Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Rapina sull'Intercity: scatta la condanna, ma cade l'accusa di violenza sessuale

Il 36enne preso a Bitonto, condannato a 4 anni, avrebbe rapinato e palpeggiato una 26enne. Ma il Tribunale lo ha assolto dall'accusa più grave

Un 36enne è stato arrestato a Bitonto dai Carabinieri per aver molestato una 26enne, che è stata anche colpita al volto e rapinata del borsello con 50 euro. I fatti sono avvenuti su un vagone dell'Intercity Bologna-Bari, in prossimità di Molfetta. Il caso è stato deciso dal Tribunale di Trani.

Il giudice per le indagini preliminari, Maria Grazia Caserta, ha inflitto all'uomo, il molfettese D.C.C., difeso dall'avvocato Michele Salvemini, una condanna a 4 anni per rapina, lesioni personali, porto di oggetti atti a offendere e interruzione di pubblico servizio, assolvendolo dall'accusa più grave, quella di violenza sessuale. La Procura della Repubblica aveva chiesto 15 anni di reclusione, considerata anche la violenza sessuale, da cui, però, l'imputato è stato assolto.

L'uomo era finito sotto processo per rapina aggravata e violenza sessuale di minore gravità. Stando ai fatti, il 5 aprile scorso, dopo le ore 19.00, i Carabinieri intervennero nella stazione ferroviaria di Molfetta, dove all'interno di una vettura dell'Intercity Bologna-Bari un uomo con il volto parzialmente coperto, dopo aver colpito in viso una studentessa 26enne del posto, le aveva rubato il borsello e si era dileguato approfittando dell'apertura delle porte.

Il traffico ferroviario rimase bloccato per circa 30 minuti per i rilievi. La ragazza fu trasportata al Policlinico di Bari, mentre scattarono rapidamente le ricerche del rapinatore. Fondamentali furono le immagini di videosorveglianza e le testimonianze di alcune persone che avevano assistito alla fuga: l'uomo, un 36enne del luogo, D.C.C., fu rintracciato e arrestato poco dopo a Bitonto, accusato dei reati di rapina aggravata e violenza sessuale di minore gravità

La ragazza, da sola nello scompartimento, dopo essere stata colpita con calci e pugni in viso, sarebbe stata palpeggiata nelle parti intime. Ma l'ipotesi di violenza sessuale a carico del 36enne è caduta. Il giudice, infatti, condividendo la prospettazione di Michele Salvemini, ha condannato l'uomo a 4 anni per rapina, lesioni personali, porto di oggetti atti a offendere e interruzione di pubblico servizio, assolvendolo dall'accusa più grave, quella di violenza sessuale.

Il giudice per le indagini preliminari, Maria Grazia Caserta, ha infatti evidenziato come «il breve lasso di tempo tra l'inizio dell'aggressione e la fermata a Molfetta nonché l'indubbia necessità dell'imputato di procurarsi denaro hanno lasciato indimostrata la volontà di commettere una violenza sessuale».
  • Arresti Bitonto
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
Da Trani ad Ascoli Satriano, 86 chilometri di inseguimento: preso 39enne Da Trani ad Ascoli Satriano, 86 chilometri di inseguimento: preso 39enne A bordo di un'auto rubata ha tentato la fuga tallonato dai Carabinieri. Arrestato, è stato condotto nel carcere di Trani
Furto alla scuola Spinelli di Bitonto, Abbaticchio: «Una porcheria rubare nella casa dei bambini» Furto alla scuola Spinelli di Bitonto, Abbaticchio: «Una porcheria rubare nella casa dei bambini» Rubati colori, matite, fogli e apparecchi elettronici. È il secondo nel giro di un mese
Nasconde la droga in casa della madre: arrestato un 44enne Nasconde la droga in casa della madre: arrestato un 44enne L'uomo è stato fermato dalla Polizia: addosso aveva 5 dosi di marijuana, a casa una pietra di cocaina
Tenta di vendere droga ad un 16enne: arrestato un 50enne Tenta di vendere droga ad un 16enne: arrestato un 50enne Antonio Mongelli è stato sorpreso dagli agenti della Polizia di Stato in via Crocifisso: sequestrate 31 dosi di marijuana
Blitz in via Spadolini: gettano cocaina dalla finestra, arrestati in 4 Blitz in via Spadolini: gettano cocaina dalla finestra, arrestati in 4 Recuperati dai Carabinieri 320 grammi di droga. Tre uomini sono finiti in carcere, una donna ai domiciliari
Imprenditore di Bitonto minacciato: «Di qui non esci vivo». Arrestato estorsore 30enne Imprenditore di Bitonto minacciato: «Di qui non esci vivo». Arrestato estorsore 30enne Roberto Lovero, affiliato ai Cipriano, vessava l'uomo dal 2018: voleva convincere il costruttore a ritirare una denuncia
Caccia illegale del cinghiale nel Parco: scattano due denunce Caccia illegale del cinghiale nel Parco: scattano due denunce I Carabinieri Forestali li hanno sorpresi nel bosco di Ruvo: sequestrati 2 fucili e oltre 30 munizioni
Pedinano l'acquirente, poi scatta il blitz: 4 arresti dei Carabinieri di Bitonto Pedinano l'acquirente, poi scatta il blitz: 4 arresti dei Carabinieri di Bitonto I militari hanno seguito un 23enne di Palo sino a Noicattaro. Sequestrati 13 chili di droga e oltre 120mila euro in contanti
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.