Il sequestro dei Carabinieri
Il sequestro dei Carabinieri
Cronaca

Maxi sequestro a noto imprenditore bitontino: sigilli a beni per circa 20 milioni di euro

Secondo i Carabinieri avrebbe reinvestito capitali illeciti dichiarando peraltro redditi bassissimi

Questa mattina, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a una misura patrimoniale antimafia di sequestro anticipato di beni, ai sensi della normativa antimafia, emesso dal Tribunale barese, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di Francesco Mena, 62enne imprenditore di Bitonto, indagato negli anni per reati contro il patrimonio e la persona.

«Il provvedimento – spiegano i militari - scaturisce dagli esiti dell'articolata manovra investigativa patrimoniale, condotta dal Nucleo Investigativo e coordinata dalla magistratura antimafia, che ha consentito di accertare come il destinatario della misura ablativa avesse accumulato un ingente patrimonio immobiliare e aziendale, reimpiegando i capitali conseguiti illecitamente nel corso di decenni. Del resto, è stata documentata come tali sostanze rientrino di fatto nella sua disponibilità, malgrado i modesti redditi dichiarati, sebbene intestati a congiunti prestanome».

I Carabinieri hanno quindi messo i sigilli a «una fiorente società di capitali operante nella gestione di importanti attività dei settori ludico-ricreativo, della ristorazione e della somministrazione, un rinomato complesso di intrattenimento ricomprendente un bowling, un casinò per slot machine, una discoteca, un'ampia sala biliardo, un ristorante, un american bar e un pub, inoltre, 4 rapporti di conto corrente bancario», tutti situati a Bitonto.

«Saranno per di più oggetto d'espoliazione – prosegue la nota del Comando Provinciale - tre noti bar, due dei quali ubicati sempre a Bitonto e recanti anche ampi spazi destinati alle slot machine, il restante situato nel centro di Palo del Colle, infine, rispettivamente, in Bitonto e nel suo agro, un locale commerciale esteso oltre 320 metri quadrati e 14 terreni edificabili».

«Si tratta, complessivamente, - conclude il comunicato stampa dell'Arma dei Carabinieri - di una universalità di beni del valore totale stimato pari a circa 20 milioni di euro».
  • carabinieri
  • Direzione Investigativa Antimafia
  • Codice Antimafia
  • Carabinieri Bitonto
  • Controlli Carabinieri Bitonto
  • Francesco Mena
Altri contenuti a tema
Topi d’appartamento a Palo: arrestato 39enne bitontino Topi d’appartamento a Palo: arrestato 39enne bitontino Con un complice del posto svaligiava le case a caccia di denaro e oggetti preziosi
Presi i ladri d’auto seriali che impazzavano tra Bari e Matera: in manette due bitontini Presi i ladri d’auto seriali che impazzavano tra Bari e Matera: in manette due bitontini A disposizione una vera e propria centrale del furto con attrezzature tecnologiche. La refurtiva nascosta a Bitonto
Bomba sotto l’auto di un Carabiniere, Abbaticchio (ItC): «Siamo preoccupati» Bomba sotto l’auto di un Carabiniere, Abbaticchio (ItC): «Siamo preoccupati» Per il sindaco di Bitonto, «siamo dinanzi a veri e propri attentati istituzionali»
Ispettori minacciati con un’arma in un centro scommesse di Bitonto dai gestori: arrestati due fratelli Ispettori minacciati con un’arma in un centro scommesse di Bitonto dai gestori: arrestati due fratelli Dopo un periodo di latitanza, si sono costituiti in Questura a Taranto
Una pistola pronta a sparare nascosta in una “cupa” del centro storico di Bitonto Una pistola pronta a sparare nascosta in una “cupa” del centro storico di Bitonto Insieme all’arma, i Carabinieri hanno trovato anche il materiale per il confezionamento della droga
Furto in un capannone nella zona industriale di Bitonto: arrestato un 43enne Furto in un capannone nella zona industriale di Bitonto: arrestato un 43enne È stato tradito dalle telecamere di videosorveglianza che aveva provato a sabotare
Caccia con mezzi illeciti nelle campagne di Bitonto: denunciati 3 campani Caccia con mezzi illeciti nelle campagne di Bitonto: denunciati 3 campani Sono stati fermati dai Carabinieri della Forestale in una zona all’interno del Parco dell’Alta Murgia
Fuggono in scooter e seminano il panico. Arrestati dai Carabinieri Fuggono in scooter e seminano il panico. Arrestati dai Carabinieri Un 18enne ed un 19enne, fermati dopo aver tentato di investire i militari, sono stati posti ai domiciliari
© 2001-2018 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.