Cure palliative e fine vita. <span>Foto associazionelucacoscioni.it</span>
Cure palliative e fine vita. Foto associazionelucacoscioni.it
Cultura, Eventi e Spettacolo

A Bitonto il quinto raduno nazionale delle “Città del sollievo”

Sabato 5 e domenica 6 ottobre focus sulla “cultura del sollievo” per malati e famiglie

Il prossimo fine settimana Bitonto ospiterà il 5° raduno nazionale delle "Città del sollievo", ovvero dei comuni italiani aderenti all'omonima rete. Si tratta di enti locali impegnati nella promozione della "cultura del sollievo", che si realizza attraverso le associazioni locali di volontariato, le istituzioni sanitarie territoriali e scolastiche con attività di formazione, informazione, sensibilizzazione e solidarietà per alleviare le sofferenze dei malati, anziani e disabili gravi in particolare, e dei loro famigliari.

Alla due-giorni di Bitonto, organizzata da Comune, Fondazione nazionale "Gigi Ghirotti", Regione Puglia e Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci), è annunciata la partecipazione dei rappresentanti di 15 "Città del Sollievo": Bucchianico (Chieti), Cassano all'Ionio (Cosenza), Faenza (Ravenna), Larino (Campobasso), Lugo (Ravenna), Macerata, Morozzo (Cuneo), Perugia, Rieti, Ripatransone (Ascoli Piceno), Rionero in Vulture (Potenza), San Giovanni Rotondo (Foggia), Tricase (Lecce), Venosa (Potenza) oltre a Bitonto.

L'apertura della manifestazione è in programma sabato 5 ottobre alle ore 15 al Teatro "Tommaso Traetta".
Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, del presidente nazionale Anci e sindaco metropolitano di Bari, Antonio Decaro, dell'assessore al marketing territoriale del Comune di Bitonto, Rocco Mangini, e dell'Assessore al Welfare del Comune di Bitonto Assessore al Marketing territoriale Comune di Bitonto Gaetano De Palma, il presidente della Fondazione nazionale "Gigi Ghirotti", Vincenzo Morgante, presenterà il raduno.
Quindi il responsabile dell'Ufficio di piano dell'Ambito Sociale Bitonto-Palo del Colle, Andrea Foti, e la responsabile del Servizio per le Politiche Sociali del Comune di Bitonto, Grazia Capaldi, illustreranno "La Rete del Sollievo nel Comune di Bitonto".

Il dibattito sul tema "La Rete del Sollievo nella Regione Puglia: prospettive e scelte" sarà introdotto e moderato dal consigliere della Fondazione "Gigi Ghirotti", Nicola Cerbino, e animato dagli interventi del direttore del Dipartimento Promozione Salute e Benessere della Regione Puglia, Vito Montanaro, e del portavoce del Forum regionale Terzo Settore Puglia, Davide Giove. Per le conclusioni è previsto l'intervento del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

All'esterno del teatro "Traetta", durante i lavori del raduno, saranno allestiti spazi dedicati alle realtà associative locali attive in campo socio-assistenziale, che avranno modo di illustrare le proprie attività, distribuendo anche materiale informativo. Tra le varie iniziative, poi, programmate per gli ospiti figura anche un annullo filatelico speciale (dalle ore 15 alle ore 19).
La seconda giornata del raduno (domenica 6 ottobre) sarà aperta alle ore 8,45 dalla visita alle strutture socio-assistenziali della Fondazione Opera Santi Medici e al Centro Alzheimer della Fondazione Villa Giovanni XXIII.

Alle ore 10, poi, nella Sala Polifunzionale della Fondazione Santi Medici (piazza Mons. Marena, 34) spazio all'incontro tra i rappresentanti della Rete Nazionale delle Città del Sollievo, che discuteranno dello stato dell'arte e delle progettualità della rete. Sarà l'occasione per i rappresentanti delle città presenti al raduno per comunicare e scambiare le proprie esperienze. L'incontro, introdotto e moderato dal coordinatore nazionale Rete delle Città del Sollievo, Mario Santarelli, e dal segretario della Fondazione "Gigi Ghirotti", Giuseppe Guerrera, prevede gli interventi del presidente della Commissione Welfare dell'Anci, Edi Cicchi, e della coordinatrice dell'Osservatorio per l'applicazione della Legge 38/2010, Livia TURCO. Conclusioni affidate alla vicesindaco del Comune di Bitonto, Rosa Calò.

La Rete delle Città del Sollievo, creata sulla scia della Giornata nazionale del sollievo, che la Presidenza del Consiglio dei ministri ha istituito nel 2001 e si celebra l'ultima domenica di maggio ogni anno, e della legge n. 38 del 2010 "Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore", è promossa dalla Fondazione intitolata a Gigi Ghirotti, un giornalista che, malato di cancro, si era battuto per il miglioramento della qualità di vita nei luoghi di cura. È patrocinata dall'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci). Attualmente vi aderiscono ventotto città da diverse regioni italiane: le più rappresentate sono l'Umbria (7 città del sollievo) e la Puglia(3).
Requisiti fondamentali per ottenere il riconoscimento di "città del sollievo" sono la presenza sul proprio territorio di realtà socio-sanitarie dedite alla ricerca, al ricovero, alla cura, all'accoglienza della persona sofferente distintesi nella realizzazione di progetti di umanizzazione delle cure e affrancamento dal dolore inutile e/o la presenza di associazioni di volontariato che rappresentano punti di riferimento tangibili e insostituibili nel "prendersi cura" della persona sofferente in tutti i suoi bisogni, la cui dignità è un valore inalienabile da rispettare sempre. Come scrisse Gigi Ghirotti, "l'importante sia durante la vita sia di fronte alla morte è non sentirsi abbandonati e soli". (fonte: www.fondazioneghirotti.it)

Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Fondazione Santi Medici
  • Hospice Aurelio Marena
Altri contenuti a tema
Fondazione Santi Medici: cinque anni al servizio del “bene comune” Fondazione Santi Medici: cinque anni al servizio del “bene comune” Due giorni fa l'ultima riunione del CdA per fare un bilancio a conclusione del mandato. Nei prossimi giorni Mons. Satriano procederà con le nuove nomine
Oronzo non c'è più: il nostro grazie per il suo esempio Oronzo non c'è più: il nostro grazie per il suo esempio Deceduto l'uomo che dall'Hospice di Bitonto volle salutare suo figlio e la sua sposa
Il figlio si sposa. Lui vuole incontrarlo con sua moglie all'Hospice di Bitonto Il figlio si sposa. Lui vuole incontrarlo con sua moglie all'Hospice di Bitonto Storia commovente resa pubblica dall'Opera Santi Medici
Approvato il bilancio sociale 2020 della Fondazione "Opera Santi Medici Cosma e Damiano Bitonto ONLUS" Approvato il bilancio sociale 2020 della Fondazione "Opera Santi Medici Cosma e Damiano Bitonto ONLUS" Tante le iniziative messe in essere anche durante un anno segnato dalla pandemia
Attivo il nuovo sportello della Caritas 'Riprendi_Te' Attivo il nuovo sportello della Caritas 'Riprendi_Te' Sportello fisso dedicato all'ascolto e all'orientamento dei soggetti lupopatici
Don Vito Piccinonna: «Un pensiero agli ammalati non solo oggi» Don Vito Piccinonna: «Un pensiero agli ammalati non solo oggi» L'appello del rettore della Basilica dei Ss Medici di Bitonto: «Non si ritrovino mai soli: sarebbe peggio della malattia»
Partono oggi i lavori di manutenzione alla Basilica dei Ss Medici Partono oggi i lavori di manutenzione alla Basilica dei Ss Medici Fino a venerdì celebrazioni in cripta. La Parrocchia chiede l'aiuto dei fedeli: «Facciamo appello alla generosità di tutti»
Furto ignobile alla mensa dei poveri di Bitonto Furto ignobile alla mensa dei poveri di Bitonto La Fondazione: "Tristezza per un atto che danneggia le persone più fragili"
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.