I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Non solo furti d'auto. Anche propositi di vendetta contro i Carabinieri

Ipotizzato l'incendio dell'auto di un sottufficiale dopo il recupero di un carico di generi alimentari rubati

Non solo furti d'auto, ma anche pericolose ipotesi di vendetta verso un sottufficiale dell'Arma dei Carabinieri emergono dalle carte dell'inchiesta "Lockdown" che ieri mattina, all'alba, ha consentito di disarticolare una rete di persone di Bitonto che avrebbero messo in piedi, con una serie di furti d'auto, un business illegale.

Gli indagati (quattro di Bitonto, uno di Orta Nova, arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Monopoli e rinchiusi in carcere, con le accuse, in concorso, di furto aggravato e di ricettazione, nda), con precedenti per reati contro il patrimonio, attivi pure durante il periodo del lockdown nazionale, rubavano le auto, soprattutto a Bari, e le portavano in un centro per demolizioni di Orta Nova dove venivano smontate. Le parti ricavate, poi, venivano vendute in un vasto mercato parallelo.

Il gruppo rubava le auto (particolarmente gradite erano le Opel Mokka e le Volkswagen Golf) utilizzando centraline clonate e chiavi contraffate, mentre la fuga era garantita da una staffetta che segnalava l'eventuale presenza delle forze dell'ordine. Le auto venivano poi nascoste nell'agro di Bitonto dove venivano bonificate, ovvero private di eventuali sistemi d'allarme o localizzazione. I militari dell'Arma hanno documentato vari furti, per un valore complessivo di circa 200mila euro.

Le indagini, inoltre, hanno anche consentito di accertare un pericoloso proposito di vendetta verso un sottufficiale dei Carabinieri, reo, secondo i quattro fermati, di aver recuperato un carico di generi alimentari, composto da 35 provoloni pronti per essere consegnati agli indigenti del territorio, proveniente dal Fondo di aiuti europei agli indigenti e stipato in un furgone in via La Malfa, a Bitonto, dove ha sede il Banco delle Opere di Carità di Bari. Il bottino fu recuperato in sole 24 ore.

A ritrovarlo, nel corso di una serie di perquisizioni all'interno dei locali in uso ai sospettati della zona, i militari della Stazione di Bitonto. I pacchi alimentari, rubati da uno degli indagati, furono sequestrati e restituiti ai volontari. Di qui, come accertato dalle indagini, che si sono avvalse anche di intercettazioni telefoniche, «il proposito di uno degli arrestati di incendiare la vettura di un sottufficiale dell'Arma dei Carabinieri che aveva recuperato parte di un carico di generi alimentari».

Il proposito di vendetta, per fortuna, non s'è concretizzato, ma secondo la ricostruzione degli inquirenti diretti dal maggiore Emanuele D'Onofri, che ha coordinato le indagini, l'episodio «è indice dell'indole criminale delle persone arrestate, aduse ad un atteggiamento di sfida e minaccia nei confronti delle forze dell'ordine».
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
Blitz nella palazzina della droga: tre arresti dei Carabinieri Blitz nella palazzina della droga: tre arresti dei Carabinieri Operazione in via Pertini: in carcere un 38enne e due 20enni. Sequestrate varie dosi di cocaina, hashish e marijuana
Operazione "On the road": fermate 15 persone, anche un colpo a Bitonto Operazione "On the road": fermate 15 persone, anche un colpo a Bitonto 5 di loro sono indiziati per l'assalto ad un furgone e il sequestro dell'autotrasportatore avvenuto l'1 aprile 2020
Cimitero delle auto rubate a Bitonto: recuperate 4 carcasse Cimitero delle auto rubate a Bitonto: recuperate 4 carcasse Operazione dei Carabinieri nelle campagne fra Mariotto e Palombaio: le auto erano tutte completamente smembrate
Ricercato da 3 anni per il colpo alla Sicurcenter di Bitonto. Arrestato Ricercato da 3 anni per il colpo alla Sicurcenter di Bitonto. Arrestato L'uomo, un 47enne di Cerignola, deve scontare 6 anni e 9 mesi per diversi reati, fra cui la rapina avvenuta nel 2014
Sorpresi a smontare un'auto, fuggono alla vista dei Carabinieri Sorpresi a smontare un'auto, fuggono alla vista dei Carabinieri L'episodio a Bitonto, i malviventi sono riusciti a dileguarsi a piedi. Recuperata una Hyundai Tucson rubata
Violenta lite fra padre e figlio a Bitonto. Il video diventa virale Violenta lite fra padre e figlio a Bitonto. Il video diventa virale È avvenuta ieri, sul posto Polizia e Carabinieri. Il giovane, condotto in Commissariato, è stato identificato
Trasportava nel furgone pezzi di auto rubate: fermato 25enne Trasportava nel furgone pezzi di auto rubate: fermato 25enne Operazione dei Carabinieri della locale Stazione: sequestrato il materiale rinvenuto
Bitonto-Giovinazzo-Terlizzi, il triangolo delle auto rubate Bitonto-Giovinazzo-Terlizzi, il triangolo delle auto rubate I nascondigli fra Mariotto e Palombaio e in località San Martino. Per gli inquirenti è una vera e propria piaga
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.