Bitonto coperta dalla neve
Bitonto coperta dalla neve
Territorio e Ambiente

Nevicata di gennaio: gli agricoltori bitontini saranno risarciti

Firmato il decreto che sblocca i fondi per 92 comuni

Gli agricoltori bitontini che hanno subito danni a causa della nevicata del 5 gennaio scorso saranno, almeno in parte, risarciti. Ad annunciarlo è il presidente regionale di CIA Agricoltori Italiani della Puglia, Raffaele Carrabba, soddisfatto per l'approvazione, da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del "Decreto di declaratoria eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nei territori della Regione Puglia dal 5/1/2017 al 12/1/2017". «Finalmente il primo passo è stato compiuto – ha detto a caldo Carrabba - ma adesso risorse certe nella legge di Bilancio e tempi rapidi di erogazione". Con questo provvedimento il Governo riconosce che in 92 comuni della Puglia, appartenenti a tutte le province della regione, gli agricoltori danneggiati pesantemente dalla neve e dalle gelate dello scorso gennaio dovranno essere risarciti per le strutture e le produzioni parzialmente o totalmente distrutte.
In provincia di Bari, oltre a Bitonto, il decreto ministeriale fa riferimento alle gelate che hanno colpito i comuni di Acquaviva delle Fonti, Altamura, Binetto, Bitritto, Cassano delle Murge, Corato, Gioia del Colle, Gravina in Puglia, Grumo Appula, Palo del Colle, Poggiorsini, Ruvo di Puglia, Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle, Terlizzi e Toritto.
In tutta la Puglia si contano oltre 250 milioni di euro di danni all'agricoltura dovuti alla nevicata.
«La CIA torna a ribadire che ci batteremo affinché le risorse decise dal decreto siano sufficienti a rimettere in piedi le aziende agricole e zootecniche colpite così duramente dalle calamità - ha aggiunto Carrabba - per il futuro la nostra proposta è di costituire un fondo assicurativo per tutelare le aziende agricole dagli eventi naturali e dalle crisi di mercato, in parte coperto dalla fiscalità generale e in parte dai fondi del PSR. Non possiamo più permetterci che i sacrifici di una vita vengano annientati dalle calamità».
    © 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.