Bari
Pesce sequestrato e donato alle mense Caritas di Bari e Bitonto Pesce sequestrato e donato alle mense Caritas di Bari e Bitonto Sigilli a 1.513 chili di pesce completamente privo di rintracciabilità, trasportato con un furgone da Mazara del Vallo
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.