I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Picchiava ed estorceva denaro alla ex per la droga: arrestato 33enne

Si tratta di un pregiudicato di Palo del Colle che aveva anche incendiato due auto alla ex compagna

Elezioni Regionali 2020
L'ha prima perseguitata, poi l'ha picchiata e minacciata, fino ad incendiarle due auto per estorcerle denaro che impiegava per comprarsi la droga, fino a quando i Carabinieri non lo hanno arrestato dopo la denuncia della vittima. È accaduto a Palo del Colle dove i militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica, con l'accusa di «maltrattamenti, minacce, estorsioni e danneggiamenti, commessi in danno dell'ex fidanzata» indirizzata a C.F. 33enne, pregiudicato del posto.

«La donna – spiegano i Carabinieri - intenzionata ad interrompere una relazione sentimentale che durava da circa due anni, dopo aver espresso il suo intento all'uomo, ha iniziato a subire continue minacce, maltrattamenti e richieste estorsive, culminate, nel giro di pochi giorni, con il danneggiamento di due autovetture mediante incendio. Tutto perché il 33enne non accettava la fine della relazione. Giunta al culmine della sopportazione, la donna ha presentato denuncia ai Carabinieri della locale Stazione, riferendo le circostanze ed i fatti di cui era stata vittima. I militari, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bari, in brevissimo tempo, hanno acquisito tutti i riscontri e gli elementi probatori idonei a comprovare le responsabilità dell'uomo sui fatti denunciati e nel giro di pochi giorni, su richiesta della Procura di Bari, il GIP del locale Tribunale ha emesso, con urgenza, un'ordinanza di custodia cautelare che è stata subito eseguita dai militari della Stazione di Palo del Colle, sottoponendo agli arresti domiciliari il 33enne e ponendo così un freno a condotte che avrebbero potuto evolversi in fatti ancora più gravi».

«Le richieste estorsive denunciate dalla donna – scrivono ancora i militari - riguardavano piccole somme di denaro che, di volta in volta, da diverso tempo, il 33enne si faceva consegnare per placare la sua condizione di assuntore di sostanze stupefacenti».
  • carabinieri
  • Palo del colle
Altri contenuti a tema
Incendio ecoballe tra Palo e Bitonto: dalle analisi risultati confortanti Incendio ecoballe tra Palo e Bitonto: dalle analisi risultati confortanti L'Arpa non rileva inquinanti nell'aria. Si attendono i dai dei test sul terreno
Assalto alla Posta di Palo: arrestato un 36enne di Bitonto Assalto alla Posta di Palo: arrestato un 36enne di Bitonto I Carabinieri lo hanno sorpreso mentre cercava di scappare dal luogo del delitto
Escavatore contro ufficio postale a Palo del Colle: ladri in fuga Escavatore contro ufficio postale a Palo del Colle: ladri in fuga Distrutta la sede PT di via Biebescheim Am Rhein
Incendio Palo: stop a Bitonto alla raccolta di frutta e verdura nelle zone a rischio Incendio Palo: stop a Bitonto alla raccolta di frutta e verdura nelle zone a rischio Nel frattempo i primi dati sugli inquinanti tossici rilevati dall'Arpa non sono preoccupanti
Incendio Palo del Colle: stop a Bitonto alla raccolta di carta, plastica e vetro Incendio Palo del Colle: stop a Bitonto alla raccolta di carta, plastica e vetro Lo stabilimento era quello di conferimento comunale. Abbaticchio: «In corso analisi per determinare danno ambientale»
Con il lockdown diminuisce la criminalità, reati in calo del 31% Con il lockdown diminuisce la criminalità, reati in calo del 31% I dati dei Carabinieri: in calo i furti in appartamento, in diminuzione anche quelli d'auto
Tentato omicidio a Vieste: arrestato il 27enne che ha sparato al fratellastro Tentato omicidio a Vieste: arrestato il 27enne che ha sparato al fratellastro La vittima è un 37enne originario di Bitonto: è stato soccorso e poi dimesso con una prognosi di 30 giorni
Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Il bilancio del comandante provinciale dell'Arma: «Controllate 89mila persone». Sul futuro: «Terremo alta l'attenzione sull'usura»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.