Un furto d'auto
Un furto d'auto
Cronaca

Ennesimo furto d'auto a Bitonto «nell'indifferenza di tutti»

Il raid, ieri sera, s'è consumato in pieno centro. «Basta, non è possibile andare avanti così»

«Caro ladro, sai, non è tanto il fatto che tu mi abbia rubato la macchina che mi fa incazzare, è la facilità con la quale tu lo abbia fatto che mi manda su tutte le furie». Inizia così il post, pubblicato su Facebook, da un professionista di Bitonto, che ha scritto una missiva indirizzata proprio agli autori del furto. L'ennesimo.

«Se penso che basta davvero poco, in piena sera, in pieno centro, per prendere una macchina e portarla via (mi dicono di quattro persone incappucciate in una macchina grigia che spingeva la mia) - l'auto dell'uomo, sparita in pochi secondi, sarebbe stata rubata in pieno centro, da quattro persone a volto coperto - allora c'è davvero qualcosa che non va. Non sto qui a soffermarmi su quale tipo di persona tu sia perché, se siamo il frutto delle nostre azioni, credo che già ti vada a commentare benissimo da solo, mi soffermo ancora una volta invece, su come tutto questo stia diventando una totale normalità.

Una normalità alla quale ci stiamo abituando
- continua l'uomo, molto conosciuto e stimato a Bitonto - e che ci sta portando a convincerci che per forza di cose debba andare solamente così. Ma tu sai caro ladro quanti sacrifici ci vogliono per acquistarsi una macchina? Sai quanti altri ce ne vogliono per mantenerla? No, non lo sai, perché se solo ti fossi svegliato una sola mattina in vita tua con l'obbligo di dover andare a lavorare per potertela permettere, forse, smetteresti di rubarne. E dal punto di vista sentimentale, affettivo, sai quanto vale una macchina? No che non lo sai, perché non ne hai mai avuta una.

Perché se ne avessi avuta una, sapresti benissimo che una macchina è la seconda casa
- scrive l'uomo che ricorda i tanti momenti vissuti con la sua famiglia -. È quella con cui sono passato a prendere per la prima volta mia moglie, quella con cui l'ho accompagnata in ospedale col pancione e quella con cui siamo tornati a casa in tre. È quella in cui ci sono i momenti più belli, i primi, legati al rapporto con un figlio. È tutto lì il senso di una macchina, oltre al discorso lavorativo s'intende. E vedersela portar via così come nulla fosse, fa incazzare, fa incazzare perché ti accorgi che sei tremendamente solo.

A parte quella telefonata anonima, nessuno ha visto nulla, nessuno ha sentito nulla e chi s'è visto, s'è visto
- denuncia l'uomo, fra rabbia ed indignazione -. E allora mi vien da chiedere, è tutta qui la candidata a capitale della Cultura di qualche anno fa? È davvero il clima di rassegnazione quello a cui dobbiamo abituarci? È la più totale impunità per chi ruba, quella che ci dobbiamo per forza di cose far andare bene? La giusta affermazione è "Ma chi me lo fa fare!!!"? Sapete, che qualche giorno fa ho ricevuto un ringraziamento perché mi sono fermato a far passare una signora sulle strisce pedonali??? Siamo alla follia pura…

A tutte queste domande la mia risposta è NO. Perché
- spiega ancora l'uomo - capisco benissimo la difficoltà di un paese che da anni continua a richiedere un maggiore supplemento di forze dell'ordine, capisco meno, molto meno, il perché le sue richieste vengano lasciate puntualmente taciute da chi di competenza e vi giuro che nella mia vicenda, tante cose non hanno funzionato.

Continuo a pensare positivo e a riprendere il cammino fatto di sacrifici e testa alta, perché i miei genitori mi hanno insegnato ad avere rispetto della gente e dei beni altrui. A te, infine caro ladro, una cosa devi concedermela… Ti auguro solamente il fallimento di ogni tua "bella azione" a "livello professionale"»
, conclude l'uomo nel post indirizzato proprio agli autori del furto.
  • Furti auto Bitonto
Altri contenuti a tema
Ritrovato a Palombaio il Doblò rubato ad una bimba disabile Ritrovato a Palombaio il Doblò rubato ad una bimba disabile Il mezzo, rubato a Corato, è stato ritrovato dai Carabinieri ormai cannibalizzato
Spingono l’auto con un'altra: furto a Bitonto, lo sfogo su Facebook Spingono l’auto con un'altra: furto a Bitonto, lo sfogo su Facebook Il fatto è avvenuto in via Spagna fra l'indifferenza della gente. Il proprietario: «Provo vergogna per la mia Bitonto»
In fuga con l'auto rubata, si schiantano contro un albero: arrestati In fuga con l'auto rubata, si schiantano contro un albero: arrestati È accaduto a Gioia del Colle: in manette tre bitontini di 53, 48 e 41 anni. Uno di loro è ricoverato al Policlinico
Il racket dei cannibali delle auto: altre due trovate a Bitonto Il racket dei cannibali delle auto: altre due trovate a Bitonto Continuano i furti e i ritrovamenti degli uomini del Consorzio Custodia Campi. Indaga la Polizia Locale
Quel che resta di un'auto: ennesimi ritrovamenti a Bitonto Quel che resta di un'auto: ennesimi ritrovamenti a Bitonto Una Kia Sportage, una Renault Captur e una Volvo V40 sono state rinvenute dalla Polizia Locale a Mariotto
Apre la portiera e ruba la borsa: ladro manolesta a Bitonto. IL VIDEO Apre la portiera e ruba la borsa: ladro manolesta a Bitonto. IL VIDEO Il furto con destrezza è avvenuto in via Matteotti: immortalato da una telecamera di videosorveglianza
Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto I dati sono stati diffusi in occasione della festa dei Carabinieri alla presenza del prefetto Bellomo e del generale Spagnol
Spunta fra gli ulivi di Bitonto l'Audi Q8 rubata "a spinta" a Terlizzi Spunta fra gli ulivi di Bitonto l'Audi Q8 rubata "a spinta" a Terlizzi La scoperta nelle campagne di Palombaio. Sul posto, per i rilievi, sono giunti i poliziotti del Commissariato
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.