Ospedale Bitonto
Ospedale Bitonto
Cronaca

Ex ospedale, Damascelli (FI): «Emiliano rispetti i patti coi bitontini»

Ambulatori depotenziati, liste d'attesa sterminate, strumenti obsoleti e vigilanza notturna le criticità da risolvere

«Dalle parole ai fatti: basta attese per la completa riconversione e operatività del PTA di Bitonto. È la mia richiesta all'assessore alla Sanità (Michele Emiliano, n.d.r.) e ai direttori dell'Asl Bari e del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia, che ho chiesto di audire in Commissione regionale Sanità affinché vengano formalizzati gli impegni precisi che hanno assunto, nella nostra lunga interlocuzione, per risolvere le criticità del Presidio territoriale di assistenza bitontino». È questa l'iniziativa intrapresa da Domenico Damascelli, consigliere regionale di Forza Italia, che ha chiesto al governatore pugliese, che è anche assessore alla Sanità, di mettere nero su bianco i suoi impegni col presidio sanitario bitontino.

«Più di otto anni – spiega il forzista – sono passati da quel 22 marzo 2011 che ha segnato l'inizio della riconversione dell'ex ospedale, ma molto c'è ancora da fare per razionalizzare ed ottimizzare le risorse umane e strumentali e gli spazi di cui dispone. Più volte ho evidenziato i problemi organizzativi e operativi del presidio, e mi è stato dato atto della fattibilità delle mie richieste: nessuna luna nel pozzo ma interventi opportuni e perfettamente realizzabili, grazie agli oltre cinque milioni di euro di risorse europee già stanziate ad hoc, rimaste però nei cassetti della Regione».
Tantissime le criticità rilevate da Damascelli che chiede di «garantire la piena funzionalità degli ambulatori specialistici, depotenziati o addirittura chiusi a seguito del pensionamento dei medici responsabili senza che nessuno ne abbia programmato la sostituzione; implementare il personale in organico per sbloccare le agende delle prenotazioni e smaltire le liste d'attesa; attivare la Casa della Salute per poter erogare la dovuta continuità assistenziale; rinnovare il parco delle tecnologie elettromedicali, vecchio di almeno dieci anni: sono tutte richieste sensate dalla cui realizzazione dipende il buon funzionamento di una struttura sanitaria di prossimità con un vastissimo bacino d'utenza».
«E poi c'è la questione del Punto di Primo Intervento Territoriale – rincara il consigliere regionale - che dev'essere messo nelle condizioni di operare al meglio visto che eroga circa 7mila prestazioni all'anno e contribuisce a drenare i codici bianchi e verdi che altrimenti affollerebbero i pronto soccorso degli ospedali. Per non parlare dell'emergenza sicurezza, che impone un servizio di vigilanza per fermare e scoraggiare le continue intrusioni, soprattutto notturne, che espongono l'ex ospedale a furti, danneggiamenti e bivacchi».

«Tutto questo l'ho ribadito in più occasioni. È giunto il momento – aggiunge ancora Damascelli – di mettere nero su bianco questi impegni, perché chi li disattende se ne assuma la responsabilità dinanzi ai cittadini, che rivendicano legittimamente un PTA efficiente, con ambienti a norma e personale adeguato a svolgere le ordinarie prestazioni sanitarie».
«Le sorti del presidio bitontino – conclude – dipendono esclusivamente dalla volontà politica, da scelte di programmazione sanitaria e da decisioni che non possono prescindere dal potenziamento della medicina del territorio, che il presidente-assessore alla Sanità, Emiliano (così come il suo predecessore Vendola) aveva promesso come 'risarcimento' per la chiusura degli ospedali, stringendo un patto con i pugliesi che non ha mai rispettato».
  • Michele Emiliano
  • Domenico Damascelli
  • Ospedale Bitonto
Altri contenuti a tema
Due pozzi irrigui guasti a Bitonto: centinaia di agricoltori senz'acqua da giorni Due pozzi irrigui guasti a Bitonto: centinaia di agricoltori senz'acqua da giorni Damascelli: «L'Arif intervenga subito o i raccolti subiranno danni irreparabili»
L'Europa condanna l'Italia sulla Xylella L'Europa condanna l'Italia sulla Xylella Italia Olivicola: «La prova del fallimento della politica». Damascelli se la prende con Emiliano: «Deve dimettersi»
Ex ospedale di Bitonto: pioggia di nuovi servizi, medici e personale Ex ospedale di Bitonto: pioggia di nuovi servizi, medici e personale Sindaco e consiglieri di maggioranza soddisfatti dei risultati ottenuti dopo il vertice con la Asl
Gli assegni di cura ai disabili non arrivano: Damascelli sferza la Regione Gli assegni di cura ai disabili non arrivano: Damascelli sferza la Regione «Fondi insufficienti: incapaci di essere vicini alle persone che soffrono davvero»
Ex ospedale Bitonto: il laboratorio analisi torna a funzionare Ex ospedale Bitonto: il laboratorio analisi torna a funzionare Ripristinata anche la Diabetologia. Damascelli: «Primi passi del lungo percorso verso la conversione in PTA»
Pazienti tra le formiche nell'ospedale di Bitonto Pazienti tra le formiche nell'ospedale di Bitonto In un video gli insetti padroni della sala d'attesa di Radiologia. La politica locale protesta contro la Regione
Computer KO all'ospedale di Bitonto: il laboratorio analisi si blocca Computer KO all'ospedale di Bitonto: il laboratorio analisi si blocca Il PD chiede chiarimenti alla Regione: «Com'è stato possibile? Dove i sono 5 milioni per la riconversione?»
«La xylella avanza e la Regione si perde nelle lotte di potere» «La xylella avanza e la Regione si perde nelle lotte di potere» Duro attacco del consigliere regionale Damascelli (FI) sul settore agricolo
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.